Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: Sabrina Misseri, la Cassazione non fa sconti sulla pena (11 ottobre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: fiducia per la legge elettorale. Grave incidente nel messinese. Strage nell’Università di Mombasa. Sabato si gioca Roma-Napoli. (11 ottobre 2017).

senato_aula_voto_fiducia_lapresse_2016
L'Aula del Senato (LaPresse)

SABRINA MISSERI, NESSUNO SCONTO DI PENA

La Corte di cassazione ha negato alcun sconto di pena a Sabrina Misseri, condannata all’ergastolo per l’omicidio della cugina Sarah Scazzi. Nel motivare la conferma dell’ergastolo per lei e la madre Cosima Serrano si legge che “non merita sconti di pena per le “modalità commissive del delitto” e per la “fredda pianificazione d’una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati, obliqui e fuorvianti, al conseguimento dell’impunità”. Sabrina, inoltre, avrebbe strumentalizzato giornali e televisioni deviando le investigazioni con “astuto e freddo motore propulsivo” verso “piste fasulle”. (Agg. Paolo Vites)

LEGGE ELETTORALE, OGGI I PRIMI VOTI DI FIDUCIA

Le prime due richieste di fiducia da parte del governo sulla nuova legge elettorale, da tenersi in giornata, in un forte clima di tensioni. I militanti del Movimento 5 stelle manifestano in piazza a Montecitorio, mentre in aula durante l’intervento di uno di loro sono scoppiati fischi e grida all’indirizzo del capo dello stato nominato nell’intervento stesso. Il Pd ha spiegato la decisione di ricorrere al voto di fiducia dicendo che una legge elettorale “non si può approvare a colpi di voto segreto” e che “La fiducia è l’estrema ratio per far sì che il Parlamento, con un consenso più ampio oltre alle forze di governo, dia al Paese una legge di natura parlamentare”. Da parte sua i cinque stelle sostengono che “La fiducia sulla legge elettorale significa non poter discutere una legge e non tenere conto delle regole democratiche nelle aule parlamentari”. (Agg. Paolo Vites) clicca su questo link per la diretta live del voto

CALABRIA 16ENNE SI DECAPITA CON LA MOTOSEGA

Stava aiutando il padre a tagliare la legna raccolta per l’abitazione di famiglia, nella parte alta di Francavilla Marittima in provincia di Cosenza, Calabria. Il padre si è allontanato per qualche motivo e il ragazzino, 16 anni, ha continuato a lavorare con la motosega che stava usando. Però per motivi da chiarire, la giovane età, o l’inesperienza, il macchinario è sfuggito al suo controllo è la motosega gli ha reciso la carotide, quasi tagliando la testa dal corpo. Inutili i tentativi di fermare l’emorragia, è morto lì per terra. Nonostante la gravissima ferita il 16enne è riuscito a entrare in casa cercando la madre ma è stramazzato a terra. Ci sono molti perché sull’episodio che i carabinieri stanno indagando. (Agg. Paolo Vites)

GRIGNETTA, RIALZATA LA CROCE ABBATTUTA DA VANDALI

La croce si trova sulla cima del monte Grignetta, nel lecchese, era stata trovata abbattuta e a fianco anche la statua della Madonnina buttata per terra e fatta a pezzi. Un gesto che aveva sconvolto i molti alpinisti e i semplici turisti che giungono fin quassù: un gesto blasfemo a opera di gente che comunque frequenta le montagne. Qualcuno aveva ipotizzato inizialmente che la croce fosse stata abbattuta dal vento ma è stato facile capire che era stata divelta così come era stata spezzata la testa della Madonnina. Il Cai di Lecco ha già provveduto a risistemare la croce al suo posto mentre la statua della Madonna è stata portata a riparare. Il commento del Cai: “Segno d’idiozia. Perché solo degli idioti possono pensare e mettere in pratica un gesto simile”. (Agg. Paolo Vites) CLICCA SU QUESTO LINK PER LA NOTIZIA APPROFONDITA

FIDUCIA PER LA LEGGE ELETTORALE

Chiara indicazione del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni che insieme al suo esecutivo è orientato a mettere la fiducia alla nuova legge elettorale, licenziata ultimamente dalla commissione per gli affari costituzionali. Il premier ha l’intenzione di evitare le tensioni interne, in vista dell’importante tornata elettorale della prossima primavera, ma allo stesso tempo vuole approvare la legge con la quale gli italiani devono scegliere il nuovo parlamento, e farlo anche in tempi brevi. Il ricorso alla fiducia è stato immediatamente stigmatizzato dall’opposizione, tra di essi i più veementi i parlamentari del Movimento Cinque Stelle, per la quale il ricorso alla fiducia rappresenterebbe un vero e proprio attacco alla democrazia.

GRAVE INCIDENTE NEL MESSINESE

Una donna è morta in un grave quanto inspiegabile incidente in provincia di Messina. La donna una 52enne della zona si stava apprestando ad attraversare la strada, quando è stata colpita al volto da un carico sporgente di un camion che stava procedendo lungo la statale. Immediati i soccorsi ma per la passante non c’è stato nulla da fare, essa è spirata tra le braccia del figlio prima dell’arrivo dell’ambulanza. Al camionista immediatamente identificato dalle forze dell’ordine giunte sul luogo, è stato effettuato il test antidroga, quest’ultimo è risultato negativo. L’ipotesi più accreditata è al momento che il guidatore abbia effettuato una manovra errata, stante che prima di investire la donna aveva colpito un auto in sosta.

STRAGE NELL’UNIVERSITA’ DI MOMBASA

Ennesima strage in Kenya a carico degli studenti dell’università di Mombasa, quella avvenuta oggi, quando una decina di uomini armati hanno attaccato con armi da fuoco i pulmini che stavano trasportando gli studenti verso i campus all’interno dell’ateneo. Un primo bilancio reso noto da fonti interne al Technical University parlano di almeno due morti e una decina di feriti, tra di essi anche i poliziotti che accompagnavano gli autobus con funzioni di scorta. Non è la prima volta che gli atenei vengono colpiti, due anni fa molti ricordano la strage di Garissa, quando in una sparatoria persero la vita 148 studenti e più di duecento rimasero feriti. Nella prima conferenza stampa della polizia il portavoce delle forze dell’ordine parla esplicitamente di attacco terroristico, identificando gli attentatori come estremisti islamici.

CALIFORNIA INFERNO DI FUOCO

Si aggrava la situazione in California, stato americano colpito da una serie si incendi. Almeno undici i morti e un centinaio i dispersi, in un rogo che si è alimentato da un pauroso vento. Centinaia i vigili del fuoco impegnati che vengono supportati dall’impiego di una decina di elicotteri della protezione civile. Oltre quarantamila gli ettari di terreno boschivo distrutti, e ventiduemila le persone evacuati nelle millecinquecento case colpite dall’ordine emesso dal governatore dello stato. Sui roghi sta indagando l’FBI stante il sospetto che alcuni dei 25 roghi possano avere origini doloso, in tal caso in caso di arresto le pene potrebbero arrivare finanche a 15 anni di reclusione. Il portavoce della casa bianca ha fatto sapere che il presidente Trump è costantemente aggiornato.

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2018, FRANCIA E PORTOGALLO AVANTI OLANDA ANCORA ELIMINATA

La seconda giornata di qualificazioni ai Mondiali 2018 ci regalano altre interessanti novità con eliminate di qualità e anche tante conferme. Non basta il 2-0 alla Svezia da parte dell’Olanda che rimane ancora una volta fuori dai Mondiali come accaduto già quattro anni fa in Brasile. Bel successo del Portogallo 2-0 contro la Svizzera che manda gli elvetici ai playoff. Va avanti anche la Francia di Didier Deschamps che ha superato 2-1 la Bielorussia. Agli spareggi vanno anche Svezia e Grecia. Ecco tutti i risultati di ieri: Belgio-Cipro 4-0, Estonia-Bosnia 1-2, Francia-Bielorussia 2-1, Grecia-Gibilterra 4-0, Lettonia-Andorra 4-0, Lussemburgo-Bulgaria 1-1, Olanda-Svezia 2-0, Portogallo-Svizzera 2-0, Ungheria-Far Oer 1-0.

SERIE A, ROMA-NAPOLI SI GIOCA ALLE 20.45 MA..

Mancano tre giorni, ma al momento sono diverse le polemiche già che si muovono in merito alla gara Roma-Napoli. Aurelio De Laurentiis aveva parlato di una gara che si sarebbe giocata alle ore 18.00, invece alla fine la partita si giocherà alle ore 20.45 con un piano di sicurezza veramente molto importante. La gara sarà vietata ai residenti in Campania e questo anche sembrava non essere in discussione. Il vertice che si è tenuto ieri è stato svolto in presenza dei dirigenti della polizia individuati da Guido Marino questione di Roma. Ai tifosi napoletani di Roma sono stati riservati solo quattromila posti. Ora però basta parlare di queste situazioni, perchè il resto sarà affidato al campo dove vedremo chi avrà la meglio e chi saprà prevalere tatticamente e tecnicamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori