Befana 2017/ Frasi di auguri, immagini e video per WhatsApp e Facebook: messaggi divertenti e in rima per stupire ancora (oggi 6 gennaio)

- La Redazione

Frasi di auguri per la Befana 2017 per WhatsApp e Facebook: dediche originali e divertenti, ancor meglio se un po’ cattivelle da inviare il giorno dell’Epifania (oggi, 6 gennaio 2017).

Epifania-Befana_R439
Befana 2017

Oggi, nel giorno dell’Epifania, non poteva mancare una Befana nerazzurra che fa gli auguri a tutti i tifosi dell’Inter tramite il sito Internet e gli account ufficiali sui vari social network della società. Una sezione del sito dell’Inter durante queste festività è stato appositamente dedicato agli auguri e naturalmente ai possibili regali nerazzurri che i tifosi possono acquistare, con una grande attenzione dunque al marketing. Ecco dunque che la Befana nera che sulla propria scopa vola sullo sfondo del cielo blu e della Luna gialla (i tre colori dello stemma dell’Inter) è un richiamo a visitare l’apposita sezione del sito all’indirizzo http://wonderland.inter.it/it. In precedenza c’erano già stati altri appuntamenti in tema natalizio, compresa la possibilità di scrivere una lettera a Babbo Natale per chiedere regali nerazzurri, ma la chiusura delle feste naturalmente spetta alla simpatica vecchietta, una Befana che a tutti i tifosi dell’Inter sarà risultata senza dubbio particolarmente simpatica.

In tanti oggi faranno gli auguri per la Befana e per una felice Epifania ma forse in pochi conoscono da dove nasce la grande leggenda sui dolcetti lasciati dalla simpatica “vecchina” nella notte tra il 5 e il 6 gennaio di ogni anno: per prima cosa bisogna sapere che il termine befana arriva dal greco “epifania”, come la festa in cui si festeggia oggi. E poi, la tradizione è molto più vicina alla storia del cristianesimo con i re magi di quanto si possa immaginare: come narrano le primissime tradizioni sulla Befana, un una fredda sera d’inverno tre uomini eleganti e ricchi suonarono alla porta di una anziana vecchina, e le chiesero dove era la strada per Betlemme per andare a trovare il bambino Gesù, ma, nonostante le loro insistenze lei non si unì a loro perché aveva troppe faccende da sbrigare. «Dopo che i Re Magi se ne furono andati sentì che aveva sbagliato a rifiutare il loro invito e decise di raggiungerli. Uscì a cercarli ma non riusciva a trovarli. Così bussò ad ogni porta lasciando un dono ad ogni bambino nella speranza che uno di loro fosse Gesù. Così, da allora ha continuato per millenni, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio a cavallo della sua scopa», si legge sul sito ufficiale della Befana “italiana”. Auguri cara “vecchina” allora, e buon riposo dopo lo sforzo estremo di questa notte!

Sui social e non solo in queste ore si rincorrono le frasi e gli auguri per la Befana 2017, ricorrenza molto cara soprattutto ai più piccoli per l’arrivo della mitica calza colma di dolciumi. Ma la Befana esiste davvero? La risposta è sì e giunge direttamente da Monteroni, centro sito in Puglia e precisamente nel Salento dove è stata istituita “La Casa della Befana”, nata da un’iniziativa portata avanti con tenacia dal parroco e da un noto pasticcere del posto. Dopo aver raggiunto i bambini di Norcia portando doni dal Salento ai piccoli terremotati, ora la Befana si candida ad una sfida ancora più importante, quella di riuscire ad avere la meglio su Babbo Natale mettendo fine a questa annosa “concorrenza” di doni. E’ quanto emerso nel corso della trasmissione La vita in diretta, in collegamento proprio dalla Casa della Befana dove si è sottolineato l’appartenenza della simpatica “vecchina” alla tradizione ed alla cultura italiana, motivo per il quale andrebbe preservata e celebrata nel modo più giusto. A quanto pare, la prima vera “vecchina” della storia si troverebbe a Monteroni, nel Salento, e risponderebbe al nome di Maria Oronza Epifani, alla quale sarebbe stata dedicata addirittura una sede con tanto di targa da parte del Comune.

Vi siete presi all’ultimo momento nella ricerca di una frase di auguri per il giorno della Befana o un video originale da dedicare alle vostre amiche, alle parenti o perché no anche alla moglie o fidanzata? Non sapete dove sbattere la testa per una dedica originale ma assolutamente non banale? Eccovi di seguito alcune dediche che potrete usare in extremis per non farvi cogliere impreparati, soprattutto nell’ultimo giorno utile per augurio speciale dedicato alla simpatica vecchina. Tra le dediche originali adatte a tutti i gusti non potranno mancare le seguenti simpatiche frasi: ‘Ho chiesto a Dio l’erba e mi ha dato un prato, gli ho chiesto l’acqua e mi ha dato il mare, gli ho chiesto di parlare con la Befana e mi ha dato il tuo numero’ , ‘ Stavo pensando, oggi è il giorno della Befana: quindi vedi di metterti a dieta se no rischi di rimanere incastrata nel camino’ , ‘ Cara Befana, hai una certa età. Ma tu sei come il vino, invecchiando migliori’. Chi di voi desidera associare ad una frase divertente o originale anche un video perfetto per fare colpo su una cara amica, ha a disposizione una carrellata di proposte all’insegna dell’allegria, ecco la classica filastrocca sulla Befana animata con le divertenti immagini (clicca qui per vederla) o il video di ‘Arriva la Befana’ cantato da Le Mele Canterine (scaricalo qui).

Oggi 6 gennaio 2017 si celebra la tanto attesa festività dell’epifania, dove da tradizione la Befana nella notte viaggia di casa in casa per lasciare calze colme di dolci doni e altre prelibatezze a coloro che si sono comportati bene nello scorso anno. In questo giorno che chiude le festività natalizie anche la Juventus ha voluto fare gli auguri a tutti i fan del club bianconero, tramite una foto pubblicata sul proprio profilo ufficiale su Facebook, nel quale si legge: “Tanti auguri e… piano coi dolci, bianconeri: tra due giorni finalmente si torna in campo!”. La Juventus è infatti attesa in campo già questa domenica nella 19^ giornata di serie A nel match contro il Bologna: un match senza dubbio importante che permetterà alla formazione di Massimiliano Allegri non solo di iniziare il 2017 con il giusto passo ma anche di aumentare il distacco in classifica che i bianconeri hanno costruito fino a oggi. Con i 42 punti ottenuti e le prestazioni in Champions League non abbiamo dubbi che la Befana per questo 2017 porterà moltissimi dolci ai bianconeri!.

La Befana 2017 ha riempito di gioia il risveglio di molti bambini con doni e frasi messaggi di auguri ricchi di significato. In questa giornata dedicata all’ultima parte delle festività, non mancheranno foto, video e filastrocche da inviare su whatsapp e sui social network al fine di fare gli auguri alle persone care. Ma quali sono i messaggi che catturano l’attenzione? sicuramente quelli meno scontati e che, in qualche modo, riflettono un’attenta ricerca da parte del mittente. E allora perché non stupire i tanti destinatari con una dilettevole filastrocca? Ecco una delle tante proposte pubblicate da filastrocche.it e composta da Gina Vaj Pedotti: “Presso la nera cappa del camino, una calzina in grande attesa sta. / Con il suo sacco ed il suo lumicino a notte la Befana scenderà./ Ma un tormento sta in cuore a Tino e a Tina: /“Ci vorrebbe la calza di una donna,/ a nostra è troppo corta e piccolina!”/ “Appendiamoci quella della nonna!”./ Vanno al mattino i piccoli bricconi/ alla scoperta dei sognati doni./ Ma che c’è nella calza lunga e nera?/ Un paio d’occhiali e una dentiera…”.

Il conto alla rovescia è iniziato per una delle feste dell’anno più gradite da grandi e piccini: la Befana arriverà nella notte tra il 5 e il 6 gennaio e rappresenterà l’occasione perfetta per inviare una dedica ai propri amici con un simpatico messaggio, sia esso rappresentato solo dalle parole per il classico sms o ancor meglio un video o una foto con annessa una divertente frase. Il web pullula di simpatiche proposte nelle quali non mancano riferimenti di ogni tipo alla vecchina, immancabilmente paragonata alla donna. Sono davvero tantissime le frasi che potranno essere utilizzate per inviare un messaggio da auguri ad una cara amica, associate proprio ad un video da spedire attraverso WhatsApp o postare nella propria pagina Facebook o Instagram. Chi desiderasse ricordare la tradizionale filastrocca ‘la Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte e il vestito alla romana ‘ potrà farlo cliccando qui e scaricando il video nel quale verrà proposto il paragone tra il 6 gennaio e l’8 marzo, giorno della festa della donna. Sempre in un simpatico filmato, clicca qui per scaricarlo, si trova invece scritta la frase: ‘Volevamo informarla che abbiamo ricevuto il suo curriculum, e siamo lieti di comunicarle che per il 6 gennaio lei è stata assunta’. E perché non pensare ad una canzone dedicata alla Befana: ecco A te di Jovanotti in versione modificata e cantata dall’insostituibile Tom!

La Befana 2017 offre la possibilità di fare ad amici e parenti auguri molto originali. Si può optare per una foto divertente o un’immagine animata da scaricare dal web, oppure per un video da condividere su WhatsApp o sui social network. Il tema è sempre  lo stesso, quello dell’anziana streghetta che riempie le calze in piena notte e che si sposta grazie alla sua scopa, un oggetto di uso comune che in questa ricorrenza assume un carattere del tutto magico. In rete è possibile reperire una serie di poesie più o meno note dedicate proprio alla Befana, alcune di autori celebri altre scritte da utenti sconosciuti. Vi segnaliamo quella composta da Maria Maltoni (1890 – 1964), fondatrice di un metodo didattico innovativo basato sull’esperienza reale dei bambini e sull’osservazione degli eventi, e postata dal blog graphomania.it: “La befana vien pianino / cala giù per il camino,/ porta ai bimbi che son buoni/ tante chicche, tanti doni./ Ma se buoni non sarete,/ nella calza troverete,/come chicchi, come doni,/ aglio, cenere e carboni”. 

Siamo giunti al tanto atteso giorno dedicato alla Befana 2017, evento festivo amato dai più piccoli ma che, allo stesso tempo, segna la fine di tutte le festività del periodo. Anche oggi, sugli smartphone di tutta italia continuano a rincorrersi frasi e messaggi di auguri più o meno divertenti e a farne le spese sono spesso le donne, associate alla celebre vecchietta sulla scopa. Come sorprendere i propri amici in questo giorno così speciale senza essere banali? Le frasi di auguri in rete sono tantissime, alcune più celebri altre meno. Fra quelle conosciute ma spesso dimenticate ricordiamo la filastrocca di Gianni Rodari che recita così: “Viene viene la Befana/ da una terra assai lontana/ così lontana che non c’è/la Befana… sai chi è?”, ma se l’augurio è destinato ai più piccolo meglio prevedere anche un dono, magari una piccola calza piena di dolci, cioccolatini e caramelle di ogni tipo. Come sempre, via libera alla fantasia, per non rischiare di essere ripetitivi, o peggio, banali.  

Un messaggio di auguri ad effetto in occasione del giorno della Befana fa sicuramente la sua bella figura se associato ad una divertente foto o ad un video divertente. Se le proposte per i video sono davvero molto numerose (vedi sotto), non sono certo da meno le immagini simpatiche che raffigurano l’amata vecchina associata ad una frase a lei dedicata. Se volete sfatare l’immagine della Befana come donna a dir poco bruttina, potrete certo trasformarla in una persona sinuosa e attraente, che potrebbe dare la sua bella ‘lezione’ agli uomini (clicca qui per vedere l’immagine). Che dire invece di una Befana sfortunata? Eccola in questa foto (clicca per vederla) nella quale la povera vecchina non è riuscita a portare a termine il suo compito, affermando: ‘Quest’anno niente carbone, la Befana si è schiantata’. Che dire della classica immagine nella quale la Befana informa che quest’anno porterà solo carbone? Clicca qui per scaricarla.

La scopa della Befana, simpatica vecchina dall’aspetto un po’ spaventoso, ha molteplici usi che non riguardano solo il poter volare per portare dolci o carbone ai bambini in giro per il mondo. Innanzitutto secondo alcune storie la Befana la userebbe per colpire chi la sorprenda a lasciare i doni al camino – e a giudicare dal bastone della scopa dovrebbe fare abbastanza male – mentre secondo altre servirebbe a coprire le tracce del suo passaggio visto che, entrando dal camino, sparge la fuliggine per il pavimento. Se la famiglia è di gradimento della vecchietta, la Befana usa la scopa anche per mandare via le maledizioni e le brutte cose che aleggiano intorno alla casa, portando così fortuna ai suoi abitanti. Insomma, la scopa non serve alla Befana solo per volare (e comunque è già una grande cosa) ma anche per fare del bene in giro per il mondo, oltre ovviamente a rendere felici i bambini con i suoi dolci.

Una delle festività più amate dai bambini è quella della Befana, che si arricchisce di celebrazioni grazie all’evoluzione della tecnologia. Potete, infatti, inviare auguri divertenti e originali con GIF attraverso Facebook, WhatsApp e Instagram. Se non volete cercarle in rete, potete crearle, rendendole personalizzate: ci sono applicazioni per smartphone e tablet Android e iOS che possono aiutarvi in tal senso. Ecco allora come creare GIF di auguri per la Befana 2017 e come condividerle sui social network. Una tra le più famose è “Boomerang”: basta utilizzare la fotocamera per creare l’immagine desiderata, che poi può essere condivisa su Facebook e Instagram o salvata nel rullino fotografico per essere condivisa successivamente su WhatsApp. Ovviamente usate un po’ di fantasia e creatività per creare immagini animate divertenti, festeggiando così la Befana 2017 in maniera del tutto originale.

Non tutti lo sanno, ma intorno alle leggende che ruotano intorno alla storia della Befana, ce n’è anche una che parla della nascita dei gatti neri. Secondo questa particolare storia, raccontata sul sito Giardino di Fata, un tempo i gatti neri non esistevano, c’erano solo con il manto tigrato: l’unico gatto nero esistente al mondo era quello della Befana, e l’accompagnava in ogni suo viaggio. Un anno il micio fece cadere un regalo dalla sacca dei doni e la vecchina, perdonandolo, gli disse però che non si poteva lasciare un bambino senza doni e che allora sarebbe dovuto andare lui in regalo al piccolo. Il bimbo, vedendo scendere dal camino un gatto nero, era al settimo cielo e diventò amico inseparabile del felino. Questo è anche uno dei motivi per cui non è assolutamente vero che i gatti neri portano sfortuna, anzi: sono invece fonte di gioia e felicità e tutti lo dovrebbero tenere a mente.

La Befana è una delle feste più amate di inizio anno, non solo perché nella calza appesa al camino compaiono numerosi dolci e leccornie, ma anche perché la giornata del 6 gennaio è generalmente ricca di eventi dove andare. Ma come si festeggia nel resto del mondo l’Epifania? In Spagna non c’è la Befana, ma sono i Re Magi che consegnano i dolci ai bambini: è tradizione del paese poi, lasciare davanti la porta un bicchiere d’acqua per i cammelli assetati. In Germania l’Epifania non è un giorno di festa, ma le strade si riempiono di gruppi che cantano, mentre in Romania i bambini vanno di casa in casa a raccontare delle storie. In Russia invece il 6 gennaio è il giorno in cui termina l’Avvento (secondo il calendario giuliano adottato dalla Chiesa russa) e, di conseguenza, il 7 gennaio è Natale. Paese che vai, tradizione che trovi: ma è comunque un giorno gioioso per i bambini e uno dei più amati dell’anno.

La Befana 2017 sta per arrivare e i più piccoli non vedono l’ora di ricevere la calza con i regali e i dolci. Ovviamente sono molti gli eventi organizzati in più parti d’Italia che promettono di emozionare grandi e piccini: a Mondovì si raccoglieranno delle mongolfiere che spargeranno in cielo diversi colori in occasione dell’Epifania, a Milano sfilerà il corteo dei Re Magi, mentre a Riva del Garda la Befana uscirà dal lago e consegnerà dei regali ai bambini. A Roma la Befana sarà presente come ogni anno a piazza Navona e anche al Bioparco, mentre ad Amatrice andrà in scena Christian De Sica. Ovviamente ci sono altri e numerosi eventi che hanno come protagonista la Befana in questo 2017, e questi sono solo alcuni dei più significativi e particolari che saranno organizzati in Italia, dove ogni anno viene data grande centralità a questa giornata. Pronti a godervi quest’Epifania, prima che le feste se le porti via?

Tra le tante proposte per un messaggio di auguri originale per il giorno della Befana, è possibile anche allontanarsi dalle classiche frasi o video ad effetto, per prendere in considerazione qualcosa di più originale. Perché dunque non pensare alle barzellette dedicate alla simpatica vecchina? O ancor meglio ai classici colmi brevi e divertenti? Pensiamo ad esempio a ‘Qual è il colpo per la Befana? Non saper giocare a scopa!’ o al contrario: ‘Qual è il colmo per il figlio di Babbo Natale? Credere alla Befana’. Non mancano, in alternativa le barzellette classiche e divertenti: ‘Una signora anziana sta per entrare sull’autobus quando l’autista le dice: 6 gennaio, la Befana. E lei risponde: 2 novembre li morti toi’. ‘A una cena sono presenti la Befana, Babbo Natale e un carabiniere. Ad un tratto sparisce la torta. Chi l’ha mangiata? Il carabiniere! Perché? Perché gli altri due non esistono’.

Alla vigilia del 6 gennaio, giorno dedicato sia all’Epifania che alla Befana, non possono mancare le filastrocche dedicate alla simpatica vecchina che arriva in tutte le case per portare doni ai bambini. Ecco perché sono proprio loro i destinatari di queste poesie, che potranno comunque essere prese da spunto per inviare un messaggio d’auguri originale ai grandi e soprattutto ai piccini, siano esse scritte da autori classici o da semplici utenti di siti web dedicati alla simpatica festa di inizio gennaio. ‘O Befana, Befanina/ non passare tanto in fretta/ non scordare la mia casina/ non scordare la mia calzetta. Tu, venendo a notte fonda/ quando dormo e penso a te/ la mia calza fai ben tonda/ sarò lieto come un re (di M. Giusti). Oppure: ‘Zitti zitti bimbi buoni/ presto presto giù a dormine/ La Befana è per venire con il suo sacco pieno di doni./ Fuori soffia tramontana/ e vien giù la neve bianca/ ma per i bimbi la Befana/ non ha freddo e non si stanca’.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori