GIOVANARDI & IL LATO OSCURO DEL MONDO GAY/ Delitto Luca Varani, “perché tacere della sessualità di Foffo e Prato?” (Oggi, 4 gennaio 2017)

- La Redazione

Carlo Giovanardi e il lato oscuro del mondo gay: polemiche sulle parole del politico in un’intervista sul caso Luca Varani: perchè tacere sulla sessualità di Foffo e Prato, i due carnefici?

lucavarani
Luca Varani

Sono parole forti quelle che usa Carlo Giovanardi, ex ministro del centro destra e ora senatore del Gruppo Gal, ancora sul mondo gay di cui spesso ha criticato ed è stato attaccato su particolari stili di vita o spunti offerti dalla cronaca: questa volta è intervenuto al termini di una lunga intervista tenutasi ieri a Radio Cusano Campus in cui, dopo una lunga chiacchierata sulla politica e l’allarme terrorismo, è arrivata la domanda “classica” sul mondo gay, sapendo delle idee molto chiare e nette del politico ex Forza Italia. Prendendo spunto dal caso dell’uccisione orribile di Luca Varani a Roma, per cui il Gip ha rinviato a giudizio i due carnefici Marco Prato e Manuel Foffo, Giovanardi ha osservato come «Si rappresenta un mondo gay tutto luccicante e tutto bello, ma poi Foffo e Prato, quelli che nelle orge a Roma hanno accoppato quel poveretto dopo averlo torturato, rappresentano tutti i lati oscuri di una sessualità che, chi conosce il mondo gay lo sa, è esasperata, al limite, che è totalmente sottaciuta». Una teoria scomoda e assai politicamente scorretta e per questo motivo i social si sono subito scatenati dipendendo come «l’ennesima uscita da censore e discriminatore dell’omosessualità del politico Giovanardi».

Reazioni anche dal mondo gay che non accetta l’essere accomunati a due criminali carnefici come Foffo e Prato; «Non credo di rinunciare al mio essere garantista e liberale se dico che, in un paese dalla civiltà giuridica avanzata come il nostro, avvicinare le persone omosessuali a due feroci criminali – come ha fatto oggi Carlo Giovanardi, che ha detto testualmente in una trasmissione radiofonica che “il mondo gay” andrebbe raccontato tramite Foffo e Prato, gli assassini di Luca Varani – dovrebbe costituire una responsabilità penale in capo a chi lo fa», ha scritto l’esponente Pd Ivan Scalfarotto su Facebook. Resta come sempre l’impossibilità, come del resto dice anche lo stesso Giovanardi, di potersi esprimere riguardo alcune particolari difficoltà in termini delicati come quelli della sessualità e delle complicazioni legate a certi usi e rituali tutto l’opposto del sano rapporto tra persone. Questo non toglie che i toni di Giovanardi siano spesso prevenuti contro il mondo omosessuali, ma d’altro canto non si può neanche attaccare a prescindere il politico cattolico perché prova a dare una chiave di lettura che molti pochi hanno rilevato sul caso Varani, forse proprio per paura di una reazione così veemente su social e web come contro Giovanardi. (Niccolò Magnani)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori