Decreto terremoto in Gazzetta ufficiale/ Sisma Abruzzo, in vigore norme per cittadini e imprese (Ultime notizie oggi, 10 febbraio 2017)

- La Redazione

Decreto terremoto in Gazzetta ufficiale: dopo l’ultimo sisma in Abruzzo entrano in vigore le norme per cittadini e imprese (Ultime notizie oggi, 10 febbraio 2017) 

terremoto_centroitalia3R439
Immagine d'archivio (Foto: LaPresse)

Il Decreto terremoto, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri, entra in vigore oggi 10 febbraio 2017. Si tratta del Decreto-Legge 9 febbraio 2017, n. 8 recante ‘Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017′, e approvato lo scorso 3 febbraio dal Consiglio dei Ministri. Il Decreto terremoto, come spiega Abruzzo Sviluppo, società “in house” della Regione Abruzzo, propone una serie di misure a favore di cittadini e imprese colpite dagli ultimi sismi. Per quanto riguarda il sistema produttivo saranno messi a disposizione degli allevatori 35 milioni di euro per la concessione di aiuti fino a 400 euro a capo per i bovini e a 60 euro a capo per gli ovicaprini, cui si aggiungono i contributi per i suinicoltori e per il settore equino. I pagamenti saranno effettuati da AGEA, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, entro il mese di febbraio. Le aziende agricole che si trovano nei territori colpiti dal terremoto avranno priorità nell’accesso ai finanziamenti Ismea per i giovani agricoltori e potranno beneficiare delle compensazioni del Fondo di solidarietà nazionale, la cui dotazione è stata incrementata con 15 milioni di euro per il 2017 (clicca qui per leggere tutto).

Misure a favore anche dei cittadini nel Decreto terremoto. Fino a settembre 2017 sono sospesi i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e quelli per la riscossione. E’ prevista inoltre una misura di sostegno al reddito per i cittadini residenti da almeno due anni nei Comuni colpiti dal terremoto che si trovano in condizioni di disagio economico. Le Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria sono poi autorizzate ad acquisire al patrimonio di edilizia residenziale pubblica immobili da destinare alle popolazioni residenti in edifici resi inagibili dal terremoto. Infine il Decreto terremoto semplifica i procedimenti amministrativi per velocizzare il processo di ricostruzione post sisma. Il commissario straordinario Vasco Errani, ad esempio, si occuperà della predisposizione di specifici piani per le procedure di affidamento degli appalti pubblici per lavori, servizi e forniture: sarà utilizzata anche la procedura negoziata con 5 operatori economici iscritti all’anagrafe Antimafia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori