Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: falso allarme terrorismo a Londra (25 novembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: falso allarme terrorismo a Londra. Oltre duecento morti in un attacco terroristico in Sinai. Sotto inchiesta il Sindaco di Mantova. (25 novembre 2017).

attentato_manchester_terrorismo_polizia_lapresse_2017
Ultime Notizie - La Presse

FALSO ALLARME TERRORISMO A LONDRA

Erano le 16.38 ora inglese, quando il panico è scoppiato in una delle strade più frequentate della capitale londinese, quella Oxford Street meta di tutti coloro che cercano un acquisto in queste ore di forti sconti. Immediatamente intervenuta la Police Metropolitan, si sono viste per strada scene di panico, con gli agenti che domandavano alle persone di mettersi al riparo dentro i negozi, mentre controllavano uno ad uno, armi alla mano, ogni anfratto della famosa “tube”, la metropolitana londinese. Alla fine dopo qualche ora l’allarme è rientrato, e di fatto la polizia non ha saputo spiegarsi cosa lo aveva fatto scattare. Per fortuna alla fine un grande spavento e solo qualche ferito, dovuto alla grande ressa della gente nel momento di abbandonare la metropolitana.

OLTRE DUECENTO MORTI IN UN ATTACCO TERRORISTICO IN SINAI

I terroristi hanno attaccato nel momento in cui i fedeli abbandonavano una moschea nel Sinai Settentrionale, prima degli ordigni artigianali posizionati all’esterno dell’edificio religioso, poi una raffica di bombe a mano gettate direttamente sulla gente che fuggiva. Pesantissimo alla fine il bilancio, un bilancio che parla di oltre duecento morti e altrettanti feriti, alcuni in gravissime condizioni. I soccorsi immediatamente intervenuti sono stati fatti segno di colpi di arma da fuoco, cosa che ne ha ritardato l’intervento e ha amplificato il bilancio totale dell’attentato. Il presidente egiziano Al-Sisi si immediatamente recato sul posto, e dopo aver dichiarato tre giorni di lutto nazionale, ha voluto sottolineare come il suo paese sarà sempre in prima linea nella lotta al terrorismo.

SOTTO INCHIESTA IL SINDACO DI MANTOVA

Un’accusa estremamente infamante: quella di aver chiesto favori sessuali in cambio di contributi comunali. Mattia Palazzi il sindaco di Mantova è ufficialmente sotto inchiesta da oggi, dopo la consegna dell’avviso di garanzia da parte degli investigatori del comando provinciale dell’Arma dei carabinieri, il primo cittadino è scoppiato in lacrime negando ogni addebito. Ed è giallo sulla vicenda, con la stessa presunta vittima che alla stampa ha dichiarato di non aver mai presentato nessuna denuncia alle autorità. I carabinieri intanto hanno sequestrato a casa del primo cittadino, computer, Tablet e due telefonini, nelle prossime ore entrambi i partecipanti alla vicenda saranno ascoltati dall’autorità giudiziaria.

IL RIESAME ANNULLA LE MISURE PER CATENO DE LUCA

Una vicenda quella di Cateno De Luca che aveva attirato l’attenzione di tutta Italia, stante che il parlamentare regionale era stato arrestato a poche ore dal suo insediamento dopo la vittoria alle elezioni del 5 novembre scorso. Adesso la vicenda si arricchisce di un nuovo capitolo, quello dell’annullamento di tutte le accuse. Il tribunale del Riesame ha infatti ritenuto totalmente infondata la tesi accusatoria della procura messinese, revocando tutte misure che erano state emanate, tra cui quella degli arresti domiciliari. Plauso immediato di De Luca, che ha sottolineato come questo sia il quindicesimo processo che subisce, processi sempre risolti con nessuna condanna definitiva.

LUCIANO SPALLETTI PRONTO PER L’ANTICIPO

Spalletti si è concesso ai giornalisti alla vigilia della partita con il Cagliari che ha definito squadra pericolosa e da affrontare con grande attenzione. Il tecnico nerazzurro ha confermato che la squadra sta facendo bene, ma ha messo in guardia dal sottovalutare gli avversari e ricordato che con una sola sconfitta si può scendere fino al quinto posto in classifica. Il tecnico dell’Inter ha elogiato Icardi, e confermato che la squadra sta facendo quando gli viene chiesto, con molto sacrificio. Stasera i meneghini saranno attesi dalla trasferta a Cagliari contro la squadra di Diego Lopez.

TORREIRA SEMPRE PIÙ PROTAGONISTA

Come visto nell’ultima partita contro la Juventus, nella quale ha segnato anche una rete, nella formazione blucerchiata si sta confermando molto importante il centrocampista uruguaiano Lucas Torreira, arrivato molto giovane in Italia nelle file del Pescara e poi passato nelle file della formazione genovese. Per lui una grande crescita, sia sul piano della quantità che della qualità, segnando anche più reti rispetto alla scorsa stagione. Nell’ambiente calcistico si parla già di possibili interessamenti da parte delle big, non solo italiane, ma il presidente Ferrero non sembra orientato a trattare la cessione prima dell’estate, quando il giocatore potrebbe essere anche convocato da Tabarez nella nazionale che parteciperà ai mondiali in Russia.

FORMULA UNO ALL’ULTIMO APPUNTAMENTO

Sulla pista di Abu Dhabi si sono svolte le prime due sessioni di prove libere in vista del GP di domenica e come di consueto si è assistito ad una lotta serrata tra Hamilton e Vettel. Chi si aspettava un campione del mondo appagato si deve ricredere, con il pilota della Mercedes che ha realizzato il miglior tempo assoluto, scendendo anche sotto il record precedente della pista. Per lui 1 decimo e mezzo di vantaggio sul tedesco della Ferrari che vuole dare alla casa di Maranello la prima vittoria in assoluto sul circuito di Yas Marina.

VENTURA TORNA SUBITO IN SELLA?

Pochi giorni dopo l’allontanamento dalla panchina della nazionale, per Giampiero Ventura potrebbero aprirsi le porte per un ritorno in azione. Si tratterebbe della Premier League ed in particolare del Watford, formazione della quale è proprietaria la famiglia Pozzo. Del possibile avvento in panchina dell’ex tecnico del Torino si è parlato sulla stampa, ma finora non ci sono comunicazioni ufficiali in merito. Di sicuro sarebbe un’avventura molto gradita per il tecnico che ha dimostrato di essere in grave crisi di identità in maglia azzurra.

NEL RUGBY L’ITALIA SFIDA IL SUDAFRICA

Importante test match di rugby per l’Italia che a Padova sfida nuovamente il Sudafrica dopo la storica vittoria ottenuta un anno fa a Firenze. La partita contro gli Springboks è l’ultima del trittico novembrino del XV azzurro, con capitan Parisse che non si nasconde le difficoltà dell’incontro e dichiara che negli 80 minuti saranno cruciali sia le azioni in mischia che le touche. Per il CT italiano O’Shea alcuni cambi rispetto al match precedente e campo per Esposito e per il 20enne Licata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori