I profughi e le casalinghe di Camaiore/ Ricariche in cambio di prestazioni: nessun reato, tanta vergogna

- Silvana Palazzo

Forte dei Marmi, incontri hot con i profughi: dopo le allegre serate ricariche del cellulare per i migranti. Il fenomeno è diffuso anche a Camaiore, dove però non c’è nessuna “contropartita”

immigrazione_migranti_clandestini_sbarchi_8_libia_lapresse_2017
LaPresse

Un altro scandalo divide la Toscana. Non molto tempo fa vi abbiamo raccontato della mamma che ha inviato il suo video hot in una chat sbagliata (quella della scuola), ora invece vi riportiamo il caso di alcune mogli beccate con i migranti. Tutto è nato dal sospetto che i richiedenti asilo ospitati a Camaiore accogliessero in casa per qualche ora le loro amiche di colore. Un sospetto fondato, perché il via vai di donne è stato confermato dalle indagini, ma proprio da queste è emersa una realtà ben più complessa. Nel centro d’accoglienza non sono state avvistate solo donne di colore, ma anche cittadine camaioresi, qualcuna pure sposata. Le voci riguardanti presunte tresche con i giovani migranti andavano avanti da un po’, poi lo scandalo è venuto a galla grazie ai controlli richiesti dal sindaco Alessandro Del Dotto. I cittadini della zona dove avvenivano gli incontri si sono rivolti al primo cittadino, che inizialmente sospettavano un racket dello spaccio. Per questo, come riportato da La Nazione, ha chiesto ai vigili urbani e ai carabinieri di fare controlli e appostamenti, chiedendo l’intervento anche al presidente del centro che si occupa dell’accoglienza dei migranti e che aveva messo a disposizione la casa per i profughi. Durante un sopralluogo sono state trovate sotto ai letti dei migranti alcune donne di colore, poi sono state viste donne, giovani e meno giovani, anche riconoscibili, di Camaiore entrare e uscire dall’abitazione. 

INCONTRI A LUCI ROSSE CON MIGRANTI: IL CASO DI CAMAIORE

Il fenomeno degli strani viavai nel centro di accoglienza, però, non è limitato solo a questa cittadina. Donne di Camaiore si intrattenevano con profughi di colore, accolti in una case del paese per un programma di reinserimento. La notizia pubblicata da La Nazione ha suscitato diverse polemiche, oltre ad aprire un dibattito serrato sui social e nella regione. Così è emerso che questo fenomeno è diffuso anche nella chic Forte dei Marmi, dove arrivano diverse donne, di tutte le età, per intrattenersi con i ragazzi africani. Se per Camaiore non ci sarebbe nessuna contropartita offerta dalle signore, in questo caso i ragazzi accettano di intrattenersi con le donne in cambio di una consistente ricarica sul telefono cellulare. Non si configura nessun reato, ma resta lo scandalo a luci rosse che ha spinto fidanzati e mariti a indagare, con il timore che tra quelle allegre donne ci fosse la propria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori