Sindaco bacia il compagno? / Gesto dimostrativo a Dubai, dove vige la legge islamica: ma la foto sui social non c’è (oggi, 4 gennaio 2017)

Sindaco bacia il compagno? Il gesto dimostrativo a Dubai, dove vige la legge islamica. Ma la foto sui social non li mostra troppo vicini (oggi, 4 gennaio 2016)

04.01.2017 - La Redazione
ferrante
Michele Ferrante e Giorgio Zinno

Sfidando la legge islamica che punisce l’omosessualità come crimine, il sindaco gay di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, ha pubblicato una foto sui social network dove scherza con il compagno che fa finta di dargli un morso mentre lui si avvicina come a volergli dare un bacio. “Qui tante cose son vietate… e per ogni bacio dato, un morso ricevo”, scrive Michele Ferrante, compagno di Giorgio Zinno, primo cittadino di San Giorgio a Cremano. I due hanno si sono appena uniti grazie alle unioni civili e hanno deciso di andare in luna di miele a Dubai, città degli Emirati Arabi dove vige la legge islamica (anche se, vista la grande presenza di europei, è una città più tollerante rispetto alle altre del Medio Oriente). Vari giornali online hanno riportato che i due si sarebbero baciati come sfida alla legge di Dubai ma, in realtà, sui social non c’è traccia di quello scatto. O perlomeno di quello scatto nel modo in cui è stato descritto da tutti. L’immagine che i due hanno postato è una simpatica foto di loro che si tengono a distanza: uno fa come per lanciare un bacio, mentre l’altro apre la bocca come per morderlo.

Nonostante Dubai sia un po’ più tollerante nei confronti dei costumi occidentali, negli Emirati Arabi vige comunque la legge islamica, dove l’omosessualità è vista e punita come un crimine. Già qualche tempo fa due ragazze europee furono accusate proprio a Dubai di essersi baciate in pubblico in un ristorante: un uomo presente nel locale aveva chiamato la polizia e le due hanno rischiato non solo l’espulsione dal paese, ma anche la reclusione fino a due mesi di carcere. Lo scatto pubblicato da Michele Ferrante, compagno del sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno, ha avuto più di cento condivisioni e sono tanti gli utenti che hanno commentato lo scatto con simpatia, ricordando anche ai due che però a Dubai potrebbero essere puniti con il carcere per un gesto del genere. Sono in molti a dire che con il loro scatto Giorgio Zinno e Michele Ferrante abbiano voluto sfidare la legge dell’integralismo islamico e chissà che non confermino questa versione dando delucidazioni sul loro gesto. Clicca qui per vedere la foto pubblicata da Michele Ferrante.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori