Sorelle anziane aggredite in strada/ Busto Arsizio, grave la maggiore: “Sta morendo” (Pomeriggio 5)

- Silvana Palazzo

Busto Arsizio, sorelle anziane aggredite in strada: grave la maggiore. “Sta morendo”, il racconto a Pomeriggio 5 oggi, venerdì 17 novembre. Le ultime notizie

carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

«Sta morendo, se la salvano è un miracolo». Versa in gravi condizioni la donna di 84 anni aggredita ieri sera insieme alla sorella minore, di 63 anni, da un 29enne rumeno mentre passeggiava nel centro di Busto Arsizio, in provincia di Varese. Ha subito già tre interventi all’ospedale Niguarda: la donna ha riportato infatti tre fratture al cranio ed emorragia cerebrale. A parlare a Pomeriggio 5 è la sorella Fernanda, disperata per le condizioni della sorella. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato di Busto Arsizio, che sta indagando sulla vicenda, l’uomo dopo aver colpito la donna più giovane allo sterno con un pugno, facendola cadere, ha percorso alcuni passi per poi tornare indietro e aggredire anche la sorella più grande, che ha riportato le conseguenze più gravi. «Mi ha dato un pugno, ho urlato, ma poi non l’ho trovato più. Poi è tornato e ha spinto mia sorella, che è caduta colpendo testa a terra», il racconto in lacrime a Canale 5 della sorella 63enne. 

BUSTO ARSIZIO, SORELLE ANZIANE AGGREDITE IN STRADA

Al vaglio degli investigatori se il malvivente abbia colpito la sorella 84enne con un pugno al volto o se invece l’abbia spinta violentemente facendola cadere a terra. Il 29enne rumeno è stato arrestato per tentato omicidio. Il fascicolo è stato aperto in Procura a Busto Arsizio ed è finito sul tavolo del pm Maria Cristina Ria. Stando a quanto riportato dall’edizione milanese della Repubblica, il malvivente avrebbe agito in preda all’alcol e senza alcun movente specifico. Gli agenti nell’immediatezza dei fatti hanno sentito alcuni testimoni che hanno raccontato di aver visto il malvivente cadere da solo mentre camminava in strada poco prima di aggredire le due sorelle anziane. Dalle successive verifiche della Polizia di Stato è emerso che il 29enne è un senza fissa dimora arrivato da poco in provincia di Varese dopo essere stato allontanato con un foglio di via da Como e aver commesso un furto a Lecco. Il 29enne peraltro avrebbe anche dei precedenti penali per rissa e aggressione a Bologna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori