Saldi invernali 2018/ Calendario e date: presto al via, ma nell’era di Amazon hanno ancora senso?

Saldi invernali 2018, calendario e date: presto al via, ma nell’era di Amazon hanno ancora senso? Le ultime notizie su sconti e offerte, ma la concorrenza dell’e-commerce fa crollare i dati

28.12.2017 - Silvana Palazzo
Saldi_Shopping_Lapresse
Saldi invernali 2019 (Foto da LaPresse)

Si comincia in Basilicata, poi toccherà alla Valle d’Aosta: per tutte le altre regioni la prima giornata di saldi 2018 sarà venerdì 5 gennaio, fatta eccezione per la Sicilia, che dovrà aspettare invece sabato 6 gennaio. Le date della fine degli sconti invece variano: si va dal 16 febbraio in Trentino Alto Adige al 2 aprile della Campania. I saldi saranno attivi anche su molti negozi online: ad esempio, Amazon fino al 28 febbraio propone offerte sull’abbigliamento con sconti fino al 50%. Si può parlare a tutti gli effetti di una guerra di saldi, perché si sta già assistendo alla corsa “sotterranea” al saldo anticipato, soprattutto da parte della grande distribuzione. Tra sms e gruppi WhatsApp, senza dimenticare le Fidelity Card e le pubblicità “ambigue”, è già possibile usufruire di sconti. Non ci sono dubbi sul fatto che i saldi rappresentino un fattore positivo per le imprese: per i commercianti i saldi rappresentano una specie di recupero di liquidità e un’occasione per svuotare il magazzino.

SALDI 2018, LE PREVISIONI NELL’ERA DELL’E-COMMERCE

Nonostante qualche “falsa partenza”, non conviene abolire i saldi. Per Ascom non sarebbe un grande affare, ma forse andrebbero modificati: il presidente Patrizio Bertin propone, ad esempio, di spostare quelli invernali a fine gennaio e quelli estivi a fine luglio, «magari vietando qualsiasi forma promozionale nel mese, mese e mezzo precedente». Le previsioni non sono delle migliori: secondo Codacons la spesa media per famiglia diminuirà del 4% quest’anno, scendendo a 168 euro. Dal 2007, quindi in dieci anni, la corsa ai saldi è scemata di quasi il 60%. La recessione non è sufficiente per spiegare questo crollo, a incidere è il cambiamento del commercio, soprattutto per l’avvento di quello online, il cosiddetto e-commerce. Siamo nell’era di Amazon e Zalando, colossi grazie ai quali è possibile sfruttare sconti durante tutto l’anno. Il commercio elettronico rappresenta una sfida per il retail tradizionale, visto che permette di fare acquisti con un clic, a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza spostarsi da casa o dal proprio ufficio. Bisogna individuare, dunque, una nuova strategia.

IL CALENDARIO DEI SALDI 2018

Abruzzo: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Basilicata: dal 2 gennaio 2018 all’1 marzo 2018

Calabria: dal 5 gennaio 2018 al 28 febbraio 2018

Campania: dal 5 gennaio 2018 al 2 aprile 2018

Emilia Romagna: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Friuli Venezia Giulia: dal 5 gennaio 2018 al 31 marzo 2018

Lazio: dal 5 gennaio 2018 al 28 febbraio 2018

Liguria: dal 5 gennaio 2018 al 18 febbraio 2018

Lombardia: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Marche: dal 5 gennaio 2017 al 1 marzo 2018

Molise: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Piemonte: dal 5 gennaio 2018 al 28 febbraio 2018

Puglia: dal 5 gennaio 2018 al 28 febbraio 2018

Sardegna: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Sicilia: dal 6 gennaio 2018 al 15 marzo 2018

Toscana: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Umbria: dal 5 gennaio 2018 al 5 marzo 2018

Valle D’Aosta: dal 3 gennaio 2018 al 31 marzo 2018

Veneto: dal 5 gennaio 2018 al 31 marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori