Terremoto oggi/ Ultime scosse Perugia: Umbria, altra scossa M 2.3 a Norcia (dati INGV in tempo reale, 1 febbraio 2017, ora 22:35)

- La Redazione

Terremoto oggi, scossa di 3.9M a Los Lagos, nel Cile. Trema l’Oklahoma a causa di una scossa di 3.0M; scossa di 2.0M in provincia dell’Aquila e di Rieti (dati INGV, 1 febbraio 2017).

terremoto_amatrice_neveR439
Terremoto oggi (LaPresse)

Continua lo sciame sismico in provincia di Perugia in Abruzzo con un’altra scossa che si è verificata alle ore 21.43:30 di Magnitudo 2.3. L’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia ha sottolineato come l’epicentro fosse alle seguenti coordinate: 42.81 latitudine e 13.1 longitudine. L’ipocentro invece è stato localizzato a circa undici chilometri di profondità dalla superficie terrestre. Andiamo a vedere i comuni nel raggio di venti chilometri dall’epicentro: Norcia (PG); Preci (PG); Castelsantangelo sul Nera (MC); Cascia (PG); Visso (MC); Cerreto di Spoleto (PG); Ussita (MC); Arquata del Tronto (AP); Accumoli (RI); Sellano (PG); Poggiodomo (PG) e Montegallo (AP).

Il centro Italia sempre in pieno sciame sismico: altro terremoto, doppio, in Umbria presso la zona tra Perugia a cavallo con le altre province attigue di Lazio e Marche. Alle ore 16.13 e alle 16.32 doppio sisma nel Perugino, senza per fortuna alcun danno provocato in modo serio, con grado di magnitudo a 2.0 e 2.1 Richter: ipocentro del terremoto a 10 km sotto il livello del terreno, epicentro invece individuato dal centro nazionale INGV presso i comuni di Preci, Norcia, Visso, Sellano, Castelsantangelo sul Nera, Cerreto di Spoleto, Ussita, Cascia, Monte Cavallo, Vallo di Nera, Poggiodomo. Non ci sono conseguenze negative, come del resto non ce sono state nella doppia scossa di grado M 2.3 e 2.5 in provincia di L’Aquila in pieno Abruzzo.

Nuove scosse di terremoto oggi sono state registrate dalla sala sismica di Roma dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Un doppio sisma è stato rilevato in Umbria, in provincia de L’Aquila. La prima scossa è stata di magnitudo 2.5 sulla scala Richter. Il terremoto è avvenuto alle ore 15:04:04 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.5, 13.39 ad una profondità di 11 km. I comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma sono Campotosto AQ Capitignano AQ Crognaleto TE Barete AQ Pizzoli AQ Montereale AQ Fano Adriano TE Pietracamela TE Cagnano Amiterno AQ Cortino TE L’Aquila AQ Amatrice RI Scoppito AQ. Successivamente un’altra scossa di terremoto è stata rilevata con una magnitudo 2.3 sulla scala Richter alle ore 15:17:59 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.51, 13.27 ad una profondità di 11 km. In questo caso i comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma sono Capitignano AQ Montereale AQ Barete AQ Cagnano Amiterno AQ Pizzoli AQ Campotosto AQ Borbona RI Amatrice RI Posta RI Cittareale RI Scoppito AQ Crognaleto TE Antrodoco RI Micigliano RI.

Sempre il centro Italia protagonista con un altro terremoto avvenuto nelle Marche alle ore 13.48: si tratta del primo sisma oltre il grado di magnitudo 2 Richter nelle ultime 4 ore in Italia. Non ci sono stati danni per fortuna, nemmeno segnalazioni particolari di scossa avvertita: resta però da segnalare come emergenza sismica che purtroppo non si interrompe mai, e sempre in quelle aree. Il terremoto ascolano ha avuto forza di magnitudo 2.0 sulla scala Richter, con ipocentro calcolato dal centro nazionale INGV a 9 km sotto il livello del terreno. Epicentro invece individuato presso i comuni di Arquata del Tronto, Norcia, Castelsantangelo Sul Nera, Montegallo, Accumoli, Montemonaco, Ussita, Preci, Acquasanta Terme, Visso, Montefortino, Cascia.

Il terremoto in centro Italia tiene ancora banco in queste ultime ore, con lo sciame sismico che non si placa in quanto a frequenza – altre 10 scosse solo nell’ultima ora –  ma per fortuna diminuisce in intensità. Dopo la scossa di M 2.4 delle 11.30, non ci sono state in centro Italia (e neanche in tutto il resto del territorio italiano) scosse superiori al grado 2 della scala Richter; segnaliamo però un sisma di grado M 1.9 nelle Marche, presso la provincia di Macerata: zero danni provocati e neanche segnalazioni particolari. Ipocentro del terremoto a 8 km sotto il livello del terreno, epicentro invece calcolato dal centro nazionale INGV presso i comuni di Fiordimonte, Pieve Torina, Fiastra, Acquacanina, Monte Cavallo, Muccia, Ussita, Visso, Bolognola, Serravalel di Chienti, Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Preci, Cessapalombo, Caldarola, Sarnano, Sefro, Camporotondo, Serrapetrona, Sellano, Pioraco.

Ancora scosse di terremoto sono state registrate oggi nel centro Italia dalla sala sismica di Roma dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Un sisma di magnitudo 2.4 sulla scala Richter è avvenuto in Umbria in provincia di Perugia. Il terremoto è stato registrato alle ore 11:31:16 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.81, longitudine 13.11 e ipocentro a una profondità di 11 km. Norcia è il comune più vicino all’epicentro del sisma. Gli altri comuni che si trovano entro 20 km sono: Preci PG Castelsantangelo sul Nera MC Cascia PG Visso MC Ussita MC Cerreto di Spoleto PG Arquata del Tronto AP Accumoli RI Sellano PG Poggiodomo PG Montegallo AP. Sempre in provincia di Perugia l’Ingv aveva registrato un altro terremoto oggi: il sisma era avvenuto con una magnitudo 2.2 alle ore 03:39:20 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.89, 13.05 ad una profondità di 11 km. Nel caso di questa scossa i comuni entro 20 km dall’epicentro del sisma erano: Preci PG Visso MC Castelsantangelo sul Nera MC Ussita MC Sellano PG Norcia PG Monte Cavallo MC Cerreto di Spoleto PG Fiordimonte MC Pieve Torina MC Fiastra MC Acquacanina MC Bolognola MC Pievebovigliana MC Cascia PG.

Un terremoto oggi è stato rilevato dalla sala sismica di Roma dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in Abruzzo. Si è trattato di una scossa di magnitudo 2.3 avvenuta in provincia de L’Aquila. Il sisma è stato registrato alle ore 04:54:57 con queste coordinate geografiche: latitudine 42.57, longitudine 13.22 e ipocentro a una profondità di 9 km. I comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro di questa scossa di terremoto sono: Montereale AQ Cittareale RI Amatrice RI Capitignano AQ Borbona RI Posta RI Campotosto AQ Cagnano Amiterno AQ Accumoli RI Barete AQ Pizzoli AQ Micigliano RI. Un’altra scossa di terremoto è poi stata registrata dall’Ingv nel Mar Tirreno Meridionale. Il sisma è stato rilevato con una magnitudo 2.8 alle ore 08:29:09 con coordinate geografiche (lat, lon) 39.16, 15.66 ad una profondità di 238 km.

Situazione tranquilla in Italia e nel mondo per quanto riguarda i movimenti tellurici. Per ora non si registrano terremoti di importante intensità nel nostro territorio. Una scossa di 2.1M ha colpito la provincia di Ascoli Piceno alle ore 23:19, a 10 km di profondità. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 42.81 e longitudine 13.21. Interessate Arquata del Tronto, Norcia, Castelsantangelo sul Nera, Montegallo, Accumoli, Montemonaco, Preci, Ussita, Acquasanta Terme, Visso, Montefortino e Cascia. Alle 23:48 colpito anche Los Lagos, in Cile, da un sisma di 3.9M. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 43.52 e longitudine 74.41, ipocentro a 20 km di profondità. Il punto colpito, secondo le rilevazioni del Dipartimento di Geofisica dell’Università del Cile, si trova a 778 km da Puerto Quellon e 258 km da Puerto Montt, sempre in Cile. Tre ore prima, in tarda serata, era stato invece l’Oklahoma, negli Stati Uniti, a tremare a causa di una scossa di 3.0M. L’epicentro è stato individuato a latitudine 36.54 e longitudine 98.98, ipocentro ad 11 km di profondità.

Nelle ultime ore di ieri, la provincia dell’Aquila è stata colpita da un sisma di 2.0M, individuato ad 11 km di profondità. L’epicentro è stato rilevato invece a latitudine 42.56 e longitudine 13.35. Interessate Campotosto, Capitignano, Montereale, Amatrice, Crognaleto, Barete, Pizzoli, Cagnano Amiterno, Cortino, Fano Adriano, Cittareale, Accumoli, Pietracarmela e Borbona. Alle 18:59 colpita anche la provincia di Rieti da un sisma di 2.0M. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 42.59 e longitudine 13.24, ipocentro ad 11 km di profondità. Interessate in questo caso Amatrice, Cittareale, Montereale, Capitignano, Accumoli, Campotosto, Borbona, Posta, Cagnano Amiterno, Barete e Pizzoli. Circa venti minuti prima era stata colpita invece la provincia dell’Aquila da un sisma di 2.1M, individuato a 10 km di profondità. L’epicentro è stato rilevato a latitudine 42.39 e longitudine 13.37. Interessate L’Aquila, Pizzoli, Barete, Scoppito, Lucoli, Tornimparte, Cagnano Amiterno, Fossa, Ocre, Capitignano, Poggio Picenze, Sant’Eusanio Forconese, Montereale, Campotosto, San Demetrio ne’ Vestini, Barisciano, Villa Sant’Angelo, Crognaleto e Rocca di Cambio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori