FUGA D’AMORE CON LA ZIA/ 18 anni lui, 48 lei: s’innamorano e fanno perdere le loro tracce

- Francesco Agostini

Fuga d’amore con la zia, incredibile storia avvenuta a Lamezia Terme. I due si sono innamorati e hanno fatto sparire da giorni ogni loro traccia chiedendo privacy.

Fuga_damore_con_la_zia
Fuga d'amore con la zia (web)

Tra Biella e Lamezia Terme è andata in scena una storia che ha davvero dell’incredibile. Una di quelle storie che sembrano dei racconti di fantascienza (in questo caso sarebbe più appropriato dire dell’orrore forse) ma che, invece, appartengono proprio alla realtà. Ma cosa hanno in comune Biella e Lamezia Terme? Nulla, almeno all’apparenza, e invece tanto, dato che legano due famiglie distanti. Legano, nello specifico, un fratello e una sorella. Il fratello ha un figlio di diciotto anni di nome Davide ed entrambi vivono a Biella mentre la sorella, che si chiama Tanya Cerra, vive a Lamezia Terme con il proprio marito e ha due figli. Il più piccolo ha 14 anni e il più grande 25; quest’ultimo è sposato e ha a sua volta due figli. Il padre di Davide, Giambattista Cerra, aveva deciso di scendere a Lamezia Terme per allontanare il proprio figlio da un giro di amicizie scomodo che aveva una cattiva influenza su di lui. Arrivato a Lamezia Terme, Davide ha visto per la prima volta i suoi parenti tra cui, appunto, la propria zia naturale Tanya di 30 anni più grande di lui. Ed è lì che le cose hanno iniziato a prendere una cattiva piega.

L’INNAMORAMENTO

Da Biella a Lamezia Terme il salto è grande, non c’è che dire, e non fatichiamo a credere che Davide si sentisse un po’ ‘spaesato.’ Sul sito internet dagospia.com sono riportate anche le parole della nuora di Tanya, che ha raccontato di come tutta la famiglia avesse aiutato Davide a costruirsi una vita giù al sud: ‘Non stava bene, aveva litigato con suo padre per via di quelle cattive compagnie.’ Poi, lo zio naturale: ‘Lui non voleva tornare a Biella e aveva deciso di rimanere qui. Lo avevamo ospitato e aiutato nella ricerca di un lavoro.’ Ma ecco che qualcosa di storto inizia ad accadere: Tanya e Davide, entrambi con un serio problema di alcolismo, iniziano a stringere un legame stretto. Troppo stretto. Si scambiano abbracci e messaggi insistenti, ma di certo nessuno poteva pensare a un innamoramento tra i due: e invece è proprio quello che accade. Zia e nipote prendono il primo treno disponibile per Biella e scappano insieme in una incestuosa fuga d’amore che ha del ridicolo e del grottesco allo stesso tempo. Dulcis in fundo, arriva la stilettata finale: alle insistenti chiamate dei parenti loro rispondono con la ricerca della privacy. ‘Lasciateci in pace’, dicono.

LE ACCUSE

Dopo la fuga d’amore, ecco che alcuni retroscena di questa particolare storia vengono a galla. Tanya Cerra ha subito accusato di maltrattamenti e percosse il proprio marito (presumibilmente da questo momento in poi ex marito), ma le accuse sono state rimandate al mittente e respinte dall’intera famiglia nel modo più assoluto. A parlare, sempre sul sito internet Dagospia.com è la nuora della zia, Rossella: ‘Tanya ha un serio problema con l’alcol, è lei casomai che ha fatto del male a mio suocero, non il contrario.’ – ha affermato – Da quando suo nipote è arrivato qui lei ha completamente cambiato atteggiamento, è diventata irriconoscibile. Ha anche imbottito di psicofarmaci mio suocero.’ Continua la donna: ‘Romano (ossia il marito di Tanya) era sempre stanco nell’ultimo periodo, non era più lui. Noi sospettiamo che lei avesse seriamente iniziato a drogarlo.’ Una vicenda triste, questa, che ha spaccato nel profondo due famiglie geograficamente molto distanti. Per adesso la fuga d’amore improbabile tra i due continua ma il tempo, si sa, è galantuomo, e restituirà tutto il maltolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori