PIERO VALDISERRA È MORTO / News, addio al giornalista esperto di enogastronomia e marketing (oggi, 7 gennaio 2017)

- La Redazione

Pietro Valdiserra è morto, addio al giornalista esperto di enogastronomica e marketing. Aveva scritto un libero che aveva elevato opera d’arte gli spaghetti alla bolognese. (oggi, 7 gennaio)

pastina
La copertina del libro di Piero Valdiserra

Si è spento oggi ad appena cinquantanove anni il noto giornalista Piero Valdiserra. Era un grandissimo esperto di enogastronomia e anche di marketing. Aveva scritto un libro che aveva elevato ad opera d’arte gli spaghetti alla bolognese, l’opera si chiama ”Spaghetti alla bolognese: l’altra faccia del tipico’‘. Questo libero rendeva il piatto tipico emiliano un vero e proprio brand che poteva aiutare ad esportare anche all’estero un marchio di famiglia molto apprezzato già in tutto il nostro paese. Tanta fu la passione che mise nel suo libro e nelle sue ricerche che fu premiato con una pubblicazione su Le Monde e sul Guardian che portarono l’uomo a farsi conoscere in tutto il mondo. Piero Valdiserri non era però solo questo, perchè era un giornalista molto duttile e sempre pronto a mettersi a disposizione del compito che di volta in volta si prendeva e trasformava in un obiettivo. Sicuramente era un uomo molto apprezzato e di una cultura incredibile in diversi settori della conoscenza.

E’ venuto a mancare oggi all’età di cinquantanove anni il giornalista Piero Valdiserra. Andiamo a scoprire più da vicino chi era con alcuni cenni alla sua carriera. Il suo più grande successo è stato sicuramente il libro ”Spaghetti alla bolognese: l’altra faccia del tipico” con il quale finì addirittura su Le Monde e sul Guardian. Dal 1998 era il direttore markteing e relazioni esterne della Rinaldi Holding, quest’ultima è sicuramente una delle realtà più importanti del nostro paese nel beverage alcolico. Inoltre Piero Valdiserri era un ricercatore economico e aveva lavorato come responsabile di uffici stampa svolgendo un compito di rilievo nel settore della formazione e anche come consulente di direzione. Uno dei suoi altri grandi successi di pubblico e di critica arriva nel 2007 quando pubblicò il libro ”50 calici di un bevitore curioso”. Tre anni più tardi invece scrisse a quattro mani con Giulio Biasion ”Bologna la garassa Bologna la magra“. Fu protagonista della scrittura anche di un libro che si discosta un po’ da questi quando nel 2011 pubblicò ”La geometria del viaggio’‘.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori