Al Capone / Moriva settant’anni fa il gangster che ha ispirato Scarface (oggi, 25 gennaio 2017)

- La Redazione

Al Capone: settant’anni fa moriva il gangster che ha insanguinato l’America. Scarface, film con Al Pacino, è stato ispirato alla sua vita (oggi, 25 gennaio 2017)    

al_capone
Al Capone

“Scarface”: ecco come veniva chiamato Al Capone, il gangster morto settant’anni fa a Miami a causa della sifilide. Di origini italiane (il padre era di Castellamare di Stabia e la madre di Angri), già da giovanissimo aveva iniziato a frequentare gli ambienti criminali della sua città: a undici anni abbandona la scuola e si unisce a varie bande. La svolta arriva quando si unisce alla Five Points Gang, dove conosce il famoso boss Lucky Luciano. Negli anni 20 si trasferisce a Chicago, dove diventa uno dei massimi esponenti della Mano nera, un gruppo di bande che praticava principalmente estorsioni ai commercianti delle comunità italiane stabilite in America. Ma la scia di sangue che Al Capone si è lasciato dietro in America ha avuto il suo picco nel 1924, quando si trasferisce a Cicero: qui cerca di influenzare con la sua gang le elezioni politiche per far vincere il sindaco corrotto a suo favore, e si lascia dietro un numero enorme di assassinii e uccisioni di avversari appartenenti all’ala democratica e di poliziotti. Al Capone non fu mai condannato per nessuna di queste uccisioni, dato che nessuno ha mai parlato in sui sfavore.

Nel 1926, dopo aver fatto fuori i suoi avversari, Al Capone viene affiliato a Cosa Nostra, organizzazione mafiosa siciliana: il fatto ebbe una grande risonanza nell’ambiente della malavita, in quanto era molto raro che venissero affiliate al clan persone che non avevano origini siciliane. In seguito si rese protagonista di numerose faide all’interno dei clan mafiosi e realizzò alcuni efferati delitti che passarono alla storia per la loro crudezza (come quando uccise con la mazza da baseball tre gangster durante una cena). Nel 1930 viene dichiarato dal governo degli Stati Uniti il “nemico pubblico numero uno” ma Al Capone non fu mai arrestato per nessuno dei crimini che aveva commesso in ambito mafioso, bensì per evasione fiscale. Sconterà in carcere solo sei anni – degli undici cui era stato condannato – e morì a Miami nel 1947 a causa sua, per colpa di un ictus causato dalla sifilide che aveva contratto in giovane età. La sua vita ispirò numerosi film passati alla storia tra cui Scarface, con Al Pacino: Scarface era il soprannome di Al Capone, che aveva una cicatrice sul viso causata da un altro criminale. Questi lo aveva colpito con un rasoio perché Al Capone aveva lanciato uno sguardo di troppo alla sorella.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori