MARISA COMESSATTI / News, caso verso l’archiviazione? Il giallo del cellulare acceso (Chi l’ha visto, oggi 11 gennaio 2017)

- La Redazione

Marisa Comessatti, ultime news: il caso al centro della puntata di Chi l’ha visto. Domani la decisione del Tribunale sulla richiesta di archiviazione, l’appello delle figlie.

marisacomessatti
Marisa Comessatti

Nel corso della nuova puntata della trasmissione Chi l’ha visto, in onda stasera su Rai 3, i riflettori si riaccenderanno sul caso di Marisa Comessatti, che rischia ora di essere archiviato. Nel frattempo emergono i dubbi delle figlie della donna scomparsa, in riferimento al cellulare della madre. Come rivelato oggi nella parentesi quotidiana del programma di Rai3, i carabinieri scrissero che dal giorno dell’allontanamento il telefonino di Marisa è sempre risultato irraggiungibile ad eccezione di quanto avvenne 5 giorni dopo la scomparsa. In quell’occasione, infatti, il cellulare agganciò per pochi istanti la cella di una località sopra San Bartolomeo. Come mai il telefonino si riaccese a distanza di alcuni giorni? A distanza di due anni dalla sparizione di Marisa Comessatti, le figlie vennero a conoscenza di un episodio inquietante, scoperto leggendo i tabulati telefonici: il cellulare della madre risultò acceso anche un’altra volta ed esattamente lo stesso giorno della scomparsa. L’episodio fu accolto dalle figlie con grande sgomento. “Il telefono della mamma si è riacceso il giorno stesso in cui lei è scomparsa, quando invece ci hanno sempre detto che il telefono era spento e che è rimasto spento”, dice oggi la figlia. Ma perché gli inquirenti non rivelarono mai questo dettaglio? Sapere dove fosse localizzato il telefonino di Marisa Comessatti non avrebbe potuto agevolare le ricerche? Gli interrogativi sul caso si rincorrono anche oggi, a distanza di quasi tre anni dall’inizio del misterioso caso.

La trasmissione Chi l’ha visto, nella puntata andata in onda nella fascia in daytime, oggi è tornata sul caso di Marisa Comessatti. Della donna misteriosamente scomparsa da Laigueglia, in provincia di Savona, non si hanno più notizie dal 21 febbraio 2014. A quasi tre anni dall’inizio del giallo, il programma di Rai3 ha riacceso i riflettori sul caso, in vista di un approfondimento nella puntata di stasera ma soprattutto alla luce delle ultime novità. Nella giornata di domani, infatti, il tribunale di Savona deciderà se accogliere o meno la richiesta di archiviazione, ipotesi contro la quale sono intervenute ovviamente le due figlie di Marisa Comessatti, Nadia e Lara Dalla Corte. Come evidenziato nel corso della trasmissione, sono ancora numerosi i punti da chiarire e gli interrogativi ancora aperti. In un servizio si è voluto ripercorrere l’inizio del giallo, avviato con la scomparsa di Marisa Comessatti. Tutto ebbe inizio sulla Aurelia, a San Bartolomeo al Mare, in Liguria. Questa strada fu percorsa dalla donna, la quale nei giorni scorsi avrebbe compiuto 64 anni, fino a giungere in un parcheggio, dove la sua auto fu rinvenuta il medesimo giorno della sua sparizione. Come mai quella mattina di febbraio di quasi tre anni fa Marisa Comessatti decise di percorrere quella strada, partendo dalla sua abitazione a Laigueglia, piuttosto che dirigersi verso la casa della figlia Lara, così come d’accordo? E’ questo il primo quesito che caratterizza il giallo sulla scomparsa della donna e che ora rischia di essere definitivamente archiviato. La casa della figlia, infatti, si troverebbe in direzione opposta rispetto alla strada percorsa da Marisa e dalla quale avrebbe poi fatto perdere le sue tracce, dopo aver parcheggiato la sua vettura nei pressi di un supermercato. Stando a quanto reso noto dalla trasmissione di Rai3, è probabile che Marisa Comessatti frequentasse nel periodo della sua sparizione alcuni gruppi di preghiera a Laigueglia durante i quali venivano rievocati i defunti. La stessa donna, 27 anni fa aveva perso tragicamente nel corso di un terribile incidente stradale una delle sue figlie. Alcune sua amiche hanno rivelato a Chi l’ha visto che proprio quegli incontri avevano provocato in Marisa non pochi disagi. Possibile che quegli incontri l’avessero turbata al punto tale da alimentare in lei il desiderio di allontanarsi e scomparire? I dubbi restano, anche in vista di una possibile archiviazione del caso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori