“Suono finché non ritrovo Arianna”/ Vive di carità aspettando la giovane di cui si è innamorato

- Silvana Palazzo

Torino, la storia di un giovane musicista di strada tedesco: “Suono finché non ritrovo Arianna”. Vive di carità aspettando la ragazza di cui si è innamorato. 

custodia_chitarra_musicista_strada_pixabay
Torino, la storia di un musicista di strada tedesco

Un giovane musicista di strada ha lasciato Berlino due mesi fa per trasferirsi a Torino, la città della sua musa. Da quando l’ha vista non smette di pensare a lei, Arianna, incrociata per caso nella capitale tedesca. “Abbiamo trascorso una sola serata insieme, ma mi sono innamorato”, ha raccontato Christian Michael Neumann, questo il nome del 19enne, al Corriere della Sera. Non usa un cellulare o i social per rimettersi in contatto con lei, come avviene solitamente ora. Ha con sé un mazzo di rose che non vede l’ora di donarle, come accadeva un tempo. E vive di carità, suonando sugli scalini del cinema Lux con un pastrano beige da aviatore giapponese della Seconda guerra mondiale e una chitarra con gli sticker di tre band punk. “Non vado avanti per ore intonando sempre la stessa canzone come fanno gli altri. Non voglio guadagnare. Mi basta qualche spicciolo per comprarmi un panino e pagarmi un letto all’ostello”, ha proseguito questo ragazzo fuori dal tempo.

CHRISTIAN, IL MUSICISTA DI STRADA FUORI DAL TEMPO

La storia d’amore del giovane musicista di strada tedesco è diventato un tormentone tra i clienti di John Toast, una panineria di piazza CIn, perché Christian è il protagonista perfetto della storia d’amore che tutti sognano. “Questi fiori sono per Arianna la ragazza di cui mi sono innamorato. L’ho conosciuta a Berlino. Lei studia Letteratura Tedesca a Torino, ma è nata a Verbania”, ha raccontato ai ragazzi che quotidianamente lavorano dietro il bancone. In quella zona ha trovato una base sicura, infatti ci rimane fino alla chiusura, poi va a dormire in un ostello. Ma questa Arianna chi è? Il ragazzo spiega che è una giovane con i capelli neri e un sorriso impossibile da dimenticare. Non una descrizione dettagliatissima, ma il 19enne ha rivelato che prima di partire le ha scritto. “Le ho detto che sarei parito per Torino. Forse, non credeva che arrivassi a tanto”, ha confidato il musicista di strada. I suoi genitori non sono preoccupati: sono al corrente della situazione. D’altra parte preferirebbero che tornasse a Berlino per riprendere gli studi. Per il momento non vuole saperne: prima deve ritrovare Arianna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori