13ENNE ABUSATO DALLO PSICHIATRA/ Lo convince di essere gay: lui si accorge del contrario e lo denuncia

- Dario D'Angelo

13enne abusato dallo psichiatra: uno specialista del Pesarese finirà a processo. Secondo l’accusa ha convinto un ragazzino di essere gay per avere con lui dei rapporti sessuali

bullismo_violenza_pixabay
Foto Pixabay

Ci sono voluti un po’ di anni per capire che quello psichiatra a cui i genitori lo avevano affidato quando era soltanto un tredicenne era in realtà un manipolatore, un maniaco sessuale. Lo ha compreso quando la teoria propinatagli dallo specialista, che lo aveva convinto che tutti i suoi problemi fossero legati alla mancata accettazione della sua omosessualità, è stata smentita dai fatti. Il giovane, negli anni a seguire, attrazione ne aveva provata soltanto per le donne e con queste era arrivato a fidanzarsi più volte. Ecco allora il sospetto del raggiro farsi avanti, la vergogna con i genitori superata dal desiderio di giustizia: quel famoso e stimatissimo psichiatra, con studi in mezza Italia, di lui si era semplicemente approfittato. Dai baci si era passati in breve tempo ai rapporti sessuali, consumati in studio e in auto. Una storia iniziata nel 2011 con un finale ancora tutto da scrivere.

LA STORIA

La storia del 13enne abusato dallo psichiatra di cui dà conto Il Resto del Carlino ha inizio nel 2011. I genitori del ragazzino sono evidentemente preoccupati dal comportamento del loro figlio: pensano che il suo essere taciturno, il fatto che abbia pochi amici e non risponda alle domande dei professori quando vengono interrogati, sia non l’insieme di una serie di atteggiamenti tipici dell’adolescenza ma di qualcosa di più grave. Così, come farebbero i più attenti dei genitori, decidono di ricorrere all’aiuto di un esperto, convinti di poterlo aiutare. Peccato che lo specialista – per quanto celebre e stimato nell’ambiente – secondo le accuse finisca per approfittarne. Al ragazzo, che pian piano finisce per aprirsi, dirà:”Sei gay, non c’è niente di male, devi solo comprenderlo ed accettarlo”. Ora, però, quel ragazzo s’è fatto uomo e ha deciso di parlare e di sporgere denuncia nei confronti dello psichiatra. Il pm del tribunale di Rimini è stato chiaro:”Va processato per atti sessuali ai danni di un minore”. Nelle prossime settimane si saprà si conoscerà la data dell’udienza preliminare che avverrà proprio nel foro di cui lo psichiatra era stato tante volte consulente. Chissà quante per storie di abusi su minori…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori