16enne ha il “malocchio”, mago la stupra/ Roma, abusi perpetrati in bagno: arrestato 47enne

- Silvana Palazzo

Roma: 16enne ha il “malocchio”, mago la stupra. Abusi perpetrati in bagno: arrestato 47enne. Le ultime notizie sulla violenza sessuale ai danni di una minorenne

carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

Prometteva di toglierle il malocchio e la cellulite, ma così abusava di lei. Ora il sedicente mago di Fiumicino è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale. La sua vittima è una sedicenne: le aveva dato appuntamento per curarla con pozioni magiche, ma nel corso dell’appuntamento l’accompagnava in bagno dove la obbligava a subire atti sessuali con il pretesto di “toglierle il male”, perché quello – spiegava alla minore – era l’unico modo per riuscirci. A denunciare tutto è stata la madre della sedicenne: sono così scattate le indagini della Quarta Sezione della Squadra Mobile di Roma, specializzata in reati sessuali contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili, con la collaborazione del personale del commissariato Fiumicino e in piena sinergia con la Procura di Civitavecchia, che ha coordinato l’attività. L’inchiesta ha accertato quanto denunciato. Poi la ragazza “con grande sofferenza”, come precisato dalla Questura in una nota, ha ripercorso in un interrogatorio protetto l’abuso subito. Da qui è scaturito il provvedimento restrittivo nei confronti del 47enne romano.

ROMA, VA DAL MAGO PER IL MALOCCHIO: 16ENNE VIOLENTATA

Voleva togliersi il “malocchio” e risolvere i suoi problemi di cellulite, ma è finita nelle grinfie di un 47enne che Il sedicente mago di Fiumicino è finito in manette in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata emessa dall’autorità giudiziaria del Tribunale di Civitavecchia. Questo è stato ritenuto come l’unico provvedimento idoneo per fermare la pericolosità sociale del 47enne romano, conosciuto da molti a Fiumicino come “mago e fattucchiere”. L’autorità giudiziaria ritiene infatti “altamente probabile” la reiterazione dello stesso reato nei confronti di altre donne. Praticava un massaggio sulle gambe della 16enne con una “pozione magica” per la cellulite, poi la costringeva ad avere rapporti sessuali con il pretesto di “toglierle il mare” asserendo di poterlo fare solo in quel modo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori