AZOUZ MARZOUK / “Vorrei incontrare Rosa e Olindo e capire perché hanno confessato” (La vita in diretta)

- Emanuela Longo

Azouz Marzouk, intervista esclusiva a La vita in diretta: tutti i suoi dubbi in un diario, il desiderio di incontrare Rosa e Olindo Romano per chiedere il perché della loro confessione.

azouz_marzouk_strage_di_erba
Azouz Marzouk

Azouz Marzouk, marito e padre di due delle vittime della cosiddetta strage di Erba, avvenuta l’11 dicembre 2006, è stato il protagonista di una intervista esclusiva trasmessa oggi nel corso della trasmissione La vita in diretta. Elena De Vincenzo è andata in Tunisia per intervistarlo: è qui che l’uomo attende la verità sulla morte del piccolo Youssef e sulla moglie Raffaella Castagna. Azouz è ancora un uomo ricco di dubbi. L’intervista è breve ma molto significativa, l’audio non è perfetto in quanto l’inviata del programma di RaiUno ha subito in Tunisia il sequestro della telecamera, ma Marzouk non vuole rinunciare dal dire la sua. L’uomo ha fatto vedere alla giornalista come da anni su un diario stia appuntando tutti gli elementi che a sua detta non tornerebbero nell’intero giallo. E sui coniugi Rosa e Olindo, condannati definitivamente all’ergastolo, dice: “Io non ho mai detto che sono colpevoli o innocenti, ma sono più sicuro della loro innocenza che della loro colpevolezza”.

TUTTI I DUBBI IN UN DIARIO

Azouz Marzouk ha riassunto in poche parole quali sarebbero, a sua detta, i punti che proprio non tornerebbero, tali da fargli provare molti dubbi in merito alla colpevolezza di Rosa e Olindo Romano. Tra questi l’impronta della mano sul pianerottolo, mai identificata, così come quella sul cuscino della moglie. Non coinciderebbero neppure i tempi relativi agli orari in cui sarebbe venuta a mancare la corrente elettrica in casa, dove tra l’altro non ci sarebbe alcuna porta scassata. L’ipotesi, dunque, è quella secondo la quale ci fosse stato già qualcuno nell’abitazione al momento della strage. Azouz ha poi reso noto, ancora una volta il desiderio di incontrare di persona Rosa e Olindo, al fine di poter comprendere veramente cosa li abbia spinti a fare quelle esternazioni vicine ad una confessione. C’è chi crede che dalla richiesta di riapertura del processo qualcuno possa ottenerci qualcosa. Lui sa ciò che vuole: “Guadagnare la verità, mettere dentro la persona che veramente merita di stare dentro, questo potrei guadagnare”, ha chiosato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori