SCIOPERO GTT MEZZI TORINO/ Oggi 20 novembre 2017: lavoratori in piazza (ultime notizie, info orari)

- Niccolò Magnani

Sciopero Mezzi Gtt a Torino, oggi 20 novembre 2017: ultime notizie, info e orari delle fasce di garanzia. Fermi bus, metro, tram e linee extraurbane, disagi nel pomeriggio

sciopero_mezzi_metro_2_lapresse_2017
Sciopero mezzi (LaPresse)

Sciopero GTT mezzi Torino, giornata di disagi per pendolari e viaggiatori del torinese. Lo sciopero è stato indetto dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, e aderiscono anche Faisa-Cisal e Fast-Confsal. I lavoratori della GTT sono in piazza per protestare, “In palio c’è il futuro del trasporto pubblico locale”, come sottolineato da Cisl Piemonte. Di fianco ai lavoratori, presenti anche politici, come Alessandro Benvenuto, Consigliere Regionale del Piemonte: “Oggi pomeriggio sono a fianco dei lavoratori Gtt. Non accettiamo che siano gli addetti Gtt a pagare le scellerate scelte politiche del Pd e del M5S. Pd e Appendino vergogna!”, il commento del Segretario Provinciale Lega Nord Torino su Twitter. Anche la rappresentanza del Partito Democratico in piazza: “Vicini ai lavoratori @GTT_Torino oggi in presidio in piazza Castello. Bisogna fare di tutto per salvare l’azienda, un servizio fondamentale e il futuro di tante famiglie”. (Agg. Massimo Balsamo)

SOSPESO IL BLOCCO DEL TRAFFICO

Non solo la Ztl, anche il blocco del traffico per lo smog è stato sospeso durante lo sciopero dei mezzi pubblici in corso a Torino: la protesta contro la Gtt mette a disagio mezza città e l’amministrazione Appendino decide giustamente di congelare per questo lunedì il divieto di circolazione per i veicoli diesel fino a Euro 4 (che doveva scattare proprio oggi). Restano però attive, come segnala l’Arpa Piemonte, le limitazioni permanenti dei blocco dei veicoli privati Diesel, Benzina, Gpl e Metano per Euro 0, 1, 2 e Benzina. Ricordiamo intanto che il servizio metro, come quello urbano e suburbano dopo le ore 15 è in pieno tilt per la fine della fascia di garanzia che questa volta non “garantirà” molto ai cittadini torinesi rimanendo fermo il servizio dalle 15 fino a fine servizio, in pratica una enormità di tempo. 

ZTL SOSPESA IN CENTRO

È caos in città per via dello sciopero Gtt che sta terrà sopratutto oggi pomeriggio fermi i principali mezzi pubblici della città di Torino: il Comune guidato dal sindaco Appendino ha deciso, per ovviare ai disagi profondi dei cittadini in questa giornata di sciopero, di sospendere per un giorno l’efficacia della Ztl in centro storico. Per questo provvedimento dunque è possibile circolare per tutto il giorno nella zona centrale con le proprie auto; restano invece assolutamente validi i divieti nelle vie e corsie riservate al trasporto pubblico, le zone pedonali e ovviamente anche le Ztl di Area Romana e Parco del Valentino. Con una seconda nota di aggiornamento, Gtt «garantisce che verrà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito». Resta intanto il caos in città con il traffico aumentato a dismisura e il rientro al lavoro dopo il weekend che ha visto notevoli disagi per i tanti torinesi in movimento. 

SCIOPERO METRO, TRAM E BUS

È in corso lo sciopero mezzi Gtt a Torino: durerà per tutta la giornata con info, orari e fasce di garanzie che cercheranno di venire incontro, come possibile, anche alle esigenze dei pendolare e lavoratori che per l’ennesima volta (quest’oggi di lunedì e non di venerdì, come invece consuetudine) si trovano in mezzo ad uno sciopero dei trasporti pubblici in questo “caldo” autunno. A fermarsi sono i lavoratori delle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, e aderiscono anche Faisa-Cisal e Fast-Confsal: è soprattutto questo pomeriggio che è previsto il disagio fortissimo per la mancata copertura di una lunga fascia di orario importante per chi esce dai vari luoghi di lavoro. Gtt infatti garantisce il servizio in questi orari: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 per tutto il servizio urbano di bus e tram;  dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 per la metro di Torino; a inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 invece per le Autolinee extraurbane. I disagi poi si aggiungono a quelli della sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres che garantisce il servizio solo dalle 14.30 alle ore 17.30.

LE MOTIVAZIONI DELLO SCIOPERO

Uno sciopero che arriva in una settimana decisiva per il futuro della società Gruppo Torinese Trasporti impegnata in un dialogo fitto con il Comune guidato dal sindaco Appendino per un nuovo piano industriale della principale azienda di trasporti torinese. «In palio c’è il futuro del trasporto pubblico locale», scrive la nota della Cisl Piemonte diffusa in queste ore in tutta la città. «La commissione Trasporti del Senato ha dato via libera a 40 milioni di euro alla Regione Piemonte per salvare GTT, vorremmo capire e valutare gli scenari che si stanno percorrendo per il futuro di GTT». Lo sciopero porterà disagi però non solo ai mezzi pubblici che di fatto mancheranno per quasi tutto il pomeriggio, ma vedrà anche un presidio di lavoratori in protesta tra le 15 e le 18 in Piazza Castello, in pieno centro della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori