14ENNE VIOLENTATA/ Partorisce il bimbo, il DNA inchioda il padre: l’ha stuprata mentre la moglie partoriva

- La Redazione

Stupratore ghanese: un immigrato 28enne è stato arrestato a Treviso con l’accusa di aver violentato la sorella 14enne della moglie, che al momento dello stupro si trovava in sala parto.

carabinieri_terrorismo_attentati_isis_1
Immagini di repertorio (LaPresse)

Non può non destare orrore la vicenda che ha visto protagonista un immigrato 28enne ghanese residente a Treviso, arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di aver violentato la sorella 14enne della moglie, che al momento dello stupro si trovava in sala parto. L’uomo, come riferisce Il Gazzettino, è stato inchiodato dall’esame del Dna, che ha accertato che il padre del bambino messo al mondo pochi giorni fa dalla giovane vittima della violenza è proprio il 28enne africano. Nel frattempo, la 14enne si è trasferita con la madre nel Regno Unito, dove ha appreso di essere incinta e dove ha partorito il bambino generato da quella violenza. Il test genetico, dunque, non lascia scampo allo stupratore ghanese, che adesso sarà chiamato a rispondere di violenza sessuale su minori. Una vicenda peraltro aggravata, quanto meno moralmente, dal fatto che l’assalitore abbia dato libero sfogo ai suoi impulsi mentre suo figlio stava nascendo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori