SANT’EVARISTO/ Santo del giorno, il 27 ottobre si celebra il santo nato a Betlemme

- Alessandra Pavone

Sant’Evaristo, che nacque Betlemme e morì a Roma intorno al 108 d.C.,è stato Papa della Chiesa cattolica. Sono poche le notizie riguardanti la sua gioventù

croce_gesu_pixabay_2017
Santo del giorno: Sant'Aureliano

LA STORIA Di SANT’EVARISTO

Sant’Evaristo, che nacque Betlemme e morì a Roma intorno al 108 d.C.,è stato Papa della Chiesa cattolica ed è tutt’oggi commemorato come santo. Le notizie sulla gioventù di sant’Evaristo sono poche e frammentarie e provengono quasi interamente dai Liber pontificalis, il celebre libro biografico incentrato sulla storia dei papi. Secondo le informazioni pervenute sino ad oggi, il santo sarebbe nato a Betlemme da una famiglia di origine ebraica. La conversione alla religione cristiana avvenne in seguito ad un viaggio a Roma, dove si trasferì in giovane età. Qui, con molta probabilità riuscì a diventare una figura molto influente nella società cristiana di Roma, godendo di un straordinaria fiducia anche da parte dello stesso pontefice Clemente I. Quest’ultimo chiese proprio a sant’Evaristo di sostituirlo durante il periodo dell’esilio che lo costrinse ad allontanarsi da Roma per diversi anni. Papa Clemente venne infatti perseguitato dall’imperatore Domiziano. 
Il pontificato di Evaristo proseguì anche dopo la morte di papa Clemente e dunque fino al 106. Pare che sant’Evaristo, durante il periodo in cui fu Papa, si preoccupò di nominare diversi diaconi che potessero aiutarlo nel celebrare i rituali liturgici. Sempre secondo il Liber pontificalis, avrebbe provveduto a predisporre sette diaconie, ovvero luoghi in cui sarebbero poi dovute essere costruite delle chiese per commemorare il martirio dei cristiani, morti proprio in quei luoghi per difendere la propria fede religiosa. Affidò ad alcuni preti il compito di trascrivere alcune sue prediche ma, ad oggi, queste produzioni non sono note. Le informazioni a noi note sono poco chiare anche per quanto riguarda il luogo della sepoltura di sant’Evaristo. Sappiamo solo che morì per mano dell’imperatore Traiano, come martire della chiesa cristiana. Secondo alcune fonti, i suoi resti si troverebbero presso la stessa tomba di Pietro, a Roma. Altre invece lo vorrebbero sepolto a Napoli.
Nel corso del suo pontificato, ha redatto due epistole.

LA FESTA A LUI DEDICATA

Sant’Evaristo viene commemorato ogni 27 ottobre. In suo onore esiste una sagra a cui il piccolo comune di Givecca di Lugo (in provincia di Ravenna) da vita ogni anno, nel mese di luglio. Durante la sagra il piccolo centro romagnolo propone ai visitatori feste, spettacoli, musiche e tanti piatti tipici della tradizione gastronomica del luogo.

I SANTI E I BEATI DI OGGI

Il 27 ottobre, oltre a Sant’Evaristo, la Chiesa cattolica commemora anche altri santi e beati come Beato Cesare Taparelli di Genola Sacerdote gesuita, Beato Pietro de Lauro Mercedario, Santa Balsamia, San Namazio di Clermont Vescovo e San Teodulo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori