ANGELINA JOLIE / Il divorzio con Brad Pitt ci renderà una famiglia più forte

- La Redazione

Angelina Jolie e Brad Pitt: il divorzio e la fine del matrimonio, “saremo sempre una famiglia”. Il dramma di fine unione, il problema dei figli e il rispetto dignitoso per la famiglia

pitt_jolie_brandolinaR439
Angelina Jolie e Brad Pitt (LaPresse)

Uno sfogo, molto lungo e molto sofferto, che da Angelina Jolie arriva a tutte le famiglie con problemi nel mondo: la prima intervista dopo il divorzio con Bradi Pitt dell’attrice tra le più famose al mondo, svela subito un dolore tutt’altro che dimenticato – la separazione ufficiale è avvenuta nello scorso settembre, la causa di divorzio è invece tutt’ora in via di sviluppo – per una fine molto sofferta della famiglia da tanti sognata per anni. 6 figli, un marito tanto famoso quanto la suddetta Angelina, e un gossip che non lascia in pace nessun componente della famiglia “Brangelina”; ai microfoni della Bbc in Cambogia, Angelina Jolie si racconta per la prima volta dopo la separazione, presenti anche tutti e sei i figli (promuovono nel paese asiatico il film “First They Killed My Father”). «Sono serena? Non voglio parlare molto di questo se non per dire che è stato un momento difficile. Siamo una famiglia e saremo sempre una famiglia», afferma la bella “Lara Croft” del primo mitico film di Tomb Raider.  Mesi di scontri, accuse, gossip maligni su maltrattamenti eseguiti da Brad Pitt in presenza dei figli e poi ancora tanto rumore attorno alla fine di un matrimonio che sembrava inossidabile: tutto questo, ma in qualche lacrima la bella Angelina riassume tutto in un «saremo sempre una famiglia». Fa effetto, davanti alla facilità con cui non solo i vip ma la gente comune e normalissima, come il legame con la famiglia sia tutt’altro che banale e “scontato”. «Molte persone si trovano in questa situazione. Tutta la mia famiglia ha attraversato un momento molto difficile. Noi siamo e saremo sempre una famiglia, è il pensiero con cui sto affrontando questa situazione. E solo così penso che potremmo essere più forti e vicini», afferma ancora nell’intervista la Jolie. Il matrimonio è finito, ma la famiglia no, secondo l’attrice: come è possibile questo? È sostenibile, o quantomeno può essere vissuto e affermato senza particolare paradosso? Di certo la vicenda umana e personale non può essere “incasellata” in qualche definizione e davvero ogni relazione fa “storia” a sé. Di certo fa particolare effetto sentire come una donna famosa, un’attrice con svariate risorse economiche e di possibilità, sia comunque così dignitosamente rispettosa della sua famiglia, nonostante in questo momento sia dilaniata. Un rispetto e un valore che si estende al concetto stesso di famiglia: interessante, per i “Brangelina” come per ogni famiglia umana, è recuperare il significato profondo di cosa si intenda e come si possa vivere “famiglia”, “matrimonio”, “figli”. Non caselle ma persone, non categorie ma relazioni: come Angelina Jolie, forse solo così potremo almeno approcciare senza banalizzare una materia drammatica e difficile come la fine di una unione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori