GIANNA DEL GAUDIO E DANIELA ROVERI/ Stesso assassino dietro i due delitti? La parola ai Ris (Pomeriggio 5)

- Emanuela Longo

Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri: i due gialli a confronto e la spiegazione dei Ris sulle tracce biologiche. E’ stato lo stesso uomo ad uccidere le due vittime?

daniela_roveri_gianna_del_gaudio_pomeriggio5_2017
Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri

Il giallo di Gianna Del Gaudio torna al centro della trasmissione di Canale 5, Pomeriggio 5, dopo le ultime novità legate alle similitudini tra questo delitto e quello di un’altra donna, Daniela Roveri, uccisa in circostanze molto simili solo alcuni mesi dopo e nella zona di Bergamo. A tal proposito, nei giorni scorsi è emersa una indiscrezione molto importante resa nota dalla trasmissione Quarto Grado, secondo la quale potrebbe esserci un fil rouge tra i due delitti avvenuti nel 2016. La prima donna, ex insegnante in pensione, era stata uccisa nella sua abitazione di Seriate con una coltellata alla gola il 26 agosto scorso, mentre la seconda, ex manager d’azienda, era stata sgozzata nell’androne del suo palazzo il 20 dicembre scorso. Entrambe furono aggredite alle spalle e colpite a morte con una lama affilata ed il dubbio che dietro i due omicidi potesse esserci la stessa mano non sono mai stati messi da parte, facendo spesso parlare della presunta presenza di un serial killer. Ora, questo dubbio potrebbe trovare conferma dagli esami compiuti sulle tracce del Dna rinvenute, la prima sul taglierino con cui è stata uccisa Gianna e la seconda sotto le unghie della Roveri. Secondo le prime indiscrezioni pare che le due tracce siano legate da identiche porzioni di cromosoma Y, cioè la parte di Dna maschile che determina l’appartenenza alla stessa linea paterna. Ciò significa che le due tracce potrebbero appartenere ad una sola persona maschile o a un suo parente.

LA PAROLA AI RIS: È LO STESSO ASSASSINO?

Antonio Tizzani, marito di Gianna Del Gaudio e unico indagato (a piede libero) per il delitto dell’ex insegnante, nei giorni scorsi si era espresso sulle ultime indiscrezioni che vedevano un legame sempre più forte tra il delitto della moglie e quello di Daniela Roveri, e che di fatto andavano a scagionarlo. “Restringendo il cerchio, secondo me potrebbe essere stato un alunno straniero bocciato da mia moglie”, aveva detto l’uomo in una intervista esclusiva rilasciata a Pomeriggio 5. Per lui ci sarebbe un legame tra i due omicidi, rivelando anche il presunto movente: “Una l’ha bocciata e l’altra non l’ha assunto, così se ne è andato fuori di testa e le ha ammazzate entrambe: Cari inquirenti, trovatelo”, aveva detto rivolgendosi a chi si sta occupando delle complesse indagini, ad oltre un anno dal delitto di Gianna. Oggi Pomeriggio 5 rivelerà ai suoi spettatori nuovi dati importanti sul giallo, emerse dopo le parole dei Ris di Parma che hanno spiegato se può essere o no lo stesso assassino in entrambi i casi messi a confronto. Inoltre, la trasmissione Mediaset intervisterà una persona che conoscerebbe molto bene Antonio Tizzani in quanto è stato a lungo nella sua abitazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori