Mister Friuli Venezia Giulia è nero/ Alioune Diouf, web contro il 18enne: “Penso positivo”

- Niccolò Magnani

Mister Friuli Venezia Giulia è nero: Alioune Diouf, il web contro l’elezione del 18enne di origini senegalesi. “Mister Senegal sarà mai friuliano?”. La difesa di Elisa, “sei bellissimo”

mister_friuli_razzismo_alioune_diouf_facebook_2017
Mister Friuli 2017 è nero (LaPresse

L’elezione di Mister Friuli ha suscitato diverse polemiche sul web, dato che il nuovo Re della categoria non è un bianco, ma bensì un nero. Vecchi cliché alla Indovina chi viene a cena?, quindi, che però qui in Italia sembrano esserci ancora e non avere fine. Mister Friuli (al secolo Alioune Diouf) non sembra prendersela a male per tutti gli insulti ricevuti ma, anzi, cerca di immagazzinarli per renderli qualcosa di positivo e propositivo. Sul sito Repubblica.it il giovane più bello del Veneto si è così espresso: ” Certamente non mi piace ricevere insulti ma alla fine preferisco non rispondere a tutte le critiche che ricevo. Da anni mi sono abituato a trasformare tutte le difficoltà in un motore per creare qualcosa di positivo intorno a me. Purtroppo qui in Italia non tutti sono pronti a vedere uno straniero primeggiare in qualcosa. Comunque le regole del gioco non le faccio io.” Per Alioune, adesso, si potrebbero aprire prospettive importanti, soprattutto nel mondo dorato della moda. D’altronde, è lo stesso Mister Friuli che sogna un futuro del genere: “Mi piacerebbe tanto sfilare per Gucci”, ha detto. (agg. Francesco Agostini)

PARLA SALVINI

L’elezione di Mister Friuli Venezia Giulia è diventata un caso: a vincere il concorso è stato Alioune Diouf, un 18enne senegalese. Gioca a basket, studia per diventare termoidraulico ed è stato eletto Mister Friuli Venezia Giulia. Nulla di strano, ma la sua carnagione scura lo ha reso oggetto di offese e minacce a sfondo razzista sui social. Molte polemiche sul web, da cui il leader leghista Matteo Salvini si è subito smarcato. “Non mi scandalizzo per un concorso di bellezza, dovrebbe essere lagato anche alle radici del territorio ma magari lui è più friulano di tanti friulani”, ha dichiarato come riportato da Repubblica. Dopo aver dribblato i commenti xenofobi, ha colto l’occasione per parlare di ius soli: “Questo ragazzo è la manifestazione evidente che senza cittadinanza non perdi neanche mezzo diritto. Penso che la cittadinanza sia una scelta rilevante, che va presa pensandoci, meritandola e scegliendola a 18 anni”, ha aggiunto Salvini. (agg. di Silvana Palazzo)

ALIOUNE DIOUF, MISTER FRIULI VENEZIA GIULIA È NERO

L’elezione di Mister Friuli Venezia Giulia 2017 verrà ricordata per le enormi polemiche scatenate contro Alioune Diouf, 18enne fresco di vittoria e… senegalese. È un giocatore di basket – milita nella Virtus Feletto in Serie C Silver di Basket, oltre che con la Apu Gsa tra gli Under 20 – ma soprattutto è il nuovo “reginetto” di bellezza della regione friuliana: il web (e non solo) però non ha gradito la scelta che viene vista come un «asservimento al politicamente corretto», o come «totale irrispettosa scelta per il popolo friulano» e una serie di altri insulti e polemiche a mezzo social che stanno riempiendo il web in queste ultime ore. Ha 18 anni è originario del Senegal, ma vive da cinque anni a Cividale, in provincia di Udine: parla italiano e friulano e a Cividale studia per diventare idraulico. Come spiega il Messaggero Veneto, la giuria al ristorante Adriatico dove si è svolto il concorso di bellezza, non ha avuto dubbi: dei 120 punti a sua disposizione gliene ha assegnati ben 116. «Mi sono commosso – racconta la sua elezione –, è stata una sorpresa. Mi hanno trattato sempre bene e mi hanno aiutato sia al convitto dove abito sia al di fuori. Qui ho trovato una nuova famiglia», racconta Alioune sempre ai colleghi del Messaggero Veneto. «Mi piace molto il frico con la polenta – riferisce sorridendo ancora il neo Mister Fvg – e considero i friulani molto simpatici, nonostante le battute sul colore della mia pelle».

ELISA, “FIERA DI ESSERE FRIULANA COME TE”

Più che battute, veri e propri insulti razzisti con il web che come al solito sfodera sempre il “meglio” della realtà umana quotidiana: «la giuria ha rinnegato le sue origini» si legge in alcuni dei commenti apparsi su Facebook in queste ore. E così via: «sciagurati comunisti e buonisti che volete premiare un nero, bello sì ma in una gara friulana è fuori posto». Un altro commentatore scrive, «bel fusto senegalese annulla l’identità di una regione, è come essere orgogliosi di essere occupati da un altro paese». C’è poi chi arriva a parlare di offesa di etnia e di concorso fuori posto per uno che non è friulano, e chi arriva all’ironia, «Mister Friuli è senegalese, ma Mister Senegal sarà friulano??»: la polemica continua, spesso anche molto sterile, mentre di contro si afferma la difesa di scusi del bel Diouf. Elisa, la superstar cantante friulana, ha scritto su Twitter «Alioune sei bellissimo e meriti questa vittoria. Fiera di essere friulana come te». Il suo agente, che è stato il primo a denunciare gli insulti razzisti contro il suo assistito giocatore e modello, ha spiegato al Messaggero Veneto: «allucinato da tutti questi commenti razzisti. All’Udinese un giocatore di colore non desta alcun scalpore, perché allora ci sono problemi con i concorsi di bellezza? La realtà di oggi è multietnica, i nostri figli frequentano classi composte da molti bambini stranieri: questa varietà è ormai la normalità», spiega Fabrizio Astolfi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori