Regista italiano ci prova con aspirante attrice/ Video il provino di Natasha e l’incontro in albergo (Le Iene)

- Emanuela Longo

Produttore e regista ci provano con aspirante attrice: il viaggio insieme a Natasha nel mondo dei casting. Nuda in una stanza di albergo ma senza la parte.

provini_natasha_le_iene
Natasha, giovane aspirante attrice (Le Iene)

Nella puntata di ieri della trasmissione di Italia 1, Le Iene, riprendendo il discorso delicatissimo che sta impazzando in questi giorni e che vede il grande scandalo attorno al produttore hollywoodiano Harvey Weinstein, ha trasmesso un servizio con protagonista una giovane aspirante attrice alle prese con un provino alquanto particolare. Lei è Natasha, 21enne ucraina, vuole fare l’attrice e si è resa complice della trasmissione per riprendere di nascosto l’incontro con un regista in una stanza d’albergo, in occasione di un presunto provino. La giovane però, alla fine si è ritrovata nuda e soprattutto senza la parte che tanto sperava. Pur non avendo mai studiato recitazione, si ritiene molto simpatica e con un talento innato. Non ha un agente e si presenta puntualmente ad ogni casting sperando di farsi finalmente notare. Ecco allora che Viviani, storica iena di Italia 1, ha approfittato del nuovo provino di Natasha per seguirla durante il suo viaggio nel mondo dei casting cinematografici. La 21enne si presenta nel luogo dell’appuntamento trovandosi di fronte al produttore, ad un suo collaboratore ed alla segretaria alla quale lascia i suoi dati. Dopo la compilazione della scheda il produttore accompagna Natasha in un piccolo teatro dove ha inizio il provino vero e proprio dalla durata lampo. Nonostante questo, chiedendo al produttore un parere sulla sua performance, quest’ultimo commenta: “Perfetta, eccezionale”. In un secondo momento il collaboratore le chiede il numero e la invita una sera a cena, magari in compagnia di una sua amica “che le piace questo ambiente”, con una promessa: “Qua ti si lancia alla grande a te, vai tranquilla!”. L’uomo le fa capire di volerle venire incontro, saltando tutta la trafila e facendola entrare “dalla porta principale”. CLICCA QUI PER IL VIDEO-SERVIZIO DELLE IENE (solo per maggiorenni)

NUDA IN ALBERGO MA SENZA LA PARTE

Ma quanto sarebbe professionale l’atteggiamento di produttore e collaboratore? Non solo il provino lampo ma anche l’invito ad uscire con un’amica lasciano alcuni dubbi nella giovane Natasha. Una settimana dopo quell’incontro il produttore la chiama dandole appuntamento di giorno, nella sua agenzia e confidando nella buona riuscita del successivo incontro. L’inesperienza della giovane aspirante attrice porta il produttore ad impartirle una piccola lezione sul cinema e sull’atteggiamento da assumere per avere successo. Poi le promette di farle recapitare il copione per iniziare subito il lavoro insieme. Il copione arriva davvero, lei lo studia alla perfezione e ritorna qualche giorno dopo per il provino. Dopo la prima prova il produttore appare soddisfatto, le chiede di cambiarsi in vista della seconda scena ma non le interessa più il copione, puntando sull’espressione e distribuendo nuovi consigli. Quindi passa allo step successivo prendendo l’appuntamento con il regista e strappandole una promessa: “Poi però amore devi farmi perdere la testa”. La giovane è confusa, non trovando professionale da parte del produttore la richiesta sottintesa di sedurlo, ma non demorde e si prepara al nuovo provino. All’incontro il regista le comunica subito la volontà di fare un provino “un po’ più approfondito” e la necessità di un posto dove potersi vedere, anticipandole la possibilità che debba spogliarsi. L’incontro viene fissato di sera in una stanza d’albergo ed il produttore messo al corrente. Le telecamere nascoste riprendono il casting: dopo le iniziali domande sulla vita privata ha inizio il provino vero e proprio. Lui le chiede di cambiarsi spesso d’abito impartendole le indicazioni su come muoversi e comportarsi, fino a quando Natasha non si ritrova quasi del tutto nuda di fronte a lui. Il regista cerca degli approcci ma trova la resistenza della 21enne. Alla fine lui le dà anche una lezione: “Quello che tu hai fatto, di dire a un regista vieni in camera a fare questa cosa… tu non lo devi fare mai più, perché non si fa così”. Ed ancora, “Io te l’ho chiesto per vedere quanto matta eri! Lo dico per te”. Alla fine è lo stesso ad ammettere che quello appena fatto non era un provino: “Questo è uno che ti fa le carezze”. Ma alla fine come è andata? Natasha ha asserito che a suo dire, tutti ci avrebbero provato con lei: “Ci sono rimasta male perché mi danno il copione ma poi mi chiedono tutt’altro”. Loro non ci avrebbero provato direttamente con lei ma glielo avrebbero fatto capire. Alla fine, nessuno dei tre uomini l’ha più richiamata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori