Pornoattore gay uccide il fidanzato/ La famiglia della vittima accusa: è lui l’assassino ora è in fuga

- Silvana Palazzo

Usa, pornostar gay scompare dopo l’omicidio del fidanzato: per la famiglia della vittima è lui l’assassino. Le ultime notizie sulla morte di Keith Harris e la scomparsa di Ali Liam

ali_liam_keith_harris
Keith Harris è stato ucciso dal fidanzato Ali Liam?

Potrebbe essere stato Ali Liam, pornostar gay di origini mediorientali, ad aver ucciso il compagno Keith Harris. La polizia di San Francisco si è messa subito sulle tracce del ventenne, il cui nome reale è Alkoraishie Ali: al momento non risulta raggiungibile al telefono e gli amici hanno dichiarato di non averlo visto negli ultimi giorni. La scoperta del cadavere è stata fatta dal padrone di casa, Paul Novales, che aveva ricevuto una chiamata che segnalava l’assenza di Keith Harris da un paio di giorni. Secondo i giornali locali, nell’appartamento sono state trovate tracce di sangue sul muro e pozze sul pavimento, compatibili con un’aggressione. Una vicina è stata poi testimone di un’accesa lite: ha dichiarato di aver sentito una discussione ad alta voce proveniente dall’appartamento, nella notte precedente il ritrovamento del cadavere, ma non ha saputo dire cosa si stessero dicendo i due. La polizia per ora non considera Ali Liam sospettato, ma per la famiglia della vittima, Keith Harris, è proprio il porno attore l’assassino.

ATTORE GAY SCOMPARSO: “SEI UNA PERSONA ORRIBILE”

Keith Harris è stato trovato morto nel suo appartamento giovedì scorso e il fidanzato, porno attore gay 48enne, risulta scomparso. La polizia, stando a quanto riportato dal San Francisco Bay Area Reporter, ha spiegato che la vittima è stata pugnalata a morte: sul corpo sono state trovate diverse ferite da accoltellamento. “Era un bel ragazzo, normale, l’inquilino ideale”, ha dichiarato Paul Novales, il proprietario dell’appartamento che ha scoperto il cadavere. Qualche risposta potrebbe darla il fidanzato della vittima, il pornostar Ali Liam, che però è introvabile:  “Nessuno sembra sapere dove sia, quando si prova a chiamarlo scatta subito la segreteria telefonica”, ha dichiarato Gus Bean, amico della coppia, aggiungendo di non sapere se Ali avesse problemi con la droga. “Quando ha lavorato ad alcune feste mi è sembrato completamente sobrio, e ha sempre fatto un ottimo lavoro, era molto professionale”, ha spiegato Bean. La famiglia di Keith Harris sostiene però che sia proprio il fidanzato l’assassino:  “È in fuga dopo aver ucciso Keith. Ti rendeva felice, perché lo hai ucciso brutalmente? Era gentile con te e tu lo hai ucciso, sei una persona orribile”, ha scritto su Facebook il fratello gemello della vittima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori