KIT PER MODIFICARE IL DNA “FAI DA TE”/ Così è possibile farlo in cucina (e postare tutto su Facebook)

- Fabio Belli

Il genoma modificato in casa: il kit di Josiah Zayner, dell’Università di Chicago, permette l’ingegneria genetica… in cucina. I rischi non sono indifferenti

dna_pixabay_01
L'elica del Dna (Pixabay)

E’ difficile capire se possa trattarsi dell’idea dell’anno o solo di una folle stravaganza: quel che è certo è che il giovane ricercatore di biofisica Josiah Zayner, dell’Università di Chicago e con un passato all’AMES Research Center della NASA, tramite una raccolta di crowdfnding è riuscito a mettere a punto un kit casalingo per la modifica del genoma. Praticamente, si può giocare all’ingegneria genetica nella cucina di casa. Mero esercizio di stile per novelli scienziati pazzi? Non si direbbe visto che Facebook si è riempito velocemente di video che sono balzati sull’idea di Josiah, con gente che si mostra mentre modifica il proprio genoma con il “fai da te” direttamente da casa. L’obiettivo in teoria potrebbe essere quello di aumentare la propria muscolatura, nei fatti l’operazione potrebbe essere pericolosissima, “tagliando” in maniera sbagliata il proprio codice genetico ci si potrebbe procurare infiammazioni e addirittura il cancro.

“DA UBRIACHI, INVECE CHE FARVI UN TATUAGGIO, MODIFICATEVI IL GENOMA!” 

“Voglio vivere in un mondo in cui la gente da ubriaca invece che andare a farsi un tatuaggio decide di usare CRISPR (il nome del kit per il genoma fai da te – ndr) su se stesso,” ha affermato Josiah Zayner, il cui obiettivo non è quello di creare chissà quale innovazione sul momento (pur essendo consapevole dei rischi) bensì quello di portare l’innovazione scientifica alla portata di tutti, di casa in casa e non solo ad appannaggio dell’industria farmaceutica. Una sorta di “Napster” dell’ingegneria genetica? Se non fosse pericoloso verrebbe da sorridere. L’idea di Zayner potrebbe portare alla realizzazione di un vaccino (o di un tentativo di vaccino) contro il cancro fatto in casa, o anche a provare a mettere a punto da soli radicali trattamenti anti-invecchiamento a base di cellule modificate. Non è un caso che nei video postati si chiede di “non ripetere l’esperimento a casa”. Stavolta però non si parla di stuntman o di acrobazie pericolose, ma di gente che prova a modificarsi geneticamente da sola, ignorandone le conseguenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori