Francesca Wondy Del Rosso/ Video, Franca Leosini legge la lettera del marito: il web si commuove

- Silvana Palazzo

Francesca Wondy Del Rosso, video: Franca Leosini legge la straziante lettera del marito. “Mi vivi dentro”, scrive Alessandro Milan raccontando la battaglia della moglie contro il tumore

francesca_wondy_delrosso
Francesca Wondy Del Rosso

Una lettera per raccontare la battaglia dell’amore della propria vita contro il cancro: l’ha scritta Alessandro Milan per la moglie Francesca Del Rosso, meglio conosciuta come Wondy. Parole toccanti, che sono state lette dalla giornalista Franca Leosini durante una trasmissione organizzata dalla Rai per la raccolta fondi per l’Airc, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Una lettera commovente, scritta un anno fa dopo la morte dell’adorata moglie. “Non vi racconterò stupide favolette. Wondy ha perso la battaglia. Perché lei voleva vivere. Francesca amava follemente vivere. Di più: non ho mai conosciuto una persona più attaccata di lei alla vita”, comincia così la lettera del giornalista del Sole 24 Ore. Wondy è morta, ma la sua storia continua a vivere e ispirare: “Moglie mia, hai perso la battaglia dunque. Ma hai lasciato tanto. A me due splendidi bambini, al mondo una forza incrollabile, una positività che emanava luce. Sfido chiunque ti abbia conosciuta a raccontarmi una volta in cui ti ha vista o sentita piegata dalla vita”. Non a caso è nato il premio “Wondy – per la letteratura resiliente”, organizzato dall’associazione “Wondy Sono Io” per diffondere la cultura della resilienza, quella che ha avuto la giornalista e scrittrice Francesca Del Rosso fino al suo ultimo giorno.

IL MARITO DI WONDY: “TI AVREI PORTATO IN BRACCIO LASSÙ”

Francesca Del Rosso era conosciuta per il coraggio, l’ironia e la positività con cui ha raccontato la sua malattia. Il marito ha dunque deciso di creare un riconoscimento letterario, un modo per ricordare l’amore per la letteratura e la vita di sua moglie Wondy. “Di fronte al dolore, se si oppone troppa resistenza, si rischia di spezzarsi. Essere resilienti vuol dire affrontarlo a viso aperto, abbracciarlo quasi, come ha sempre fatto le”, ha spiegato Alessandro Milan, che un anno fa scrisse una lettera alla moglie dopo averla persa. Una lettera toccante che recentemente è stata letta dalla collega Franca Leosini: “Hai sorriso. Fino all’ultimo secondo, fino a quando la morfina non ti ha stritolata. (…) Non ti è stato risparmiato neppure un briciolo di strazio finale. E quando hai alzato entrambi gli indici delle mani al cielo dicendo “ma perché è così faticoso arrivare lassù?”, beh sappi che ti ci avrei portata in braccio”. Wondy ha provato a tenere tutti lontano dalla sua sofferenza con una speranza: “Mi hai guardato negli occhi, quando eravamo vicini all’ultimo chilometro, e mi hai detto: “Spero solo, almeno, di lasciare in te e nei bambini un bel ricordo”. Lasci qualcosa di più: mi hai semplicemente insegnato come si vive. Non imparerò mai, puoi scommetterci, ma ti prometto che ce la metterò tutta”. La conclusione della lettera dice tutto: “Mi vivi dentro”. Clicca qui per la lettera integrale. Di seguito il video della lettura di Franca Leosini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori