Tromba d’aria a Sanremo/ Video, paura e danni in centro: una donna lievemente ferita

- Silvana Palazzo

Tromba d’aria a Sanremo, video: paura e danni in centro, una donna lievemente ferita. Le ultime notizie sull’uragano che si è abbattuto nella città ligure oggi, 1 dicembre 2017

tornado_tromba_aria_2_pixabay
Tromba d'aria a Sanremo (Foto: da Pixabay)

Una tromba d’aria si è abbattuta su Sanremo, colpendo la parte centrale e di ponente della città. Paura al porto Vecchio quando alle 12.40 il violentissimo uragano ha fatto volare via in pochi istanti due verande di locali pubblici, in via Roma e in corso Garibaldi, facendole abbattere su mezzi in sosta. Molte vetrate, inoltre, sono andate in frantumi. La tromba d’aria ha addirittura “strappato” anche il camino da un tetto che è precipitato in strada, provocando danni a moto e auto. Tante le chiamate ai vigili del fuoco. Nel bilancio della tromba d’aria anche il lieve ferimento di una donna. In tutta la Liguria comunque è allerta per l’ondata di maltempo. Moto e calcinacci a terra, transenne volate in aria e persone addirittura aggrappate ai pali per evitare di volare via: Sanremo è stata travolta da una tromba d’aria che ha fatto vivere a cittadini e turisti attimi di paura. Una delle zone più colpite è quella centrale, in prossimità del teatro Ariston. Il fenomeno atmosferico è durato poco, meno di un minuto, ma la sua furia è stata sufficiente per terrorizzare la gente in strada.

TROMBA D’ARIA A SANREMO, LA CONTA DEI DANNI DOPO LA PAURA

A ridosso di piazza Colombo, non lontano dal teatro Ariston di Sanremo, un’ampia vetrata si è abbattuta in via Roma, sfiorando un’auto e abbattendo letteralmente una quantità di scooter e moto parcheggiati. Questo l’effetto delle due tromba d’aria che hanno sorpreso la città dei fiori. Una si è abbattuta sulla zona di San Martino, l’altra in pieno centro. In corso Garibaldi è volato via di tutto: pezzi di cornicione e materassi, ad esempio, che hanno provocato diversi danni. In corso Cavallotti è stato divelto un albero ed è stata tirata giù una porzione di muro, provocando anche una fuga di gas. L’Arpagal ha spiegato che non si tratta di un fenomeno “speciale”, perché c’è stato un repentino abbassamento delle temperature. C’è stato uno scontro tra messe d’aria, una più fredda e una più calda. Si è trattato di celle temporalesche che oltre ad avere moti ascendenti e discendenti ne hanno anche rotatori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori