20ENNE UCCIDE LA MADRE A COLTELLATE/ Rovigo: dramma nella notte, ignote le cause del gesto

- Emanuela Longo

20enne uccide la madre a coltellate: dramma nel centro di Rovigo, dove nella notte si è consumato il delitto per il quale non ci sarebbe ancora un movente. Il ragazzo è stato fermato.

incidente_omicidio_carabinieri_2_lapresse_2017
Immagine d'archivio (LaPresse)

La città di Rovigo oggi si è risvegliata nell’orrore dopo un delitto dai contorni ancora tutti da chiarire. Secondo quanto riporta il quotidiano Corriere.it, un giovane 20enne avrebbe ucciso la madre a coltellate. Entrambi di origine romena, abitavano in un appartamento di una palazzina a due piani nel centro della città, in via Pascoli 33. Qui, intorno alle 4 della passata notte sarebbe avvenuto l’impensabile: secondo una prima ricostruzione, il giovane poco più che ventenne di nome Bogdan avrebbe ucciso in modo violento la madre Tatiana, di circa 50 anni. A dare l’allarme allertando così il 113 è stato il padre del ragazzo presunto omicida, solo dopo essersi accorto del corpo della moglie, ormai senza vita. Al momento non sarebbero ancora chiare le dinamiche e soprattutto le motivazioni che avrebbero spinto il ragazzo a compiere un gesto così violento e dagli esiti drammatici nei confronti della madre.

LA SCOPERTA CHOC AD OPERA DEL MARITO

La vittima, una donna sulla cinquantina, viveva e lavorava come colf a Rovigo. Il figlio 20enne, che attualmente risulta accusato di omicidio, era invece disoccupato e dalle prime informazioni raccolte pare soffrisse di problemi mentali e che per questo assumesse farmaci. Al momento sarebbe in stato di fermo e a disposizione del pm di turno della procura di Rovigo. Gli inquirenti hanno già avviato tutte le indagini del caso, coordinate dal sostituto procuratore Fabrizio Suriano, per tentare di fare piena luce sull’accaduto anche se al momento non sarebbero noti i motivi del gesto. Le notizie sono ancora piuttosto frammentarie. Stando a Fanpage, pare che secondo una prima ricostruzione il marito della vittima sarebbe stato svegliato nel cuore della notte da strani rumori provenienti dalle altre stanze dell’appartamento al primo piano dell’edificio. Dopo essersi alzato, avrebbe compiuto la sconvolgente scoperta trovando la donna per terra, ormai morta. All’arrivo dei soccorsi per la donna non c’era più nulla da fare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori