CENONE DI CAPODANNO/ Menù, idee e ricette: tradizione addio, presto gli insetti sulle tavole degli italiani

- Emanuela Longo

Cenone di Capodanno, le idee per un menù originale ma sempre all’insegna della tradizione: ecco i piatti più sfiziosi e gli abbinamenti gustosi da portare a tavola.

capodanno_cenone_pixabay
Cenone Capodanno (Pixabay)

Il tradizionale cenone di Capodanno, che stasera vedrà la maggior parte degli italiani seduti a tavola per consumare il consueto banchetto, dal 2018 potrebbe perdere per sempre la sua storica tradizione. A partire dal nuovo anno, infatti, entrerà in vigore il nuovo regolamento europeo, che darà la possibilità a una lunga lista di “ingredienti” fino a oggi sgraditi, di apparire sulle tavole degli italiani. Dal prossimo anno, secondo quanto rivela la Coldiretti – nell’Ue sarà possibile commercializzare e consumare grilli, millepiedi, i vermi giganti della farina, ma anche tarantole arrostite del Laos e cimici d’acqua della Thailandia, cibi fino a ora sgraditi a molti, ma che dal prossimo anno in poi potrebbero trovare sempre più posto sulle tavole degli italiani. Secondo i primi sondaggi, ad opporsi ai nuovi menù è il 54% degli italiani, mentre il 24% si conferma indifferente. Nel dato, diffuso nelle ultime ore da Tgcom, solo il 16% è favorevole, soprattutto quando si parla di utilizzare farine a base di insetti. Rinunceremo alla tradizione per accogliere sulle nostre tavole grilli e scarabei? (Agg. di Fabiola Iuliano)

FEDERICO FERRERO: “È ANACRONISTICO E DANNOSO”

Il Cenone di Capodanno è anacronistico? Le sue portate abbondanti lo sono sicuramente per Federico Francesco Ferrero, secondo cui siamo «schiavi di uno schema superato», cioè il menù all’italiana che prevede antipasti, primi, secondi e dolci, tutto al plurale. «Bisogna avere il coraggio di prendersi il meglio delle feste tralasciando il cibo eccessivo, inutile, finto, dedicandosi all’incontro con le persone che magari trascuriamo per ingozzarci in solitaria con dieci antipasti di cui, a volte, nemmeno uno ha un sapore». Ne ha parlato in “L’Apericena non esiste”, libro cult di questo fine anno. Nel dialogo con il giornalista Paolo Massobrio, quest’ultimo ha rilevato un aspetto: «È un disagio, perché non siamo più nel dopoguerra dove dovevamo esorcizzare la fame, ma nell’epoca in cui tutti siamo ipernutriti. E se mettessimo tutto su un tavolo e ognuno si porzionasse ciò che desidera, comprese le verdure di stagione?». Il tempo rimasto potrebbe essere usato per il gioco o il ballo. (agg. di Silvana Palaazzo)

SPERIMENTARE CON GUSTO CON LA CUCINA CAMPANA

Per il Cenone di Capodanno potete intraprendere la strada della tradizione, andando quindi sul sicuro per il menù, ma se invece avete voglia di cambiare potete sperimentare con gusto. Potreste, ad esempio, cimentarvi con la cucina campana, dove il pesce la fa da padrone. Il cenone può essere aperto con un cocktail di benvenuto: versate nei bicchieri spumante ben freddo, aggiungendo un po’ di succo di arancia e decorando con fettine di frutta a piacere; la versione analcolica prevede uno spritz con fette di limone o arancia. Per gli antipasti potete puntare su alici fritti impanate, calamari fritti al profumo di arancia, cozze e patate alla birra e la classica impepata di cozze. Per il primo potete preparare ravioli con rana pescatrice e/o un gustosissimo spaghetto con gamberi. Il secondo può essere accompagnato con una zuppa di vongole, altrimenti lanciatevi direttamente sul salmone. L’alternativa al pesce è rappresentata dal cotechino in crosta: per prepararlo diversamente dal solito potete servirlo con un rotolo di pastasfoglia. Con un pizzico di fantasia invece potete servire la frutta: spiedini con ciotoline di cioccolato sciolto a bagnomaria in cui immergere la frutta… I panettoni e pandori possono essere utilizzati per realizzare dessert ad hoc: potete farcirli con nutella o crema pasticcera. C’è chi addirittura osa farcendo il pandoro con nutella e crema al mascarpone. (agg. di Silvana Palazzo)

CENONE DI CAPODANNO, PIATTI SFIZIOSI O TRADIZIONALI?

Il Cenone di Capodanno rappresenta per tradizione uno dei momenti più attesi da grandi e piccini poiché racchiude in sé non solo il piacere di trascorrere alcune ore in compagnia con parenti o amici ma anche l’occasione per riunirsi attorno all’ennesima tavola imbandita e che andrà ad arricchire di buon cibo i menù già sostanziosi delle precedenti giornate di festa. In tanti preferiranno trascorrere l’ultima notte dell’anno fuori, in locali alla moda, ma chi invece deciderà di seguire anche questa volta la tradizione e realizzare uno sfizioso cenone di Capodanno in ogni sua portata, allora potrà trovare utile la carrellata di idee e suggerimenti che vi proporremo a seguire, con una selezione dei migliori piatti da servire ai vostri commensali per una cena di Capodanno 2018 davvero grandiosa, originale e naturalmente gustosa! L’attesa per l’arrivo del nuovo anno sarà come sempre lunga, quindi l’ideale è prendersela con calma ed iniziare in largo anticipo nella realizzazione delle ricette che comporranno il ricco menù di Capodanno, dagli antipasti al dolce, pensati per deliziare anche i palati più esigenti ed inaugurare con gusto il 2018 in arrivo! Per un gran cenone di fine anno con i fiocchi, tutto dovrà essere naturalmente impeccabile, a partire dalle decorazioni. Chi deciderà poi di trascorrere il Capodanno in casa, quasi certamente amerà le tradizioni, quindi spazio all’originalità ma senza tralasciare i piatti e gli ingredienti tipici del menu di Capodanno, dalla consueta accoppiata lenticchie e cotechino, al pesce.

IL MENU A BASE DI PESCE PER PALATI SOFISTICATI

Per chiudere il 2017 in bellezza, il menù di Capodanno non potrà che essere all’altezza delle aspettative dei propri commensali. Cosa c’è di meglio di un menù a base di pesce per inaugurare con gusto il nuovo anno? Ecco allora qualche idea sfiziosa ma soprattutto veloce e semplice, pensata anche per chi non ha ampia dimestichezza dietro ai fornelli ma ha comunque intenzione di fare bella figura con i propri ospiti. Per un antipasto originale, si potrà puntare su delle tartine con uova e gamberetti o uova e salmone. Belle e scenografiche ma soprattutto buone. Per una resa ancora più gradevole, si potrebbe scegliere del pane integrale o ai cereali, da tagliare a fettine non tanto sottili. Ogni tartina potrà essere condita con un uovo strapazzato realizzato con l’aiuto di un coppapasta ed adagiato su ogni fetta imburrata. Sopra adageremo dei gamberetti precedentemente lessati e conditi con olio, limone e prezzemolo o delle fettine di salmone. Quest’ultimo ingrediente potremo utilizzarlo per arricchire il nostro antipasto realizzando degli involtini con formaggio ed erbe aromatiche. In alternativa, restando sull’abbinamento uova-salmone, potremo realizzare un rotolo di frittata condita con del salmone affumicato, rucola e formaggio spalmabile. Per un primo sfizioso potrete proporre addirittura due portate puntando sul classico spaghetto ai gamberi o sulla più sofisticata zuppa di vongole che farà sempre un bel figurone. Se volete proseguire il vostro Cenone senza eccedere troppo in calorie, in attesa del dolce e del brindisi di buon anno, allora il consiglio è puntare su una bistecchina di tonno appena scottata e marinata al pepe e wasabi, per un secondo leggero, magari da accompagnare ad una insalata di avocado e gamberetti. Infine, ancor prima del consueto Panettone (o Pandoro), potrete concedervi un ulteriore intermezzo goloso realizzando una torta paradiso al mandarino, ideale per chiudere al meglio un menu total fish grazie al sapore agrumato e sempre molto apprezzato.

RICETTE ORIGINALI CON LENTICCHIE E COTECHINO

Capodanno per molti è anche sinonimo di tradizione e questo potrà riflettersi in modo particolare anche sul menù di fine anno. Le lenticchie ed il cotechino rappresentano dei veri must per salutare l’anno appena trascorso, ma come poterli impiegare per realizzare piatti originali e sfiziosi e lasciare tutti a bocca aperta (ma pancia piena)? Ecco qualche idea che potrete mettere in pratica proprio in queste ore. Partiamo come sempre dall’antipasto: oltre ai due ingredienti base impiegheremo solo la polenta istantanea. Dopo averla cotta, basterà utilizzare delle formine per realizzare delle mini tartine. Una volta raffreddata la polenta si presterà perfettamente ai nostri intenti. Quindi, ciascuna tartina sarà condita con metà fetta di cotechino mentre l’altra metà sarà arricchita dalla lenticchia ed abbellita con un ciuffetto di timo. A questo antipasto potremmo aggiungerne un secondo: basterà realizzare delle barchette di pasta sfoglia che condiremo con un letto di lenticchie e dei pezzettini di cotechino, completando il tutto con delle scaglie di grana. Per un primo piatto goloso, potremo puntare tutto su una millefoglie con cotechino e crema di lenticchie rosse, oppure su un piatto che unisce primo e secondo ovvero rigatoni con lenticchie, affiancati da spiedini di salsiccia. Avete del Pandoro avanzato dalle precedenti feste natalizie? Ecco un modo per riutilizzarlo in modo intelligente per un dolce sfizioso che anticiperà il brindisi di fine anno: un crumble di mele e pandoro, speziato alla cannella. E se ancora non vi sentite in colpa per i chili presi durante queste giornate di festa, allora potrete decidere di abbinare anche una spruzzatina di panna montata per chiudere in bellezza e con gusto il 2017!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori