TERREMOTO OGGI PARMA/ INGV ultime scosse: sisma M 4.4 avvertito anche in Liguria (ore 16.59, 19 novembre 2017)

- Niccolò Magnani

Terremoto oggi, ultime scosse INGV del 19 novembre 2017: dati, epicentro e ultime notizie. Emilia Romagna, scossa M 4.4 a Parma e provincia. Forte sisma M 6.4 in Nuova Caledonia

terremoto_03_pixabay
Terremoto oggi (Foto: da Pixabay)

La scossa di terremoto di magnitudo 4.4 avvenuta oggi a Parma è stata avvertita distintamente anche in tutta la provincia spezzina e fino a Genova. Per fortuna non sono stati segnalati danni o richieste di sopralluogo, ma diverse sono state le chiamate ai vigili del fuoco da parte di cittadini allarmati. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta di Parma, in centro città la scossa è stata percepita in particolare ai piani alti degli edifici, infatti molti cittadini si sono precipitati in strada. La scossa di terremoto comunque è avvenuta molto più in profondità dei terremoti del 2012. Per questo motivo è stata percepita in maniera più modesta rispetto ad allora. Decisamente più forte è il sisma di magnitudo Mwp 6.6 che è avvenuto in Nuova Caledonia alle 16:09 locali. L’epicentro del terremoto è stato individuato non lontano da Port Vila, capitale e porto principale dello stato della repubblica di Vanuatu. Queste le coordinate geografiche: latitudine -21.47, longitudine 168.64 e ad una profondità di 20 chilometri. (agg. di Silvana Palazzo)

PARMA, SISMA M 4.4 A FORNOVO DI TARO

E invece lo sciame sismico è arrivato e una nuova forte scossa di terremoto è capitata sempre nel Parmense a circa 20 minuti dopo la prima di grado M 3.3: il nuovo sisma registrato nella provincia di Parma è molto più potente e ha raggiunto il grado M 4.4 sulla scala Richter facendosi sentire eccome in tutto il Parmense e anche in alcuni comuni della Liguria. Non sono stati segnalati danni particolari o feriti, ma l’allerta resa alta visto che le scosse ancora non si sono fermati: M 2.4, 2.1, 2.6, 2.4 e ancora 2.4, nel giro di un’ora e mezza sono moltissime le scosse degne di nota lungo l’arco della provincia emiliana. Per la più potente, avvenuta alle 13.37, l’ipocentro calcolato da INGV è stato di 32 km sotto il livello del terreno: a livello di epicentro invece, i comuni coinvolti sono stati Fornovo di Taro, Varano de Melegari, Terenzio, Calestano, Medesano, Solignano, Pellegrino Parmense, Sala Baganza, Felino, Collecchio, Languiranno, Valmozzola, Berceto, Salsomaggiore Terme, Tizzano Val Parma, Noceto. Al momento non ci sono segnalazioni di danni a edifici, ma resta attivo il servizio di urgenza delle protezione civile per segnalare eventuali problemi e danni da comunicare alle pubbliche autorità. 

PARMA, SCOSSA DI M 3.3 A VARANO DE’ MELEGARI

È di pochi minuti fa (alle ore 13.10) l’intensa scossa di terremoto avvenuta in Emilia Romagna con epicentro in provincia di Parma: non sembrano esserci grandi conseguenze per il sisma che comunque è stato avvertito da alcuni cittadini delle zone appena presso l’epicentro di Varano de’ Melegari. Ripetiamo, di danni al momento non se ne segnalano, qualche paura e timore invece sì visto il grado di terremoto scatenato sulla scala Richter, ovvero M 3.3: per quanto riguarda l’ipocentro, i dati del centro nazionale INGV vedono una profondità di 4 km sotto il livello del terreno. Sul fronte epicentro invece, i comuni coinvolti vicino a Varano sono Fornovo di Taro, Terenzio, Solignano, Calestano, Pellegrino Parmense, Medesano, Sala Baganza, Varsi, Felino, Valmozzola, Berceto, Collecchio, Langhirano, Salsomaggiore Terme, Tizzano Val Parma. Zero danni ma molta paura per alcune vibrazioni avvertite in larga parte del Parmense dopo la scossa che non ha avuto per ora conseguenze o sciami sismici.

NUOVA CALEDONIA, FORTE SCOSSA DI M 6.4 VICINO ALLE ISOLE VANUATU

È invece molto forte la scossa di terremoto che giunge nel Mar dei Coralli precisamente presso la Nuova Caledonia: avvenuto alle ore 10.25 ore italiane: secondo i primi dati raccolti dal centro INGV, la scossa è avvenuta in mare aperto a circa 74 km a est di Tandine e non distante dalle Isole Vanuatu (a est dell’Australia). La profondità del fortissimo terremoto è stata di 25 km sotto il livello del terreno: la magnitudo registrata è stata invece calcolata di M 6.4 sulla scala Richter. Per ora non sono resi noti danni negli arcipelaghi, né è stata ancora emessa un’allerta tsunami: tornando in Italia invece, oltre alla scossa parmense, è da segnalare questa mattina alle ore 1.45 un nuovo sisma di grado M 3.0 Richter in zona Benevento, precisamente a Pago Veiano. Anche qui, niente danni ma qualche leggera vibrazione avvertita presso i comuni vicini, ovvero Pesco Sannita, Pietrelcina, San Giorgio La Molara, Molinara, Reino, Frigneto l’Abate, San Marco dei Cavoti, Paduli, Fragneto Monforte, Sant’Arcangelo Rimonte, Casalbore e Circello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori