16ENNE SUICIDA DURANTE PERQUISIZIONE/ Lavagna, si uccide davanti alla madre per 10 grammi di hashish

16enne suicida durante perquisizione, si uccide davanti ai genitori: gli avevano trovato 10 grammi di hashish. Le ultime notizie di oggi, 14 febbraio 2017, sulla tragedia di Lavagna

14.02.2017 - La Redazione
ospedale_ambulanza_prontosoccorsoR439
Immagine di repertorio (LaPresse)

Un ragazzo di 16 anni è morto a Lavagna durante una perquisizione della Guardia di Finanza di Chiavari. Il giovane si è gettato dalla finestra di casa sua: l’ha aperta, mentre due finanzieri parlavano con i genitori, e si è lanciato al terzo piano. Il ragazzo, come riportato da La Repubblica, era ancora vivo quando è stato soccorso, quindi è stato subito chiamato l’elicottero per un trasporto urgente al San Martino, mentre la Guardia di Finanza ha accompagnato i genitori in auto. Quando, però, l’ambulanza è arrivata all’appuntamento con l’elicottero il sedicenne è già morto. Tutto è cominciato in mattinata per un controllo anti droga a scuola: gli trovano una decina di grammi di hashish e, di conseguenza, scatta il sequestro. I finanzieri allertano i genitori per convocarli a casa, perché, come previsto, fa seguito una perquisizione nell’abitazione del ragazzo, che dà esito negativo. Il ragazzo rischiava solo una segnalazione al prefetto, ma la perquisizione finisce in tragedia. Sgomento nella cittadina ligure, dove la famiglia del ragazzo è molto conosciuta. Massimo riserbo sulla vicenda da parte della centrale operativa del 118 di Lavagna. Le indagini sul suicidio sono state affidate alla stessa Guardia di Finanza di Chiavari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori