Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: appello di Papa Francesco sull’accoglienza (26 dicembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: ricoverato Vittorio Cecchi Gori. Navalny non potrà candidarsi. Lite a distanza Raggi-Pizzarotti. Appello accoglienza del Papa. (26 dicembre 2017)

papa_francesco_aereo_viaggio_giornalisti_domande_lapresse_2017
Papa Francesco e il messaggio sui migranti - LaPresse

RICOVERATO VITTORIO CECCHI GORI

Ricoverato in gravi condizioni per un’ischemia celebrale Vittorio Cecchi Gori, con i sanitari che pur essendo ottimisti disperano che possa riprendere in maniera completa le funzioni vitali. Cecchi Gori è giunto in ospedale in codice rosso nel primo pomeriggio, inizialmente i suoi problemi erano cerebrovascolari, questi hanno portato in dote problematiche cardiache definiti dai sanitari “molto seri”. Immediatamente avvisati i congiunti più stretti, il figlio Mario e la moglie Rita Rusic in viaggio a Miami, entrambi sono in ritorno. Il produttore che ha 75 anni, di fatto è stato fautore della storia del cinema mondiale, ed era salito alla notorietà italiana grazie all’acquisto della Fiorentina calcio.

NAVALNY NON POTRÀ CANDIDARSI CONTRO PUTIN

Raggiunto all’unanimità il verdetto contro Alexei Navalny da parte della commissione elettorale centrale russa, con i dodici giudici che si sono espressi bloccando l’elezione dell’oppositore di Putin. Il blogger è di fatto incandidabile per problematiche giuridiche, essendo stato condannato a cinque anni per appropriazione indebita. La sentenza è sempre stata contestata dallo stesso Navalny che l’ha definita una vera e propria sentenza politica. Le elezione saranno il prossimo marzo e vedranno l’attuale presidente Putin in corsa per il quarto mandato, con i sondaggisti che lo danno in vantaggio costante sugli sfidanti. Navalny alla lettura della sentenza ha immediatamente spronato i suoi sostenitori a disertare le votazioni.

LITE A DISTANZA RAGGI-PIZZAROTTI

È immediatamente decollata la lite politica tra due sindaci di città importanti, quello di Parma e quello di Roma. Tutto è nato quando la regione Lazio ha chiesto aiuto per smaltire l’immondizia generata nella città eterna in queste giornate di festa, la soluzione individuata è stato il moderno inceneritore di Parma, aperto dall’ex grillino Pizzarotti. Il sindaco di Parma, defenestrato senza apparente motivo dal partito di Grillo, in tale contesto non si è lasciato sfuggire una frecciata contro la Raggi accusandola di inefficienza. A stretto giro di posta la risposta della Raggi che ha sottolineato come gli accordi sono accordi regionali, di più ha fatto il consigliere comunale Pietro Calabrese, un attivista del movimento di Grillo, che tramite facebook ha accusato Pizzarotti di prestarsi ai teatrini di falsità dei suoi nuovi amici politici del Partito Democratico.

APPELLO PER L’ACCOGLIENZA DI PAPA FRANCESCO

In una piazza san Pietro blindata per la paura contro il terrorismo internazionale, si è levata alta la voce di Papa Francesco per l’accoglienza di tutti i cittadini mondiali. Il pontefice ha sottolineato durante il Messaggio di Natale letto dalla Loggia della Basilica di San Pietro prima della benedizione Urbi et Orbi, come non ci sia legge che possa legiferare per l’accoglienza cristiana. Riferendosi poi alle note vicende italiane sullo Ius Soli, ha chiesto a tutti i governanti di fare il massimo perché soprattutto i minori vengano sottratti agli orrori delle guerre. Il vicario di Cristo ha voluto ricordare tutti i bambini incontrati durante i suoi viaggi apostolici, non ultimi quelli del Bangladesh, sede dell’ultima sua “fatica” pastorale all’estero.

COPPA ITALIA, OGGI SI GIOCA LAZIO-FIORENTINA

Si torna in campo oggi per i quarti di finale di Coppa Italia in gara unica allo Stadio Olimpico di Roma con Lazio-Fiorentina. Simone Inzaghi ha fatto capire in conferenza che non si penserà al campionato e che scenderanno in campo tutti i calciatori migliori. Più rotazioni invece dovrebbero esserci nella squadra viola. E se per i due club è tempo di scendere in campo per i meneghini è la vigilia di un derby che potrebbe rilanciare una tra Milan e Inter, affossando l’altra del tutto. Non solo Coppa Italia perché oggi è il classico boxing day con la Premier League che darà la possibilità anche agli italiani di godersi una bella giornata di calcio internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori