17enne in coma dopo lite in discoteca/ Roma, Eur: la madre, “non se lo merita, è assurdo!”

- Emanuela Longo

17enne in coma dopo lite in discoteca: polizia identifica 10 ragazzi coinvolti tra cui figurano anche alcuni minorenni e ragazze. Le attuali condizioni del giovane restano gravi ma stabili.

polizia_operazione_terrorismo_violenza_firenze_bambina_schiava_youtube_2017
Bimba venduta come sposa, Firenze (YouTube)

I genitori del 17enne in coma farmacologico dopo il pestaggio fuori dal locale all’Eur non riescono a darsi pace. “Era solo andato a ballare, non può finire così”, dicono oggi, come riporta Corriere.it. Il padre ha raccontato che secondo il racconto degli amici, sarebbero stati aggrediti e successivamente sarebbero scappati perdendo di vista l’amico. “Non se lo merita, è un bravo ragazzo, è assurdo”, sussurra la mamma, disperata. Ora il ragazzo sta lottando con forza tra la vita e la morte. Secondo quanto emerso, quella del 17enne è una famiglia della Roma “bene”. La vittima, studente al liceo scientifico; il padre è commercialista. Ora spetta agli inquirenti, dopo aver individuato i ragazzi coinvolti nella lite, stabilire le cause che avrebbero portato alle attuali condizioni del giovane, sparito per 10 ore prima del ritrovamento avvenuto dopo l’allarme al 112 lanciato da un amico preoccupato. Un ritrovamento choc in seguito al quale è stata appurata la presenza di gravi traumi a scapito del giovane, soprattutto a torace, addome e testa. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

IDENTIFICATI I GIOVANI COINVOLTI

Sono stati identificati dalle forze dell’ordine i ragazzi coinvolti nella lite fuori da una discoteca dell’Eur, a Roma e che ha visto protagonista un giovane 17enne lo scorso sabato all’alba. Il ragazzo era stato dato inizialmente per scomparso ma poi è stato ritrovato qualche ora più tardi nel parcheggio di viale Asia della “Nuvola” di Fuksas. Ora, come rivela Repubblica.it, il 17enne è in coma e verte in condizioni gravissime. In merito ai giovani identificati, sarebbero in tutto dieci e tra loro comparirebbero anche alcuni minorenni e delle ragazze. Stando a quanto emerso da una prima ricostruzione degli inquirenti, la lite sarebbe scaturita tra due comitive di ragazzi che si conoscevano tra di loro per futili motivi. Una discussione nata in strada, fuori dal locale Room 26, la quale avrebbe preso il via probabilmente per una ragazza o per un drink. Dopo essere rimasto vittima di una scazzottata, il 17enne sarebbe scappato. Secondo quanto emerso dalle indagini, il giovane sarebbe stato quindi inseguito inizialmente da due ragazzi con cui aveva litigato e poi da qualche amico che però ne avrebbero perso le tracce all’altezza di viale Europa.

CONDIZIONI GRAVI MA STABILI

A quel punto, sempre stando a quanto emerso dal lavoro degli inquirenti, il giovane avrebbe scavalcato la recinzione del parcheggio. Ad immortalarlo sarebbe una telecamera di video sorveglianza che ha fissato gli attimi in cui saliva sulla rampa elicoidale e la successiva caduta da un’altezza di circa 7 metri. Non sarebbe ancora chiara, tuttavia, la natura delle lesioni gravissime riportate dal 17enne e che potrebbero essere state provocate dalla caduta o forse dal pestaggio. Al momento le condizioni del ragazzo appaiono gravi ma fortunatamente stabili. La vittima sarebbe in coma farmacologico a causa di un trauma cranico, toracico e addominale causato, secondo i medici, con ogni probabilità proprio dal volo di 7 metri e dalla caduta sull’asfalto. A seguire le indagini attorno al caso è il commissariato di polizia Esposizione, che si sta occupando della ricostruzione di quanto accaduto con l’ausilio delle immagini delle telecamere della zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori