BUONE FESTE 2016/ Google e il doodle per un Buon Natale: frasi e immagini di auguri (oggi 23 dicembre)

- La Redazione

Auguri di Buon Natale 2016: frasi e dediche, regali last minute: il video saluto ai fans da parte di Bruno Arena. Idee e iniziative per le feste oggi, 23 dicembre

babbo_natale-ok_R439
Idee Regali Natale 2016

E auguri di Buon Natale anche da Google che oggi ha pubblicato un Doodle animato e ‘musicale’ sull’home page del motore di ricerca. Si vedono infatti le lettere della parola ‘Google’ cantare e ballare un canto di Natale: l’unica lettera che non canta è la ‘l’, che suona il triangolo. Dal 1994, come ricorda il Post, il motore di ricerca fa gli auguri di Buon Natale senza nominare il Natale. E il Doodle di Google si fa addirittura in due. C’è anche una versione dedicata alle Buone Feste 2016 per l’emisfero australe, dove ora è estate, in cui le lettere cantano su una spiaggia e portano fiori tra i capelli. I Doodle di Google sono animazioni con cui Google rimpiazza il suo logo originale nei giorni in cui si celebrano alcune ricorrenze, di solito in ricordo di personaggi importanti, spesso legati al mondo della scienza, della cultura e dell’innovazione, oppure per particolari momenti dell’anno come solstizi ed equinozi. I Doodle di Google di Buone Feste sono a tema natalizio ma sono laici visto appunto che non è usata la parola ‘Natale’. 

Gli auguri di buon Natale sono sicuramente iniziati a muovere i social network e non solo, con moltissime persone anche famose che si sono mosse per esprimere il loro augurio per l’arrivo del Natale. Parole importanti le ha dette l’arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco che ha sottolineato come riportato da Il Secolo XIX nella sua versione online: “Auguro un Natale di pace e serenità a tutte le famiglie del nostro paese. E’ stato un anno di grazia e se ne apre un altro con la visita del nostro Papa Francesco il prossimo sabato 27 maggio. L’auspicio per Genova è che tutti indistintamente possano riscoprire la bellezza el a necessità che l’uomo debba avere di stringere relazioni e rapporti. A cominciare dalle famiglie, ai vicini di casa, al lavoro, alle comunità cristiane. La cultura che respiriamo ci sta spingendo a isolarci sempre di più, ma questo significa distruggere la società e morire“.

Un paradosso di Natale: per augurare le migliori buone feste ai più sfortunati, i senza tetto più poveri, la città di Milano ha pensato ad un bel “paradosso” che ricorderanno sicuramente per molto tempo. A Piazza Affari, nella sede e simbolo della finanza milanese ed italiana, per una sera (e mica una casa, ma la notte di Natale) vede una grande cena di beneficienza per chi la ricchezza purtroppo non sa che cosa sia. Domenica 25 dicembre alle 20 per augurare le buone feste ai senzatetto di Milano, ci saranno due associazioni benefiche, Milano in Azione e Fondazione Progetto Arca che organizzano una festa e cena per 250 ospiti senza dimora. Il menù viene preparato dallo speciale ristorante con sede per una sera proprio in Piazza Affarri dove la Borsa milanese ogni giorno vive gli scambi finanza di mezza Europa. « Le volontarie delle due onlus proporranno ai 250 senzatetto un primo e un secondo piatto caldi, oltre al panettone per gli auguri finali», si legge sul portale online de il Giorno. 

Warner Bros. Italia ha diffuso un video speciale per augurare Buone feste e Buon Natale 2016: protagonista è Lego Batman, eroe di mattoncini. Nella clip ci fa i migliori auguri di una “notte oscura” insieme ai fedeli Alfred e Robin, armato di campanellini natalizi. Nella cartolina che compare alla fine del video si legge “Buone feste dalla residenza Wayne” (clicca qui per vedere il video). Il film Lego Batman, diretto da Chris McKay, uscirà comunque al cinema dal prossimo febbraio. Del cast originale fanno parte le voci di Will Arnett (Batman), Michael Cera (Robin), Rosario Dawson e Zach Galifianakis (Joker). Lego Batman sarà protagonista di una nuova avventura: c’è aria di cambiamenti a Gotham, che Batman vuole salvare dalla scalata ostile del Joker. Per riuscirci deve abbandonare lo spirito di giustiziere solitario e accettare la collaborazione degli altri, imparando a prendersi un po’ meno sul serio.

Si avvicina sempre di più il momento in cui si potranno augurare Buone feste e Buon Natale 2016. Ma chi è stato il primo a usare questa frase? Buon Natale è stato utilizzato come saluto per la prima volta, come ricorda Focus Junior, nel 1543 in una lettera che il cardinale inglese John Fisher inviò al conte di Essex Thomas Cromwell. Nella lettera c’era scritto: “E questo il nostro Signore Dio si invia un buon Natale…”. Oltre un secolo dopo, nel 1699, iniziò a diffondersi come augurio: in quell’anno fu scritta da un ammiraglio inglese in una lettera per la prima volta la frase “Buon Natale e un Felice Anno Nuovo”. Il Natale in realtà si festeggiava già da circa tre secoli, visto che diventò una festa ufficiale per la prima volta nel 274 d.c. Poi nel 330, circa 50 anni dopo, l’imperatore Costantino la trasformò in festa cristiana: è da allora che il Natale si festeggia come oggi.

Forse non esiste un miglior modo per augurare Buone Feste e buon Natale a tutta la popolazione del centro Italia, dopo mesi difficilissimi in piena emergenza sismica, che una simile notizia che arriva oggi da alcuni paesi del Maceratese. Nelle aree dove tra agosto e novembre si sono scagliate scosse di terremoto gravissime, oggi proprio per festeggiare il Natale con un piccolo sorriso in più vengono aperte alcune chiese colpite dalle scosse di quei giorni terribili. «Queste feste di Natale hanno per la nostra Diocesi un carattere particolare: alcune famiglie vivono in situazioni di fortuna, cacciate fuori casa dalla violenza del terremoto. In varie strutture ospitiamo persone colpite dal sisma, molti celebrano la Santa Messa in condizioni provvisorie. Qualche parrocchia rimasta intatta ospita le celebrazioni delle parrocchie vicine più danneggiate. Tutti più o meno siamo toccati da questa situazione», lo dice all’Ansa il vescovo Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia Nazzareno Marconi. La Diocesi di Macerata rende poi noto che su 188 sono 150 gli edifici di culto che hanno subito danni: alcune strutture si sono rivelate fin da subito inagibili, per altre si è resa necessaria la temporanea chiusura in via precauzionali ai fini della sicurezza collettiva e dei fedeli in particolare. Per le imminenti festività natalizie, salvo imprevisti e al netto di tutte e le necessarie cautele verranno riaperte le chiese di diverse Vicarie.

Se mai vi foste chiesi come augurare delle perfette buone feste di Natale, la risposta in Italia è molto semplice: meno auguri, più inviti a cena. Questo vogliono gli italiani, alla fine: ma vi siete già chiesti quanto tempo passerete in cucina? In attesa del migliore Natale possibile, con cene, cenoni e antipasti che come al solito saranno leggendari, la Coldiretti ha diffuso gli ultimi dati in riferimento al Natale che stiamo per vivere tra qualche ore. «L’ 88 per cento degli italiani consumerà a casa propria o di parenti ed amici il pranzo di Natale che richiede in media oltre 3,3 ore di lavoro ai fornelli nelle famiglie, il 6% del tempo in più rispetto allo scorso anno che testimonia uno storico ritorno al “fai da te” casalingo che non si registrava da oltre cinquanta anni». Ma quindi quante ore specifiche passeremo in cucina per queste buone feste 2016? Si evidenzia che chi cucinerà tra l’una e le tre ore saranno il 44% degli italiani; «in piu’ di una famiglia su quattro (29%) fra tre e cinque ore e nel 14% delle famiglie si arriva addirittura a superare le cinque ore mentre solo il 13% meno di un’ora». 

Sono tantissimi gli artisti che hanno deciso difare una personalissima dedica di Buone feste e di un felice Natale ai loro fan. Tra questi c’è Michele Bravi vincitore di una delle peassate edizioni di X Factor e che parterciperà al prossimo Festival di Sanremo. Il ragazzo ha pubblicato sul suo profilo di Twitter un video che lo vede cantare insieme alla collega e amica Chiara Galiazzo. Nel video li vediamo con dei maglioni prettamente natalizi di fronte a una tastiera e con due microfoni per esibirsi. Oltre a delle note importanti li ascoltiamo anche cantare con le loro splendide voci. A commento del post leggiamo: “L’unico modo per augurarvi ”Buon Natale” è cantare… magari con la mia amica Chiara Galiazzo. Buon Natale a tutti”, clicca qui per il video e per i commenti dei follower.

Scambiarsi gli auguri di Buone feste al museo? Perché no. A Roma, riporta il sito del Comune, per queste festività sono in programma tante attività culturali, gratis, nei Musei Civici: jazz, opera, teatro, letteratura, visite guidate, degustazioni, intrattenimento per bambini. Da lunedì 26 dicembre a domenica 8 gennaio Natale è di casa nei “piccoli musei”: Napoleonico, Pietro Canonica e Carlo Bilotti a Villa Borghese, Barracco, Museo delle Mura, Museo della Repubblica Romana. Novità assoluta per gli auguri di Buone Feste 2016, il contest Museum Social Club per artisti emergenti: saranno selezionati quattro spettacoli (danza, musica, teatro) da rappresentare nei Musei Civici tra il 2 e l’8 gennaio 2017. Si può partecipare fino al 26 dicembre, inviando a social@museiincomuneroma.it un video con la propria performance sul tema “festa e festività”. I video saranno caricati sul canale Facebook dei Musei in Comune a partire dal 27 dicembre, il pubblico voterà lo spettacolo preferito dal 27 al 29 dicembre. Tutti i Musei Civici restano aperti in via straordinaria lunedì 26 dicembre 2016 e lunedì 2 gennaio 2017. Il 24 e il 31 dicembre aprono fino alle 14, il 25 dicembre sono chiusi.

Auguri di Buon Natale e Buone feste 2016 arrivano anche da Monaco. Alberto e sua moglie Charlene si sono messi in posa con i figli, i gemelli Gabriella e Jacques, per uno scatto da inviare ai sudditi proprio per fare gli auguri di Buon Natale. Nella foto la famiglia reale si è messa in posa accanto a un albero addobbato ma soprattutto davanti al ritratto di Grace Kelly. Il biglietto di Auguri di Buon Natale e Buone feste è stato inviato come da tradizione dai reali monegaschi. Nel messaggio scritto accanto all’immagine si augura a tutti “gioia e pace per queste vacanze”. I gemelli, come ricorda la Repubblica, erano già apparsi nel biglietto degli auguri di Buon Natale dello scorso anno. La principessa Charlene per questa occasione ha scelto di indossare un abito dorato simile a quello indossato lo scorso giugno durante un rinfresco con attori e produttori che partecipavano al 56esimo International Television Festival di Montecarlo (clicca qui per vedere la foto).

Un modo certamente assai particolare di augurare Buone Feste di un Santo Natale 2016 è rivolgersi a una hit completamente natalizia che è anta con un motivo assai importante: si chiama “Palle di Natale” e a scriverla oltre che interpretarla sono stati i ragazzi ricoverati a Milano all’Istituto Nazionale dei Tumori. Una seconda fortunata edizione dopo il grande lancio dello scorso anno con “Nuvole d’ossigeno” scritta assieme a Faso degli Elio e le Storie Tese. Una grande tradizione che sta nascendo in quel di Milano e dove viene cantata la gioia e la santità del Natale assieme ai racconti difficili e particolari dei giovani malati di cancro. Nel video ci sono 29 ragazzi, tutti tra i 15 e i 25 anni, che hanno voluto raccontare come trascorrono i giorni, Natale compreso, nelle corsie di un ospedale: delle buone Feste certamente stravaganti ma che vengono raccontate con un spirito certamente non banale… «Perchè il titolo “Palle di Natale?” “Palle perché le nostre teste, dopo la chemioterapia, sembrano tali. Palle come quelle che si appendono all’albero di Natale o di neve, con cui si gioca in questo periodo dell’anno. Ma palle pure perché spesso gli adulti ne raccontano tante a noi, ammalati di tumore. E perché di certo trascorrere il Natale in ospedale non è il massimo» ha detto Matteo Davide Bonvicini, uno dei ragazzi ricoverati a Radio 105.

Buon Natale 2016 anche da Emily Ratajkowski che continua a fa impazzire il web. Per fare gli auguri di buone feste la 25enne modella statunitense ha infatti scelto di fotografarsi in versione ‘Babbo Natale’. Davanti a un albero addobbato ecco Emily Ratajkowski vestita con pantaloncini di jeans, maglia nera aderente e immancabile cappello rosso con pon-pon bianco. Lo scatto è stato pubblicato qualche giorno fa sul profilo Instagram, accompagnato dalla didascalia: “Playing Santa today on” (clicca qui per vederlo). Oltre 400mila follower hanno apprezzato la fotografia con la quale la modella ha voluto fare a tutti gli auguri di Buon Natale 2016: tanti sono stati infatti i likes ricevuti da Emily Ratajkowski. Di recente la modella ha fatto parlare di sè per aver pubblicato una foto nuda con accanto la scritta “Il mio corpo è una mia scelta”. Si era trattato di una risposta al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump che durante la campagna elettorale per la corsa alla Casa Bianca era stato accusato di aver pronunciato frasi sessiste nei confronti delle donne.

Ormai ci siamo Natale è alle porte e sono tantissimi gli auguri di buone feste che vengono proposti da diverse realtà. Tra queste c’è anche GialloZafferano, portale che si occupa di ricette e in generale di tutorial di cucina. Proprio oggi sul suo canale Youtube GialloZafferano ha pubblicato un video con protagonisti i redattori del portale che augurano un buon Natale a tutti. Non solo però perchè viene mostrato anche il modus operandi e come ci si prepara per redigere alcune ricette proprio per le feste. Simpatico è il siparietto che vede protagonista proprio Babbo Natale che si introduce nella redazione di GialloZafferano e si accomoda alla poltrona per operare poi al computer e redigere lui stesso delle ricette. Clicca qui per il video e per i commenti dei follower

Ultimi due giorni di regali last minute per il Natale 2016, regali da accompagnare agli auguri di Buone feste. Secondo i dati dell’Ufficio studi di Confcommercio però gli italiani diminuiranno un po’ la spesa che sarà, media pro capite, di 164 euro contro i 166,1 dello scorso anno. Dunque rispetto all’anno scorso “per i regali c’è una diminuzione dell’1,2%, che sale però al 30,8% se si considerano gli ultimi sette anni. Per quanto riguarda invece la propensione agli acquisti durante le festività, il 71,7% degli italiani prevede “un Natale molto dimesso” (erano il 72,9% nel 2015 e appena il 33,7% nel 2009), mentre l’86% dichiara che effettuerà regali contro l’85,9% dello scorso anno e il 91% del 2009″. Riguardo alle tredicesime gli italiani riceveranno soldi in più quest’anno: l’ammontare netto sarà di 40 miliardi, di cui il 12% sarà messo da parte e il 30% circa sarà destinato ai consumi. Questa dicotomia tra aumento del reddito disponibile e acquisti per Natale 2016 si spiega, secondo il direttore dell’Ufficio Studi Mariano Bella, con una “congiuntura particolarmente oscura: il Paese non ha trovato una chiara direzione di marcia e molte sono le debolezze dal punto di vista della crescita”.

Negli auguri di un buon Natale 2016 non poteva certo mancare il protagonista forse indiscusso dei social: Gianni Morandi, seppur ammaccato dalla brutta caduta nel giardino di casa sua ad inizio dicembre, ci tiene ad aggiornare lo stato di salute ai suoi fan, magari con un occhi in più in vista del Natale che sta per arrivare. E allora ieri il cantante si è dilettato nel postare un video scherzoso con due “aiutarti di Babbo Natale” animati che con le facce di Morandi e della moglie ballano al ritmo di canzoncine di Natale, «Mia moglie è brava in tutto, anche a ballare! Buone feste», mentre questa mattina un nuovo messaggio sulla sua bacheca Facebook in cui compare in foto con il suo pc bianco vicino all’albero natalizio. «Da qui leggo i vostri messaggi e i vostri auguri. Grazie per l’affetto. Foto di Anna». Insomma, un Gianni Morandi che non intende lasciarci soli neanche durante le feste: auguri in serbo sicuramente ne avrà altri, dunque occhio ai prossimi post, potrebbe nascondersi ancora qualche altro video simpatico.

Mancano tre giorni agli auguri di Buon Natale 2016: saranno giornate frenetiche per tutti coloro che compreranno i regali last minute. Per quanto riguarda i giocattoli, visti i sequestri di giochi contraffatti che possono mettere a rischio la salute dei bambini, il Codacons ha stilato un decalogo per aiutare i genitori a fare acquisti sicuri. Tra le regole più importanti quella che riguarda l’acquisto solo di regali con i marchi di sicurezza IMQ e CE. E’ bene poi fare attenzione ai materiali che “non devono essere tossici o facilmente infiammabili”: “Privilegiate materiali naturali come le bambole in stoffa. In caso di peluche scegliete fibre naturali, come mohair, cotone, che siano lavabili. Lavatelo anche se nuovo, prima che il bambino ci possa giocare ed asciugatelo all’ aria aperta per evitare che si formino muffe”, avverte il Codacons. Infine meglio acquistare i regali solo in negozi di fiducia, mai da venditori ambulanti e non autorizzati: “Acquistate solo giochi di ditte specializzate e note nella vendita di giocattoli per bambini”. Ultimo consiglio, anche se non meno importante: “Non mettete in pericolo la sicurezza dei vostri bambini per risparmiare qualche soldo, piuttosto fate un regalo in meno” (clicca qui per leggere tutto il decalogo).

Fanno gli auguri di Buon Natale 2016 anche Antonio Albanese e Paola Cortellesi. I due attori saranno protagonisti del film Mamma o papa? che uscirà nelle sale a San Valentino. Il film racconta la vicenda di una coppia che si vuole separare. A sorpresa però la lotta, come di solito accade tra coniugi, non sarà sulla custodia dei figli: né mamma né papà infatti vogliono occuparsi di loro e quindi il film racconterà la storia di una “separazione politicamente scorretta”. In attesa di vedere la commedia al cinema, per le feste che stanno per arrivare Antonio Albanese e Paola Cortellesi fanno gli auguri di Buon Natale 2016 spiegando come fare a farsi odiare dai propri figli in modo che scelgano l’altro genitore: basta comprare loro dei regali brutti, anzi addirittura orrendi. Antonio Albanese è quindi impegnato a fare gli auguri di Buon Natale 2016 a tutti i papà e Paola Cortellesi fa lo stesso con le mamme (clicca qui per vedere i video).

Regali last minute in questi ultimi tre giorni di acquisti in vista del 25 dicembre, giorno in cui gli italiani si scambieranno gli auguri di Buon Natale 2016. Secondo un’indagine condotta da Confcooperative “saranno 18 milioni gli italiani che ricicleranno i regali: 5 su 10 regaleranno ad altri i doni ricevuti; 2 su 10 li ricambieranno in buoni da spendere nei negozi di acquisto, infine, 3 su 10 proveranno a rivendere i regali sui canali online. In questa fascia di “riciclatori” di regali 9 su 10 sono under 30 a dimostrazione della diffusione della conoscenza informatica tra i più giovani”. Tra i regali più riciclati “al primo posto i generi alimentari con il 39% (vino, spumante, panettone e pandoro); segue al 26% vestiario invernale (sciarpe, guanti e cappelli), al 23% libri e DVD chiudono al 12% profumi e cosmetica”. Queste stime sono state elaborate dal Centro Studi di Confcooperative su un campione rappresentativo ed eterogeneo di consumatori, per età e fascia di reddito, in città di grandi e medie dimensioni del Nord, Centro e Sud.

Carramba che sorpresa questa mattina: per fare i suoi personali auguri di Buon Natale niente meno che Papa Francesco ha chiamato di persona in diretta al programma “Uno Mattina” live su Rai 1. Un augurio tutto speciale per il Pontefice che lascia di stucco i conduttori e tutti il pubblico quando si sente il primo “sono Francesco, voleva farvi il mio augurio di un Natale Cristiano”. Per festeggiare i trent’anni della trasmissione storica di Rai1, il Pontefice ha augurato un “Natale cristiano come fu il primo quando Dio sovvertì l’ordine del mondo all’insegna della ‘piccolezza’ e facendosi Egli stesso ‘piccolo'” tra gli uomini. Il Papa ha fatto anche gli auguri alla trasmissione che compie 30 anni, e ha ringraziato per “il bellissimo omaggio che mi avete fatto” con un servizio sul suo pontificato realizzato dal giornalista Piero Damosso. Di certo auguri di Buon Natale del genere non capitano tutti i giorni… Clicca qui per gli auguri di Buon Natale di Papa Francesco a Uno Mattina

C’e spazio anche per auguri di Buon Natale 2016 solidali. A Bari in queste festività il Comune dedica tre giornate al recupero e alla donazione di beni alimentari e di prodotti per la prima infanzia. L’obiettivo, come si legge sul sito del Comune, è quello di sensibilizzare i baresi sulla lotta alla povertà. Sarà avviata infatti una raccolta di beni di prima necessità in collaborazione con alcune realtà parrocchiali, tra cui quelle di San Francesco da Paola e di San Sabino, e dell’Aps Farina 080 Onlus, oltre che del centro polifunzionale per la prima infanzia, la “Casa delle bambine e dei bambini”, che aprirà i battenti a gennaio. Saranno attivate tre “Case del Dono” dove i cittadini e le imprese potranno consegnare beni alimentari e materiali di vario genere per i più piccoli: le raccolte avverranno in piazza del Ferrarese (presso la Casa del Welfare) e parco 2 Giugno nelle giornate del 23 e 30 dicembre e del 5 gennaio, dalle ore 17 alle 20. In piazza Madonnella, invece, la Casa del Dono sarà aperta solo il 23 dicembre, sempre dalle ore 17 alle 20. La raccolta riguarderà prodotti confezionati e con una scadenza non inferiore a 48 ore dalla consegna: si potranno donare alimenti trattati ad alte temperature UHT (latte, succhi di frutta), essiccati (spezie, frutta secca), conserve e prodotti secchi (pasta, riso, legumi, biscotti). Invece, non potranno essere accettati prodotti freschi. I cittadini che vorranno donare beni o prodotti per la prima infanzia da trasferire alla “Casa dei Bambini e delle Bambine”, potranno farlo esclusivamente presso il punto raccolta allestito in piazza del Ferrarese.

Speciale da parte di Bruno Arena, il comico componente del duo Fichi d’India insieme con Max Cavallari. Bruno Arena ha infatti postato sulla pagina ufficiale Facebook un breve video in cui, indossando un cappello di Babbo Natale, canticchia una canzoncina e poi saluta i fan. Il comico è amato da tanti italiani ed è stato circondato dall’affetto non solo del pubblico ma soprattutto del suo amico e collega Max Cavallari, dopo che quattro anni fa è stato colpito da un aneurisma. I commenti al video di auguri di Buon Natale 2016 pubblicato dai Fichi d’India è stato subito inondato dai commenti: in oltre 6mila hanno infatti voluto lasciare un messaggio per Bruno Arena. In tanti, magari tra gli ultimi acquisti dei regali last minute, hanno voluto mostrare il loro affetto e tifo nei confronti del comico, scrivendogli un incoraggiamento a non mollare. Bruno Arena si mostra sorridente nel video per gli auguri di Buon Natale 2016: il filmato è accompagnato dalla frase: “Amici ecco gli auguri di buon natale che tutti aspettavamo!” (clicca qui per vederlo).

Si avvicinano le feste, momento per scambiarsi gli auguri di Buon Natale 2016 con frasi e dediche ad hoc ma anche regali, magari comprati last minute. E gli italiani pensano anche agli acquisti legati ai pranzi e alle cene di queste festività. Il Codacons stima che saranno 2,8 miliardi di euro in alimenti e bevande varie a finire sulle tavole degli italiani durante il classico pranzo e cenone di Natale. L’associazione a difesa dei consumatori sottolinea come le famiglie quest’anno non intendano rinunciare ad imbandire la tavola con i prodotti alimentari tipici delle feste. “Il settore alimentare si conferma il re indiscusso del Natale – spiega il presidente Carlo Rienzi, si legge sul sito del Codacons – e non subirà alcun taglio di spesa da parte dei consumatori i quali, se risparmiano su regali e addobbi, non faranno di certo mancare pesce, dolci e spumante durante il classico pranzo e cenone natalizio”. Per quanto riguarda la spesa complessiva per cibi e alimenti di pranzo e cena di Natale 1 miliardo di euro sarà la fetta di spesa destinata a carne e pesce; poco più di 500 milioni di euro andranno per l’acquisto di panettoni e dolciumi vari; sale invece a 550 milioni la quota di spesa destinata a spumanti, vini e bevande varie. Ma come ogni anno c’è il rischio che parte di quanto acquistato vada a finire in spazzatura: “Stimiamo che circa il 20% di cibi e bevande acquistati durante l’intero periodo di festività finirà nella spazzatura, con una quota media di spreco alimentare pari a 23 euro a famiglia”, afferma Rienzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori