ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: Londra, auto contro pedoni: feriti (7 ottobre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Cesare Battisti, pronto un piano per l’espatrio. Sale la tensione ancora in Catalogna. Nobel per la pace a chi è contro il nucleare. (7 ottobre 2017).

terrorismo_londra_londonbridge_3_lapresse_2017
Londra, due sparatorie nella notte (LaPresse)

LONDRA, AUTO SU PASSANTI: PANICO E FERITI

Allarme terrorismo a Londra: diverse persone sarebbero rimaste ferite in seguito all’attacco di un auto. Non ci sono elementi sufficienti per stabilire se si tratta o meno di un attentato, di certo c’è, secondo quanto riportato dalla Bbc, che un’auto avrebbe seminato il panico all’esterno del Museo di storia natural a Londra. La vettura avrebbe investito un gruppo di pedoni. Ora la polizia sta isolando l’area, mentre arrivano i primi soccorsi per le persone ferite da trasportare in ospedale. Si attendono aggiornamenti per fare chiarezza sulla natura dell’attacco. Pare che un uomo, il presunto responsabile, sia stato arrestato. L’arresto, stando a quanto riportato dal quotidiano The Sun, è stato confermato da Scotland Yard poco fa. (agg. di Silvana Palazzo)

BATTISTI, PRONTO UN PIANO PER L’ESPATRIO

Potrebbe avere delle conseguenze l’arresto di Casare Battisti, ammanettato con l’accusa di esportazione di valuta straniera dalla polizia brasiliana. Il terrorista nero a cui oggi il giudice di sorveglianza ha convalidato l’arresto potrebbe infatti perdere lo status di rifugiato politico, e per questo essere estradato nel nostro paese, luogo nel quale deve scontare ben due ergastoli per i reati commessi. Da parte sua Battisti si dice tranquillo, da evidenziare però che immediatamente dopo l’arresto si è attivata l’ambasciata italiana nel paese sud americano, per rinnovare la richiesta di estradizione, una richiesta che fino adesso aveva sempre ricevuto parere negativo da parte dell’alta corte di giustizia brasiliana,l’idea adesso è quella di tramutare l’ergastolo in una lunga pensa detentiva, in maniera tale da convincere la legislazione brasiliana a revocare il lasciapassare presidenziale.

SEMPRE ALTA LA TENSIONE IN CATALOGNA

Non accenna a placarsi la tensione nei territori catalani, dopo che la corte costituzionale spagnola ha sospeso la seduta del parlamentino regionale, seduta che doveva portare alla richiesta di indipendenza. Il presidente della regione Carles Puigdemont ha comunicato che in tale contesto, la seduta verrà effettuata Martedì, confidando che una seconda sospensione scatenerebbe una protesta popolare di alto livello. Oggi intanto, in assenza di dichiarazione da parte del monarca spagnolo, sono arrivate le scuse del prefetto in Catalogna Enric Millo, che ha voluto stigmatizzare l’atteggiamento della Guardia Civil, condannando gli agenti che hanno picchiato in maniera indiscriminata i manifestanti. Sempre oggi confermate le accuse per il capo della polizia locale Josep Lluis Trapero, i cui uomini si sono rifiutati di intervenire contro i cittadini inermi.

NOBEL PER LA PACE ALLE ORGANIZZAZIONI CONTRO IL NUCLEARE

Riconoscimento per le campagne di denuclearizzazione mondiale, un riconoscimento di altissimo valore simbolico come lo è l’ottenimento del Nobel per la pace. Il premio che anche quest’anno sarà consegnato a Stoccolma è stato infatti conferito alla Ican, la Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari, una campagna che in tutto il mondo raccoglie oltre 440 organizzazione. Soddisfazione è stata immediatamente espressa da Beatrice Fihn direttrice esecutiva della campagna, donna che si era messa in luce per la sua grande avversione contro il neo eletto presidente americano Donald Trump.

QUALIFICAZIONI MONDIALI, ALTRA DELUSIONE AZZURRA

Le qualificazioni ai Mondiali 2018 non sono compromesse per l’Italia, ma segnano un’altra brutta delusione. Gli azzurri infatti scivolano contro la Macedonia pareggiando una partita per 1-1 che vale come una sconfitta. La partita era stata sbloccata da una rete di Giorgio Chiellini nel primo tempo, poi però è arrivato il pari nel finale di Trajkovsi con un secondo tempo davvero troppo brutto per essere vero. Nello stesso girone non si ferma più la Spagna di Lopetegui che supera 3-0 l’Albania e vince pure Israele 1-0 fuori casa contro Liechtenstein. L’altra sorpresa della serata di ieri è il pari della Croazia di Mario Mandzukic autore del gol del vantaggio contro la Finlandia in grado di trovare il gol nei minuti finali. A sorpresa vince 3-0 fuori casa l’Islanda contro la Turchia superando proprio la nazionale a scacchi in testa alla classifica del girone. Ecco tutti gli altri risultati: Georgia-Galles 0-1, Austria-Serbia 3-2, Irlanda-Moldavia 2-0, Kosovo-Ucraina 0-2.

SERIE A, IN ATTESA DEL DERBY DI MILANO

La Serie A attende le fatiche della Nazionale con un appuntamento da non perdere. Alla ripresa, domenica 15 ottobre si giocherà il derby Milan Inter. In casa dell’Inter grande attenzione per Icardi, uomo fondamentale per la compattezza della squadra. Per il Milan occhi puntati su Montella, che deve convincere il club lasciandosi alle spalle le recenti sconfitte. Nel frattempo, il Napoli di Sarri si tiene stretto il primato e accarezza il sogno scudetto. Con le parole del suo Presidente Aurelio De Laurentiis: “Scudetto? E’ una parola che si può pronunciare, ma essere primi oggi non significa nulla, conta stare in testa a marzo”. La Juventus presenta ricorso contro Figc. Per bocca del suo a.d. Giuseppe Marotta, la Juventus fa sapere di aver presentato ricorso contro la sentenza del Tribunale Figc che ha condannato il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a 12 mesi di inibizione per presunti rapporti con la ‘ndrangheta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori