ALESSIO BOSCARINO / Omicidio nel Siracusano: ucciso 24enne a colpi di pistola, trovato in un parco (Oggi, 4 dicembre 2016)

- La Redazione

Alessio Boscarino, ultime news: giovane 24enne della provincia di Siracusa trovato morto in un parco, ucciso a colpi di pistola. Solo due giorni prima era tornato in libertà.

polizia-macchina_R439
Immagini di repertorio

Nella serata di ieri, Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, si è trasformato in un luogo del delitto. Qui, come riporta il sito Meridionews.it, è stato ucciso con diversi colpi di arma da fuoco Alessio Boscarino, giovane 24enne del posto. Il corpo senza vita del ragazzo è stato rinvenuto nei giardinetti di via Tasso, dopo una serie di segnalazioni anonime giunte da più persone alle Forze dell’Ordine intorno all’1 della passata notte. Alessio Boscarino era già noto alle forze dell’ordine per una serie di reati minori come spaccio di droga e furti. Tuttavia, la vittima era stata arrestata lo scorso ottobre con l’accusa di aver minacciato di morte la madre ed i nonni intimandoli a dargli del denaro, quasi certamente utile per l’acquisto di droga. Il giovane 24enne era tornato in libertà solo da due giorni, dopo aver scontato i domiciliari presso un albergo di Priolo, prima di essere ucciso. Sul suo omicidio sta indagando in queste ore la polizia di Priolo insieme alla Squadra mobile di Siracusa. Nessuna pista, al momento, sarebbe stata totalmente esclusa ma la più accreditata sarebbe quella legata alla droga e alla richiesta di soldi. Dalle prime indiscrezioni che sono emerse dagli ambienti investigativi, inoltre, pare che l’assassino abbia esploso diversi colpi di arma da fuoco a distanza ravvicinata, tre dei quali avrebbero raggiunto Alessio Boscarino. Stando a quanto riportato da Nuovosud.it, Boscarino prima dell’agguato si trovava insieme ad alcuni amici che proprio in queste ore sarebbero stati interrogati dalla polizia. Quasi certamente il suo killer ha atteso che tornasse in libertà prima di agire, 40 minuti dopo la mezzanotte, contro il 24enne con precedenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori