INCIDENTE STRADALE/ Padova, frontale sulla ss56: 3 morti sotto i 40 anni (ultime notizie, oggi 18 novembre)

Incidente stradale, oggi 18 novembre: una donna di 36 anni e due ragazzi di 26 e 20 anni sono morti in seguito ad un frontale sulla ss56 a Sant’Angelo di Piove di Sacco.

18.11.2017 - Dario D'Angelo
incidente_stradale_triangolo_pixabay_2017
Pesaro, esce e si imbatte nell'incidente mortale del figlio (Pixabay)

Tragedia a Sant’Angelo di Piove di Sacco, in provincia di Padova, dove 3 persone sono morte in seguito ad incidente stradale. Come riferisce l’Ansa, un violentissimo scontro frontale  è avvenuto lungo la statale 516. A restare coinvolte sono state due auto. Alla guida di una macchina vi era una donna 36enne di Saonara (Padova), che viaggiava su una Volkswagen Maggiolino. Sull’altra vettura c’erano invece altri due ragazzi, anch’essi morti sul colpo, di 20 e 26 anni: il primo originario di Piove di Sacco e il secondo di Ponte Longo. Sul luogo del sinistro si sono recati prontamente i vigili del fuoco di Piove di Sacco che hanno spento le fiamme e messo in sicurezza i mezzi. Vano, invece, l’intervento dell’ambulanza del 118: il medico a bordo, infatti, non ha potuto fare altro che dichiarare il decesso delle vittime. Presenti anche i carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso e gestito il traffico stradale. 

PISA, SENEGALESE RIMASTO SCHIACCIATO

Il racconto quotidiano degli incidenti stradali ci porta lungo la Tosco Romagnola, a Pontedera, poco dopo la rotatoria nota come “Cavallino Rosso”. Come riferito da Pisa Today, ad avere la peggio è stato un cittadino senegalese residente a Pontedera, Abdoulaye Kebe, che si era fermato per aiutare un amico rimasto in panne con l’automobile. Il 30enne africano, dopo aver parcheggiato la propria macchina è sceso dalla sua automobile per prestare soccorso all’amico. L’improvviso sopraggiungimento di un’altra vettura, però, gli è risultato fatale: questa infatti, ha tamponato il mezzo del senegalese, rimasto schiacciato tra la sua macchina e quella dell’amico. A nulla è servito il pronto intervento dei soccorsi del 118 che hanno dovuto dichiarare il decesso del giovane. Sul posto, per effettuare i rilievi del caso e attribuire eventuali responsabilità, si sono recati i carabinieri di Pontedera. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori