RAFFAELE SOLLECITO CONTRO SELVAGGIA LUCARELLI / Ride della morte di Meredith? La replica alla blogger: “Solo ironia su Facebook (Oggi 19 gennaio 2017)

- La Redazione

Raffaele Sollecito contro Selvaggia Lucarelli: ride della morte di Meredith? La replica alla blogger: “Solo ironia su Facebook. Le ultime notizie di oggi 19 gennaio 2017 e gli aggiornamenti

raffaele-sollecito
Raffaele Sollecito

Contro Selvaggia Lucarelli dopo il duro attacco della giornalista de Il Fatto Quotidiano, sulle cui colonne ha raccontato di aver scoperto che il ragazzo assolto per l’omicidio di Meredith Kercher è tra i 250mila membri del gruppo Facebook “Pastorizia never dies”, nel quale gli uomini – tra le altre cose – si scambiano pareri su come ammazzare le ex e su come far perdere traccia del corpo. Selvaggia Lucarelli non solo ha scoperto l’appartenenza di Raffaele Sollecito a questo gruppo, ma ha scovato anche qualche suo commento. «Maestro mi insegni come si cancellano le tracce di un delitto che ho due cose da risolvere?» gli ha scritto un utente, a cui il giovane ha replicato: «Semplice. Ci ca**i sopra e nessuno si avvicina!». A una ragazza che, invece, gli chiede di non essere crudele quando la ucciderà ha risposto: «Non ti preoccupare, sarò gentile e indolore». Ci sono, però, anche dei commenti che fanno riferimento proprio all’omicidio della studentessa inglese. A chi gli chiede se fosse pallido perché non va al mare, Raffaele Sollecito risponde: «Eh vedo tanta gente impallidire…». Si è fatto immortalare con un amministratore del gruppo davanti ad un piatto di carne e con un coltello in mano: «Gli occhi di chi ne ha viste tante, il coltello di chi le ha affettate tutte!»

Non è tardata ad arrivare la replica di Raffaele Sollecito a Selvaggia Lucarelli dopo le pesanti accuse ricevute dalla famosa blogger. Il ragazzo, imputato e poi assolto per l’omicidio di Meredith Kercher, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus per spiegare la sua versione dei fatti: «Quelli che lei ha citato sono solo dei gruppi goliardici che fanno ironia su fatti e avvenimenti di vita quotidiana semplicemente per sdrammatizzare un po’ avvenimenti vari, personali e non». Non ci sarebbe nulla di serio, dunque, in quei gruppi, nei quali si danno risposte stupide a domande stupide, perché «è semplicemente quello il gioco di questi gruppi». Quei gruppi Facebook sono per Raffaele Sollecito solo un piccolo svago in giornate di duro lavoro: «Ho capito che a Selvaggia Lucarelli piace parlare male delle altre persone, io non la conosco e non voglio nemmeno perdere tempo a capire cosa fa nella sua vita. Nemmeno la leggo, preferisco leggere articoli di giornalisti più seri e più competenti» ha concluso Raffaele Sollecito per chiudere la “diatriba” con la giornalista de Il Fatto Quotidiano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori