PROFESSORE UCCISO A COLTELLATE / Ancona, Alessandro Vitaletti aggredito in strada: assassino in fuga (Oggi, 29 gennaio 2017)

- La Redazione

Professore ucciso a coltellate, ultime news: Alessandro Vitaletti aggredito dal suo presunto rivale in amore. Il suo assassino si è dato alla fuga e sarebbe ricercato.

polizia-macchina_R439
Immagini di repertorio
Pubblicità

Si tratta di un omicidio forse dettato dalla gelosia, quello che vede vittima un professore ucciso a coltellate a Sassoferrato, in provincia di Ancona. A darne notizia è il sito di SkyTg24, che ha riportato la ricostruzione del delitto di Alessandro Vitaletti – questo il suo nome – stimato professore di lettere di appena 48 anni. Stando alle prime notizie che giungono dagli ambienti investigativi, la vittima si sarebbe fermato a fare benzina, quando ha incontrato, forse casualmente, il suo aggressore che lo avrebbe ferito con una ventina di coltellate rivelatesi fatali. Alcuni testimoni avrebbero riferito ai carabinieri l’identità dell’aggressore, un muratore da anni residente a Scheggia (Perugia) ma di origine calabrese, ora ricercato per omicidio volontario. Dopo l’esplosione della furia omicida che avrebbe spinto l’aggressore ad accanirsi sul professore Alessandro Vitaletti, finendolo a coltellate, l’assassino si sarebbe allontanato a bordo di un’utilitaria e sarebbe attualmente ancora in fuga, ricercato dalle Forze dell’Ordine. Nei suoi confronti il pm di Ancona, Serena Bizzari, ha emesso un provvedimento di fermo. L’identità dell’aggressore al momento non sarebbe stata resa nota per motivi puramente investigativi ma si apprende che, esattamente come la vittima, era divorziato. Probabilmente a far scattare la scintilla durante un incontro avvenuto quasi certamente per puro caso, sarebbe stata la gelosia da parte dell’omicida. L’aggressore, secondo le prime indiscrezioni, non avrebbe affatto tollerato la relazione tra il professore di lettere e la sua ex compagna. Alessandro Vitaletti, padre di due ragazzi, insegnava presso l’Istituto comprensivo di Serra San Quirico ed oltre ad essere molto stimato era anche conosciuto poiché figlio di uno storico preside di Sassoferrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori