Presentazione della beata Vergine Maria/ Il 21 novembre si celebra la festa Mariana

- La Redazione

Il 21 novembre si fa memoria della Presentazione della beata Vergine Maria, la festa è legata a una tradizione attestata dal protovangelo di Giacomo.

maria_vergine_madonna_rosario_croce_pixabay_2017
24 maggio: Beata Vergine Maria Ausiliatrice

La presentazione della Beata Vergine Maria ha una storia particolare che narra la vita della piccola Maria, ovvero la madre di Gesù e la prima parte viene narrata nel Protavangelo di Giacomo, uno dei vangeli apocrifi, il quale racconta che la giovane e futura madre del Figlio di Dio nacque in una famiglia dove, i genitori, avrebbero voluto avere un maschio come nascituro e non una femmina.  Anna e Giochino, ovvero i genitori di Maria, decisero quindi di portare la figlia presso il Tempio dove essi vissero per diversi anni.  La bambina, di un solo anno, venne mostrata ai religiosi che vivevano in quella struttura e questo atto è la presentazione vera e propria di Maria.  I genitori decisero che, pochi anni dopo, la stessa Maria sarebbe stata consegnata presso la struttura: questo accade quando la bambina aveva solo tre anni. Secondo Giacomo e quanto viene narrato all’interno del libro della Natività, i genitori di Maria fecero una sorta di patto con Dio: in cambio della loro figlia, volevano avere un figlio maschio. Da quel momento in poi il racconto sulla vita di Maria si interrompe. Secondo il tetso Maria lascerà il tempio dopo l’incontro con Giuseppe.

CELEBRAZIONI

La festa della Presentazione della Beata Vergine Maria veniva celebrata già durante il periodo dell’Impero Romano anche se questo festeggiamento assumeva dei tratti completamente differenti. Il 21 novembre coincideva anche con la consacrazione della Basilica di Santa Maria Nova a Gerusalemme: proprio da questo evento particolare, che proveniva dalla terra natia di Gesù, tutte le altre popolazioni decisero di sfruttare questa giornata per fare festeggiamenti vari. Anche durante il Medioevo, periodo abbastanza scuro per il mondo religioso cristiano, la giornata veniva celebrata specialmente con riti pagani i quali vennero definiti come importanti visto che quella giornata rappresentava una data importante dato che significava che la festa del Natale era sempre più vicina. Al giorno d’oggi la festa viene celebrata con una funzione religiosa abbastanza semplice e allo stesso tempo la Chiesa religiosa cristiana ortodossa, a differenza di quella cattolica, dà una maggiore importanza a questo evento, celebrato con processioni particolari ed inserito nella lista delle feste religiose, per la precisione le dodici, maggiormente importanti. A Venezia questa giornata viene festeggiata anche come Madonna della Salute e il Papa Giovanni Paolo II dedicò la stessa giornata alle donne cristiane che vivono la loro vita rispettando e seguendo la parola di Dio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori