MESENTERE/ Cos’è e a che cosa serve il nuovo organo umano: progressi nella cura di alcune malattie (oggi, 4 gennaio 2017)

Nuovo organo umano, scoperto il Mesentere: ecco cos’è e a cosa serve. Importante rivoluzione nella storia della medicina che potrebbe stravolgere vecchie tecniche (Oggi, 4 gennaio 2017)

04.01.2017 - La Redazione
biologia_laboratorio_provetteR439
Immagini di repertorio (Foto: LaPresse)

La nuova scoperta medica che ha sconvolto la giornata di oggi è quella della presenza di un organo fino ad ora non considerato tale. Si tratta del mesentere che a lungo era ”solo” un tessuto di collegamento tra il colon e l’intestino tenue. Questa scoperta potrebbe essere davvero molto importante nella scoperta e nella cura di alcune malattie addominali che prima erano di difficile classificazione. Questo l’ha fatto capire il Professore J.Calvin Coffey che è il professore di Chirurgia dell’University Hospital Limerick che ha lavorato alla scoperta con il suo team proprio dell’organo in questione. Ecco le sue parole in merito a questo: “Nello studio diciamo che nel corpo abbiamo un organo che fino a questo momento non era stato ritenuto tale. Questo ci aiuterà molto perchè potremo classificare meglio le possibili malattie addominali“.

Fino ad oggi, 4 gennaio 2017, eravamo abituati a vedere il mesentere come una ripiegatura membranosa del peritoneo in grado di collegare alla parete posteriore dlel’addome l’intestino tenue. Oggi però arriva la notizia di una incredibile e rivoluzionaria scoperta medica e cioè che il mesentere è un organo vero e proprio. Non è un semplice tessuto il mesentere e la novità arriva su Lancet Gastroenterology & Hepatology che è una rivista importante nel settore medico. E a cosa serve questo ”nuovo” organo? Al momento c’è da analizzare le funzioni e le caratteristiche, ma di certo è clamoroso che nel 2017 possa arrivare una novità così importante. La rivoluzione è arrivata dagli studi che hanno portato a termine nell’università di Limerick gli studiosi coordinati da J.Calvin Coffey che era su questo argomento fin dal 2012 con continue analisi e grandi difficoltà. Ha parlato anche Coffey che ha sottolineato: “Fino ad oggi non esisteva un campo di studio sul mesentere, ma ora che abbiamo definito la sua anatomia e anche la sua struttura il prossimo passo sarà studiarne le funzioni e l’influenza che ha sul nostro stato di salute“.

Il mesentere è un nuovo organo questa è la prima grandissima rivoluzione del 2017 con una scoperta che lascia tutti senza parole. Questo perchè è difficile accettare che ci fossero ancora delle parti del nostro corpo sconosciute, o comunque non interpretate nella maniera giusta, a oggi. C’è però da dire che c’era chi del mesentere aveva parlato anche moltissimi anni fa e cioè Leonardo Da Vinci. Il famoso artista lo descriveva come una struttura continua che si trovava tra il colon e l’intestino tenue. Per secoli la visione di Leonardo da Vinci è stata nei libri di anatomia, ma poi la svolta, errata, è arrivata negli ultimi cento anni. Si pensava infatti che il mesentere fosse una struttura complessa ma frammentata, una sorta di tessuto che non era assolutamente autonoma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori