Auto investe i passanti in centro/ Sondrio ultime notizie, ubriaco ferisce tre persone: paura attentato

- Silvana Palazzo

Sondrio, auto investe i passanti in centro: ultime notizie. Ubriaco ferisce tre persone: paura attentato poco dopo le 15 di oggi, sabato 9 dicembre. Un ferito è in gravi condizioni

auto_pedoni_sondrio_twitter
Michele Bordoni

Terrore a Sondrio poco dopo le 15 di oggi, sabato 9 dicembre. Un uomo alla guida di un’auto ha travolto diverse persone all’interno di piazza Garibaldi seminando il panico. La vettura, dopo aver divelto uno dei paletti che delimitano l’area con la strada, è riuscita ad entrare nella piazza pedonale. La corsa dell’automobilista non si è fermata qui, ma è proseguita in via Caimi per concludersi contro un pilastro di una palazzina dopo aver colpito una delle bancarelle del mercato. Tre le persone investite, stando a quanto riportato da Il Giorno. Poteva essere però una strage, visto che a quell’ora ci sono tante persone che fanno acquisti, visto che si tratta di un sabato pomeriggio pre natalizio. Secondo quanto riferisce La Provincia di Sondrio, una delle tre persone ferite verserebbe in gravi condizioni. Sul posto sono intervenuti soccorsi e forze dell’ordine per chiarire quanto accaduto.

SONDRIO, TRAVOLGE PASSANTI: PAURA ATTENTATO

Un attentato? Questo il primo pensiero quando si è appreso della strage sfiorata a Sondrio. Un uomo al volante di una Toyota Yaris ha travolto deliberatamente alcune persone che stavano visitando i mercatini di Natale. Il responsabile, un italiano, forse era ubriaco alla guida. L’uomo è stato bloccato dagli agenti delle Volanti della Questura di Sondrio dopo aver cercato di fuggire a piedi. Sul posto è intervenuto anche il sostituto procuratore Stefano Latorre. Il responsabile è stato quindi condotto in questura. Gli investigatori della Polizia ora stanno cercando di capire le ragioni del folle gesto. L’uomo, un italiano che vive in zona, stando a quanto riportato da Il Secolo XIX è piantonato in ospedale, dove verrà sottoposto ad esami per verificare se fosse anche sotto l’effetto di stupefacenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori