ATTACCO IN FRANCIA/ Marsiglia, stazione St. Charles: “Una donna sgozzata, l’altra uccisa a coltellate”

- Niccolò Magnani

Attacco a Marsiglia, Francia: uomo accoltella e uccide due passanti alla stazione Saint-Charles di Marsiglia, prima di essere abbattuto e ucciso anche lui dai soldati dell’antiterrorismo

attentato_francia_attacco_terrorismo_marsiglia_stazione_polizia_twitter_2017
Attentato in Francia alla Stazione Saint Charles di Marsiglia (Twitter)

I dettagli emersi sul presunto attacco terroristico in Francia, più precisamente alla stazione St. Charles di Marsiglia, sono a dir poco agghiaccianti. A rivelarli una donna, che era in zona quando l’aggressore è passato all’attacco. La turista, che stava prendendo il sole davanti alla stazione mentre aspettava il suo treno, ha raccontato cosa è accaduto al quotidiano francese Le Monde. «L’uomo ha riempito di coltellate una donna, poi ho visto un’altra a terra. Era stata colpita ripetutamente al collo». L’attaccante è avvenuto alle 13.45 circa. L’uomo è stato abbattuto subito dopo dai militari coinvolti nell’operazione Sentinelle. La sezione antiterrorismo della Procura di Parigi ha ricevuto l’incarico di seguire le indagini, ma gli investigatori invitano alla calma, anche se la matrice terroristica appare evidente. L’uomo avrebbe infatti urlato “Allah akbar” prima di essere abbattuto dalla polizia. (agg. di Silvana Palazzo) 

MACRON PROFONDAMENTE INDIGNATO

Giungono ulteriori novità rispetto al grave attacco che si è compiuto oggi in Francia, precisamente a Marsiglia, da parte di un uomo armato di coltello e che è poi stato abbattuto dalla polizia. Le vittime, è stato confermato, sono due ma non un uomo ed una donna come emerso inizialmente, bensì due donne. Lo riporta Repubblica.it che rivela come entrambe fossero giovanissime, rispettivamente di 21 e 30 anni (17 e 20 secondo l’Ansa che cita fonti del sindacato di polizia Unsa-Police). Le due giovani sarebbero state una sgozzate e l’altra pugnalata al torace. L’assalitore era già noto alle forze dell’ordine per una serie di crimini comuni – scippi e traffico di stupefacenti – che era solito compiere sotto vari alias ma non per terrorismo. Le sue sette identità con cui era stato individuato in vari paesi del Maghreb, però, la dicevano lunga sulla sua pericolosità. Quel “Allah Akbar” urlato mentre pugnalava le due donne ha però acceso ulteriormente l’allarme attentato. Un atto incredibilmente feroce, quello accaduto oggi e che ovviamente ha generato grande entusiasmo sul web da parte dei sostenitori dell’Isis con foto ed appelli a nuovi assalti. Da parte invece dello Stato Islamico non sarebbe giunta al momento alcuna rivendicazione. Al momento l’ipotesi di reato è quella di omicidio a scopo terroristico, tentato omicidio di pubblico ufficiale, associazione per delinquere. A seguire le indagini è la procura antiterrorismo. Il presidente francese Macron ha espresso grande sdegno per l’accaduto dicendosi “profondamente indignato per l’atto barbaro”. In un tweet ha espresso vicinanza alle famiglie delle vittime e sostegno “ai militari di Sentinelle e ai poliziotti che hanno reagito con sangue freddo ed efficacia”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

NUOVO ATTACCO TERRORISTICO

Grave attacco probabilmente terroristico alla stazione di Marsiglia pochi minuti fa: come riportano i media francesi, la situazione ora è tornata alla normalità dopo lo spavento e i tragici fatti delle ultime ore, quando cioè un uomo ancora non identificato ha aggredito, accoltellato e ucciso due passanti alla stazione St. Charles di Marsiglia, prima di essere abbattuto a sua volta dall’intervento della polizia marsigliese. L’operazione di Polizia è ancora in corso con l’intera zona della stazione evacuata per ogni passante: le vittime sono un uomo e una donna e purtroppo la loro morte è stata confermato dalla stessa polizia di Francia, di fronte all’ennesimo attentato. Traffico interrotto, squadre dell’anti-terrorismo in azione e situazione drammatica ancora una volta in Francia: nelle prossime ore tutte le eventuali novità, con il bilancio delle vittime che recita al momento tre persone, terrorista incluso. IL

IL KILLER AVREBBE URLATO “ALLAH AKBAR”

«Marsiglia: dopo l’attacco compiuto vicino alla stazione Saint-Charles, mi reco immediatamente sul posto», ha scritto su Twitter il ministro degli Interni Gerard Collomb in questi ultimi minuti. La stazione di Saint Charles è stata evacuata e il traffico dei treni dell’intera regione interrotto per qualche ora: secondo le nostre informazioni, la pista terroristica è privilegiata con i soldati dell’operazione Sentinel entrati in azione. Tenendo conto di evitare ogni immediata conclusione su un attentato di stampo islamista, va riportato di alcune voci presenti a Marsiglia che raccontano di aver udito l’attentatore urlare “Allah Akbar”, l’odioso grido di battaglia degli jihadisti dell’Isis, prima di attaccare e accoltellare a morte due inermi passanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori