Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: permessi di soggiorno a pagamento, arrestati 6 agenti (28 novembre 2017)

- La Redazione

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Ligresti condannato a 5 anni. Milan, esonerato Vincenzo Montella. Qualità della vita, Belluno in vetta (28 novembre 2017)

vincenzo_montella_milanello_allenamento_lapresse_2017
Montella, addio al Milan (foto LaPresse)

PERMESSI DI SOGGIORNO A PAGAMENTO, ARRESTATI SEI AGENTI DI POLIZIA

Da poche centinaia di euro fino a migliaia. Tanto si facevano pagare alcuni poliziotti dell’ufficio immigrazione di Milano per rilasciare permessi di soggiorno a extracomunitari. In tutto sono stati arrestati sei agenti, quattro sono in carcere con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’illecito rilascio di permessi di soggiorno, falso in atto pubblico e accesso abusivo a sistemi informatici. Altri due si trovano agli arresti domiciliari. (Agg. Paolo Vites)

RICATTO CON VIDEO HARD, SI IMPICCA UNA 22ENNE

Nuovo caso di stalkin online. Michela Deriu, barista a Porto Torres in Sardegna, nella notte fra il 4 e il 5 novembre scorsi si è impiccata: tre giovani l’avrebbero minacciata di diffondere in Rete un suo video hard se non li avesse pagati. La ragazza, 22 anni, si è uccisa mentre era a casa di una amica. Ci sarebbe di mezzo nasce una rapina, ma dai suoi sms e da chiacchiere con parenti e amici sarebbe venuta fuori la verità, un video hard diffuso tra poche persone tra cui i tre ricattatori che sono stati arrestati (Agg. Paolo Vites)

LIGRESTI CONDANNATO A 5 ANNI

Il tribunale di Milano ha deciso che Salvatore Ligresti, ex patron della galassia Fonsai e uomo ombra dell’economia italiana degli ultimi trent’anni, è colpevole del reato di aggiotaggio, e per questo lo ha condannato a scontare cinque anni di reclusione e pagare centomila euro di multa. La condanna risale alla situazione della holding Premafin, e di fatto riconosce come Ligresti abbia acquisito azioni tramite alcuni prestanome, per nascondere l’imminente fallimento della società. Nell’ambito della stessa inchiesta condannati anche l’immobiliarista Giancarlo de Filippo e il commercialista Niccolò Lucchini. I giudici hanno anche disposto il sequestro di una grossa somma di denaro, parte di quest’ultima sarà versata alla Consob, riconosciuta parte lesa di tutta la vicenda. 

PESANTE ACCUSA AL NOSTRO PAESE LANCIATA DALLE ONG 

Pesante accusa lanciata quest’oggi dall’organizzazione non governativa Sos Méditerranée, che segnala come il nostro paese faccia di tutto per boicottare i salvataggi da parte delle organizzazioni umanitarie. L’accusa si riferisce principalmente ad una situazione occorsa venerdì scorso, quando la nave Aquarius è stata fermata dalla sala operativa della guardia costiera, prima di salvare i migranti imbarcati su due gommoni, migranti successivamente trasbordati sulle motovedette libiche. I volontari raccontano come gli extracomunitari siano rimasti in balia delle onde per oltre 4 ore, mentre dalla centrale operativa di Roma veniva intimato alla nave di stazionare in zona, ma di non imbarcare i migranti. Nessuna nota ufficiale al momento è pervenuta dalla capitaneria di porto, autorità competente a coordinare i soccorsi in mare. 

BELLUNO LA MIGLIORE CITTA’ D’ITALIA 

Pubblicati oggi i dati relativi alla consueta ricerca del Sole 24 Ore, che analizza la qualità di vita dei capoluoghi di provincia del nostro paese. A vincere la piccola città di Belluno, centro nel quale la qualità della vita, almeno per gli analisti è al top. Come al solito i primi posti sono ad appannaggio delle città settentrionali, con le prime 7 città che sono quasi tutte dell’arco alpino (Aosta, Sondrio, Bolzano, Trento Verbano-Cusio-Ossola e Trieste). In ultima posizione in questa speciale classifica Caserta, un po’ meglio va per Taranto e Reggio Calabria, rispettivamente penultima e terzultima. Spicca lo scivolone dei grandi centri con Milano che perde sei posti e Roma tredici. A spiccare comunque il divario nord – sud, con la prima città meridionale che è rappresentata da Oristano, che però si posiziona a metà classifica. in cinquantaduesima posizione. 

MILAN, ESONERATO MONTELLA 

Vincenzo Montella non è più l’allenatore del Milan. Il tecnico napoletano è stato esonerato nella mattina di lunedì dopo il pareggio interno a reti inviolate contro il Torino. La squadra è stata affidata a Gattuso, allenatore della primavera rossonera. Montella paga la posizione di classifica deficitaria in serie A, con l’attacco che non riesce a segnare con continuità, mentre in Europa League la squadra si è qualificata in anticipo per i sedicesimi, con il primo posto nel suo girone. Ora la palla passa in mano a Gattuso, che fa così il suo esordio nel campionato di serie A, nel quale è stato grande giocatore, proprio nelle file del Milan, un tecnico sicuramente molto amato dal pubblico milanista, che al termine della gara contro il Torino ha invece sonoramente fischiato squadra e allenatore. Il percorso di Montella sulla panchina del Milan era iniziato lo scorso campionato con un successo sul Torino ed è terminato proprio contro il Milan con il pareggio.

ESONERATO ANCHE IL TECNICO DEL SASSUOLO, BUCCHI 

Gli emiliani hanno sostituito Bucchi dopo la sconfitta con il Verona, affidando la squadra a Iachini, tecnico che ha già preso in diverse occasioni squadre in corsa riuscendo a salvarle. Il Sassuolo ha cambiato in estate dopo che Di Francesco era passato sulla panchina della Roma, ed aveva perso oltre al tecnico anche diversi giocatori di livello e si trova ora a fare i conti con una classifica deficitaria. 

IL BENEVENTO FA 14 SU 14: KO IN CASA DELL’ATALANTA 

Non finisce la caduta libera del Benevento nel campionato di Serie A. La formazione sannita ha combattuto nella difficile trasferta allo stadio Azzurri d’Italia sul campo dell’Atalanta, ma alla fine è andata di nuovo ko a causa di un gol di Cristante nel secondo tempo. Tre punti importanti per la squadra di Gasperini che ha saputo così dare continuità al trionfo europeo a Goodison Park di giovedì scorso, in cui la formazione bergamasca ha blindato la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. La partita però è stata molto combattuta, nel primo tempo il Benevento ha sfiorato il gol e ha cercato fino alla fine un pareggio che non è arrivato. Quattordicesima sconfitta consecutiva per i giallorossi che sono ormai ogni record europeo, ancora in attesa del primo turno in quello che è il loro primo campionato di Serie A.

ROMA E LAZIO RALLENTANO CON IL VAR

Stesso destino per Roma e Lazio che erano impegnate a Marassi contro il Genoa e all’Olimpico contro la Fiorentina. Per giallorossi e biancocelesti lo stesso risultato, 1 – 1 con vantaggio e successivo pareggio subito con un calcio di rigore che i due direttori di gara hanno decretato dopo aver rivisto le immagini con l’aiuto della tecnologia. Il loro rallentamento sembra per ora aver ristretto a tre squadre la lotta per il vertice, anche se entrambe devono recuperare una gara.

JUVENTUS, HIGUAIN SALTERA’ IL NAPOLI 

L’infortunio alla mano che aveva costretto l’attaccante argentino a restare in panchina nell’ultimo turno contro il Crotone, porterà anche all’esclusione nel big match di venerdì prossimo con il Napoli. Higuain infatti è stato operato e potrebbe tornare a disposizione contro l’Olympiacos o molto più probabilmente con l’Inter nel successivo turno di campionato.   

LA FORMULA UNO SI CHIUDE CON IL SUCCESSO DI BOTTAS 

Il finlandese Bottas, dopo aver conquistato la pole position ha vinto anche l’ultima gara del 2017 della Formula Uno, davanti al suo compagno di squadra, il campione del mondo Hamilton, e alla Ferrari di Vettel. Un GP abbastanza noioso, quasi senza sorpassi, con un “trenino” che si è formato dopo il via e non ha suscitato grandi emozioni fino alla bandiera a scacchi. Ora piloti e scuderie avranno a disposizione qualche giorno di vacanze prima di tornare a lavorare in vista della prossima stagione. 

LA LEGA DI SERIE A HA TENUTO LA SUA ASSEMBLEA

Nessuna notizia definitiva dall’assemblea di Lega della serie A, ma filtra comunque ottimismo circa l’elezione del presidente e dei consiglieri, che dovrebbe avvenire entro il 30 novembre prossimo, anche per evitare il commissariamento della Federcalcio. Nel corso dell’assemblea si è parlato anche della questione dei diritti televisivi, con la possibilità che parta un canale tv della stessa Lega Calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori