ALFIO METTE INCINTA UNA FAMIGLIA/ Fake news, ma se la dice Luciana Littizzetto diventa vera

- Niccolò Magnani

Alfio mette incinta una famiglia in Calabria: è una fake news, ma se la dice Luciana Littizzetto a Radio Deejay allora diventa “vera”. Gli errori e le bufale

che_tempo_che_fa_fabio_fazio_luciana_littizzetto
Luciana Littizzetto e Fabio Fazio

Una fake news bisognerebbe ormai saperla non dico cogliere ovunque, ma almeno subodorare che lo sia: e invece, nonostante il martellamento mediatico sul concetto e i rischi delle “bufale” soprattutto in termini di notizie giornalistiche, qualcuno ancora ci è cascato. E non in pochi: la storia ormai la conoscete, è quella di Alfio Fragomeni, fantomatico 23enne che dopo aver messo incinta la fidanzata 19enne si è ritrovato con il “blocco” del sesso. Non riusciva più ad andare a letto con lei: e quindi? Beh fenomeno puro, in serie è riuscito a inseminare e far rimanere incinta la madre della ragazza (quindi la suocera), la zia e pure la sorella. «Sesso con la mamma, sesso con la figlia, sesso con tutta la famiglia. Filastrocca diventata realtà in Calabria. Oggi vi raccontiamo la storia di Alfio Fragomeni  un bellissimo ragazzo di 23 anni che ha voluto condividere con noi la sua sciagurata esperienza: “Ho fatto sesso con la mamma, la zia e la sorella della mia ragazza. Ora loro tre sono incinte e anche la mia ragazza lo è”. La sua fidanzata ha 19 anni e l’ha conosciuta circa un anno fa in palestra, i due si sono subito piaciuti e hanno iniziato a frequentarsi però “poi lei è rimasta incinta e stava così male che non riuscivamo più a fare sesso” ha dichiarato il ragazzo». Così si leggeva su tre testate giornalistiche che non potete a primo d’occhio non riconoscerne la profonda e stimata attività nazionale, da veri capostipiti del giornalismo italiano: The Crazy Room, Dangerous News, Sky24ore. Ecco, ci siamo capiti insomma…

LA BUFALA “SVELATA”

Benissimo, di fake news doveva trattarsi e di fake news si tratta: ma c’è un “però” da avanzare. Nei giorni scorsi la mitica Lucianina Littizzetto assieme al fedele Vic nel programma radiofonico “La Bomba” su Radio Deejay ha raccontato in diretta (ecco qui l’audio originale) l’intera esilarante “vicenda” di Alfio “l’inseminatore”: «insomma un vero e proprio campione questo della Calabria! Alfio, un bel ragazzo di 23enne, fidanzato con una 19enne, dopo aver comunicato alla famiglia di lei la dolce attesa della compagna, ha avuto una relazione con la mamma, la zia e la sorella della consorte. Tutte e tre le donne – compresa la fidanzatina di Alfio – ora sono in dolce attesa». Luciana, a metà tra il divertito e l’inquieta, poi ammette con senso critico, «certo che questa storia sembra davvero inventata, suddai!», confida in diretta a Vic, che concorda e completa la storia di Alfio, prima della chiosa da regina della Littizzetto. «A proposito della famiglia allargata, l’unica sicurezza è che Alfio se non sapesse che mestiere fare ora la banca del sempre potrebbe dargli un ruolo da dirigente!». Come però tante altre storielle simpatiche raccontate in passato da Lucianina, sia da Fazio a Che tempo che fa che in radio, la bizzarra vicenda di Alfio da molti è stata giudicata e compresa essere vera: la Littizzetto in effetti non ha calcato la mano sulla fake news in quanto tale, il che lascia il dubbio che possa anche lei esserci cascata in qualche modo, ma l’evidenza di una assurdità del genere, per di più incrociando le “testate giornalistiche” che hanno dato la notizia, avrebbe dovuto portare a riderci sopra alle battute della comica piemontese. Tenendo fermo il fatto che siamo di fronte ad una bella e fantastica bufala: e invece, guardate qui il Mattino di Napoli – autorevole giornale, questo sì – incappa come tante altre testate nazionali nella clamorosa gaffe. «Mette incinta la fidanzata, poi la mamma di lei, la sorella e la zia. Non è una barzelletta, ma una storia vera, quella di Alfio raccontata da Luciana Littizzetto e Vic nell’ultima puntata del programma La Bomba di Radio DeeJay»: fake news, ahi ahi…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori