Gessica Notaro / Trovato il cane di Edson Tavares: gli erano state amputate le orecchie (oggi, 28 gennaio 2017)

- La Redazione

Gessica Notaro, news: trovato il cane di Edson Tavares, in carcere per aver sfregiato con l’acido l’ex miss Emilia Romagna. Gli erano state amputate le orecchie (oggi, 28 gennaio 2017)

gessicanotaro
Gessica Notaro
Pubblicità

È stato ritrovato il cane di Edson Tavares, il ragazzo che ha sfregiato con l’acido all’inizio del mese di gennaio Gessica Notaro, la ragazza di 28 anni ex miss Emilia Romagna che lo aveva lasciato per i continui maltrattamenti cui era sottoposta. L’animale, un cane di razza pitbull, non era stato trovato fino a oggi, quando i Carabinieri forestali del gruppo di Rimini sono riusciti a risalire a lui tramite il microchip che gli era stato installato sottopelle. Al cane erano state amputate le orecchie – una forma di maltrattamento cui vengono sottoposti molti pitbull per fini estetici – ed era stato affidato a luglio scorso a Edson Tavares, nell’attesa del processo per maltrattamento di animale. Il cane era stato dato a un’altra persona, che ha detto di non sapere nulla della misura cautelare: adesso Shark, questo il nome del pitbull, è stato affidato a un canile e non si sa se verrà riaffidato a un’altra famiglia.

Pubblicità

Edson Tavares è balzato agli “onori” delle cronache per aver sfregiato con l’acido Gessica Notaro, ex miss Romagna e sua ex fidanzata che lo aveva lasciato qualche mese prima. Geloso, possessivo e violento, questo era Tavares e per questo Jessica lo aveva lasciato. A inizio gennaio 2017, la tragedia: Edson Tavares si è appostato sotto casa di Gessica e le ha lanciato addosso – principalmente sul volto, ma anche sul resto del corpo – una tanica d’acido. Il ragazzo è stato preso poco dalla polizia e trasportato immediatamente in carcere, dove è attualmente detenuto, mentre Gessica Notaro è stata trasportata al Bufalini di Cesena nel reparto Grandi ustioni, dove ha lottato tra la vita e le morte: ne è uscita vincitrice ma ne porta ancora i segni addosso. La ragazza deve subire ancora numerosi interventi chirurgici per la ricostruzione della pelle del volto, anche se dall’ospedale continua a mandare messaggi carichi di forza e speranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori