Centrale Nucleare Slovenia/ Incidente a Krško: la solita bufala? La smentita e le polemiche, ecco cosa è successo

- La Redazione

Centrale nucleare Slovenia, Incidente a Krško, allarme per un malfunzionamento: Facebook entra in agitazione, ma diventa vittima della nuova bufala. Come funziona?

centrale-nucleare-francia-1
Immagini di repertorio

Come Sussidiario abbiamo ricevuto una smentita ufficiale sul caso della Centrale Nucleare in Slovenia dai primi che hanno dato la notizia che ha scatenato le forti polemiche e psicosi sul web e su Facebook. L’incidente nucleare a Krško, che in realtà si tratterebbe solo di un piccolo problema all’impianto dell’acqua, non sarebbe una bufala e qui starebbe la difesa, pubblicata da un’editoriale su TgValleSusa.it. «Ci siamo trovati, nostro malgrado, nel mezzo del non-dibattito sulle Bufale del Web. La notizia, ignorata dai media italiani, è stata da noi colta durante le abitudinarie raccolte di informazioni che facciamo sul web. Non siamo quindi a caccia di facili click, come qualcuno ci accusa in queste ore; nemmeno procacciatori di bufale, come qualche leone da tastiera ci scrive, dopo aver letto sui siti “specializzati” (sigh!) nella scoperta delle Bufale sul Web. Il titolo “Grave incidente alla centrale nucleare di Krško in Slovenia, a soli 100 km dal confine Italiano. Ma i Tg non ci dicono niente…”, non ha nulla a che fare con il nostro titolo». Si tratta infatti del titolo usato dal portale Zapping 2015, in queste ore tra l’altro sospeso dal web probabilmente proprio per questo motivo legato alla Centrale Nucleare slovena; «Un incidente è grave perché le centrali sono rischiose, sempre. Non è che la gravità di un incidente è solamente determinata dalla fuoriuscita di materiale radioattivo. Seguendo il ragionamento del Ranger se un incidente nucleare non è tale se non c’è stata contaminazione esterna, allora un incidente d’auto non è tale se non c’è stato il morto!», conclude poi la difesa di TgValleSusa.it. Da questo possiamo evincere che la notizia di un problema alla centrale nucleare slovena è effettivamente reale, ma che l’ingigantimento della stessa è quanto ha provocato dubbi e misteri fino alla psicosi scatenata sui social. Una non bufala dunque? Ai lettori l’ardua sentenza… Clicca qui per la smentita ufficiale pervenuta al Sussidiario.net

Grave incidente in Slovenia, dove è stato lanciato l’allarme per quanto è accaduto nella centrale nucleare del Paese. Come accade in questo caso, la notizia shockante attira curiosi e cittadini preoccupati, alla ricerca di qualsiasi tipo di informazione, ma spesso ci si imbatte nella ben nota bufala. In particolare, questo tipo di “burla” è definita clickbait, ovvero “acchiappaclick”, titoloni creati apposta per invogliare l’utente a cliccare sul link, al cui interno si troverà poco o nulla. Nella maggior parte delle volte, infatti, si tratta di testi rielaborati e pompati appositamente per far sembrare il titolo altisonante vero. Si fa leva soprattutto sul fatto che quasi sempre l’utente di Facebook verrà attirato dalle immagini, mentre scarterà del tutto – o quasi – ciò che c’è scritto. Basta quindi procurarsi un’immagine shock corredata di parole chiave come “nucleare”, come in questo caso, “grave”, “i notiziari”, e via dicendo, per assistere ad una pioggia di click e condivisioni. La notizia sull’improbabile incidente alla centrale nucleare slovena è riportata nello specifico da Zapping 2015 che riporta nel titolo, testualmente, “Grave incidente alla centrale nucleare di Krško in Slovenia, a soli 100 km dal confine Italiano. Ma i Tg non ci dicono niente: per loro l’unica minaccia all’ambiente è ora lo stadio di Roma!”. In base a quanto detto in precedenza salterà subito all’occhio come le parole chiave tipiche del clickbait siano state usate praticamente tutte. All’interno dell’articolo si spiega invece che la centrale di Krško è stata oggetto d’attenzione da parte di associazioni ambientaliste fin dall’83 e che dieci anni più tardi è stato richiesto l’adeguamento alle leggi europee. Prosegue ovviamente con un italiano incerto e con una serie di nozioni che forniscono dettagli attinenti all’argomento, ma che non spiegano la notizia. Quest’ultima, infatti, viene riportata in modo ambiguo e leggero, facendo riferimento ad un malfunzionamento dell’impianto ed all’intervento delle autorità. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori