Ingv/ Terremoto oggi, ultime scosse Abruzzo e Marche: sisma M 2.1 a Macerata (in tempo reale, 18 febbraio 2017, ore 21:40)

- La Redazione

Ingv: terremoto oggi, 18 febbraio 2017. Le ultime scosse: Marche, sisma di magnitudo 3.2 sulla scala Richter in provincia di Macerata. Aggiornamenti in tempo reale sulla situazione sismica

terremoto_amatrice_neveR439
Terremoto oggi (LaPresse)

Nuovo terremoto oggi, sabato 18 febbraio 2017, in provincia di Macerata, nelle Marche, teatro di una scossa di M 2.1 sulla scala Richter alle ore 19:29. Il sisma, come riportato dalla sala sismica di Roma dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha visto il proprio epicentro nel punto di coordinate geografiche 43.02 di latitudine e 13.03 di longitudine, con ipocentro individuato ad una profondità nel sottosuolo di soli 6 km. L’elenco completo dei centri abitati situati nel raggio di 20 km dall’origine del movimento tellurico comprende: Pieve Torina (MC), Monte Cavallo (MC), Fiordimonte (MC), Pievebovigliana (MC), Muccia (MC), Serravalle di Chienti (MC), Fiastra (MC), Visso (MC), Acquacanina (MC), Ussita (MC), Camerino (MC), Sefro (MC), Preci (PG), Bolognola (MC), Sellano (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC) e Pioraco (MC). 

Nuova scossa di terremoto in Abruzzo: il sisma è avvenuto alle 17:34 nella provincia dell’Aquila ed è stato di magnitudo M 2.1 sulla scala Richter. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha localizzato l’epicentro del terremoto a latitudine 42.54, longitudine 13.36 e ad una profondità di 11 chilometri. Campotosto, Capitignano, Montereale e Crognaleto (TE) sono i Comuni indicati entro i 10 chilometri dall’epicentro di questo sisma. Due scosse sono, invece, avvenuta nella zona di Macerata alle 16:25 e alle 16:36. Quella più intensa è stata la prima, di magnitudo M 2.9, l’altra invece M 2.1. Nel caso del primo dei due terremoti le città entro i 20 chilometri dall’epicentro del terremoto sono le seguenti: Monte Cavallo, Pieve Torina, Serravalle di Chienti, Muccia, Fiordimonte, Pievebovigliana, Visso, Fiastra, Camerino, Sefro, Acquacanina, Ussita, Sellano (PG), Preci (PG), Pioraco, Fiuminata, Bolognola, Castelsantangelo sul Nera e Nocera Umbra (PG).

Ondata sismica nel Centro Italia, dove sono avvenute nuove scosse di terremoto oggi. L’ultima è quella avvenuta nuovamente in provincia di Macerata alle 15:23: l’epicentro del sisma è stato individuato a latitudine 43.01, longitudine 13.03 e ad una profondità di 6 chilometri. La Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha annunciato che la magnitudo è di M 2.6 sulla scala Richter. Monte Cavallo, Pieve Torina, Fiordimonte, Pievebovigliana, Muccia, Serravalle di Chienti e Visso sono i Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro di questo terremoto. Alle 13:56, invece, una scossa di terremoto di magnitudo M 2.0 è avvenuta nella provincia di Perugia. In questo caso Pietralunga, Gubbio, Montone, Cantiano (PU), Scheggia e Pascelupo, Umbertide Apecchio (PU) e Costacciaro sono i Comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro del sisma. Continua, dunque, l’attività sismica, ma per fortuna resta sotto i livelli di guardia. 

Un’altra scossa di terremoto è avvenuta oggi in provincia dell’Aquila: finora sono state quattro dopo quella di magnitudo M 3.0 che vi abbiamo riportato stamattina. L’ultima, dunque, è avvenuta alle 13:34 ed è stata localizzata dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) a latitudine 42.52, longitudine 13.27 e ad una profondità di 14 chilometri. Il terremoto è stato di magnitudo M 2.1 ed è avvenuto vicino Capitignano, Montereale, Barete, Cagnano Amiterno, Campotosto e Pizzoli, i Comuni entro 10 chilometri dal suo epicentro. Più intensa è stata la scossa di terremoto avvenuta alle 13:15 in provincia di Macerata: la magnitudo segnalata è, infatti, M 3.2. L’epicentro del sisma è stato localizzato a latitudine 43.01, longitudine 13.03 e ad una profondità di 7 chilometri. Monte Cavallo, Pieve Torina, Fiordimonte, Pievebovigliana, Muccia, Visso e Serravalle di Chienti sono, invece, i Comuni entro 10 chilometri dall’epicentro di questo terremoto.

Terremoto oggi anche in Abruzzo. L’Ingv ha rilevato una scossa di magnitudo 3.0 sulla scala Richter in provincia de L’Aquila. Il sisma si è verificato alle ore 02:16:30 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.51, 13.28 ad una profondità di 13 km. I comuni che si trovano entro 20 km dall’epicentro del sisma sono: Capitignano AQ Montereale AQ Barete AQ Cagnano Amiterno AQ Pizzoli AQ Campotosto AQ Borbona RI Amatrice RI Posta RI Scoppito AQ Cittareale RI Crognaleto TE Antrodoco RI Micigliano RI. Dopo un paio d’ore l’Ingv ha registrato un’altra scossa di terremoto, sempre in provincia de L’Aquila, con una magnitudo inferiore di 2.0 sulla scala Richter. Il sisma è avvenuto alle ore 04:50:00 con coordinate geografiche (lat, lon) 42.5, 13.24 ad una profondità di 9 km. In questo caso i comuni entro 20 km dall’epicentro del sisma sono questi: Montereale AQ Cagnano Amiterno AQ Capitignano AQ Barete AQ Borbona RI Pizzoli AQ Posta RI Campotosto AQ Cittareale RI Amatrice RI Scoppito AQ Micigliano RI Antrodoco RI Borgo Velino RI.

Poco prima della mezzanotte una scossa di terremoto ha colpito la Puglia e in particolare la provincia di Foggia: il sisma è stato registrato dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) alle 23:57. L’epicentro del terremoto, che è stato di magnitudo M 2.2. sulla scala Richter, è stato localizzato con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 41.52, longitudine 15.33 e ad una profondità di 8 chilometri. Di seguito vi riportiamo i Comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro di questo terremoto: Lucera, Pietramontecorvino, Troia, Biccari, Volturino, Motta Montecorvino, Foggia, Castelnuovo della Daunia, San Severo, Alberona e Torremaggiore. Dopo aver a lungo tormentato il Centro Italia, il terremoto colpisce il Sud. Qualche giorno fa comunque un’altra scossa di terremoto è stata registrata in questa zona: è avvenuta il 13 febbraio ed è stata di intensità maggiore, cioè di magnitudo 3.0.

Il bollettino sismico è stato caratterizzato ieri dall’ennesima scossa di terremoto in provincia di Macerata. Stando ai dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il sisma è avvenuto alle 20:33 nelle Marche. L’epicentro del terremoto, che è stato di magnitudo M 2.1 sulla scala Richter, è stato individuato a latitudine 43.01, longitudine 13.03 e ad una profondità di 9 chilometri. Monte Cavallo, Pieve Torina, Fiordimonte, Pievebovigliana, Muccia, Serravalle di Chienti e Visso sono i Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro di questo sisma. Alle 17:55 di ieri, invece, un terremoto di magnitudo M 2.6 è avvenuto nel Lazio e più precisamente nella provincia di Rieti. In questo caso l’epicentro del sisma è stato localizzato a latitudine 42.73, longitudine 13.19 e ad una profondità di 11 chilometri. Accumoli e Arquata del Tronto sono, invece, i Comuni più vicini all’epicentro: la distanza è rispettivamente di 6 e 10 chilometri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori